Home Articoli CeBIT 2008, riepilogo conclusivo

CeBIT 2008, riepilogo conclusivo

ImageDa pochi giorni si è conclusa anche l'edizione 2008 del CeBIT. In quest'articolo tutti i prodotti e le novita', in ambito notebook e non, esibiti alla fiera tedesca.

Dal 4 al 9 marzo 2008, presso la Deutsche Messe di Hannover, si è tenuto il CeBIT 2008, l'annuale fiera dell'elettronica di consumo. Nonostante sia durata un giorno in meno della consueta settimana fieristica, la partecipazione del pubblico è stata superiore del 3% rispetto all'anno precedente, per un totale di 495.000 visitatori, di cui 1/5 stranieri. Alla fiera hanno partecipato 5845 espositori provenienti da 77 diverse nazioni. Un ruolo di primo piano è spettato alla Francia, Paese partner dell'edizione del CeBIT di quest'anno.

Per rilanciare la manifestazione tedesca, è stata inaugurata una nuova formula, scandita dalle "CeBIT Global Conferences", simposi dedicati a tematiche di ampio respiro: Pubbliche Amministrazioni, Information Technology, Risorse Umane, Business, Finanza e Controllo Contabile, Industria.

I due temi conduttori dell'edizione 2008 sono stati la tutela ambientale e i subnotebook. In particolare, è stato dato ampio risalto alla questione del clima, attraverso la creazione di un forum, denominato "Green IT", al quale sono stati chiamati a partecipare tutti coloro che potessero dare un contributo alla riduzione delle emissioni di CO2. I primi frutti di questa rinnovata sensibilità per le tematiche ecologiche, sono stati i tanti prodotti realizzati con materiali naturali (si pensi ai notebook di legno di Asus e MSI) o i tanti computer ottimizzati sotto il profilo dell'efficienza energetica.

Quest'ultimo aspetto introduce il secondo leitmotiv del CeBIT 2008: il lancio della piattaforma Intel Centrino Atom, caratterizzata da dimensioni, consumi e prezzi ridottissimi, con un numerosissimo seguito di concept eprototipi di dispositivi che ne faranno uso. Qui di seguito elenchiamo gli argomenti che abbiamo approfondito con notizie ed articoli specifici. Per tutto il resto, non dovete fare altro che proseguire nella lettura di questo articolo.


Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy