Sony Vaio Z

Sulla stessa falsariga degli ultraportatili visti finora si pone anche la casa giapponese con il suo Sony Vaio Z, che unisce una piattaforma hardware potente a dimensioni compatte. Il design è molto particolare e diverso da tutti gli altri, caratterizzato da linee squadrate e filanti, che vedono il lid e la scocca, entrambe in fibra di carbonio ibrido, divise con decisione e giustapposte come fossero due piani separati, con un effetto elegante e molto hi-tech al tempo stesso. Sony Vaio Z misura 314 x 210 x 23.8 mm, con un peso base di 1.44 Kg. Notevole il display, un 13.1 pollici in formato 16:9 da 1600 x 900 pixel, ma opzionalmente è disponibile anche un altro, con una risoluzione elevatissima per questa diagonale: 1920 x 1080 pixel. Lo schermo retroilluminato a LED è fornito poi di un sensore di luce ambientale che ne regola dinamicamente la luminanza, in modo da offrire sempre la resa migliore. La tastiera invece presenta è di tipo chiclet ed è dotata di retroilluminazione, anch'essa regolata da un sensore.

Sony VAIO Z

Ma le vere sorprese vengono dalla piattaforma hardware. Sony ha scelto per i Vaio Serie Z i processori dual core Intel Core i5-540M da 2.53 GHz e Intel Core i7-640LM da 2.80 GHz, entrambi dotati di funzione Intel Turbo Boost, affiancati da 4 o 6 GB di RAM DDR3, espandibili a 8. Ma le innovazioni maggiori riguardano lo storage e la grafica. Normalmente infatti tutte le versioni di Sony Vaio Serie Z sono dotate di SSD da 128 GB, ma il gigante giapponese ha studiato una soluzione innovativa che equipaggia il modello top di gamma e che si chiama Quad SSD Drive. In pratica si tratta di una tecnologia che permette di scrivere i dati in parallelo su quattro chip NAND Flash Samsung da 64 GB ciascuno, come se fosse una configurazione RAID 0. In questo modo Sony dichiara di riuscire a raggiungere velocità 6.2 volte superiori a quelle ottenibili con un comune HDD da 5400 rpm.

Per la grafica troviamo invece una scheda dedicata Nvdia GeForce GT 330M, mid range con 48 pipeline e frequenze di lavoro di 575 MHz per il core, 1265 MHz per gli shader e 1066 MHz per le memorie. Sony fornisce i Vaio Serie Z con una tecnologia denominata Dynamic Hybrid Graphics, che permette di passare manualmente o in automatico dalla scheda video dedicata al sottosistema grafico integrato nella CPU, Intel HD, al fine di risparmiare risorse energetiche quando il carico di lavoro non richiede potenze particolari. La peculiarità di questa soluzione consiste nel poter effettuare dinamicamente tale passaggio, ossia senza bisogno di riavviare il sistema operativo e senza che l'utente se ne accorga o sia interrotto durante lo svolgimento dei suoi task.

A completare il quadro troviamo 3 porte USB, un lettore di memorie di tipo 5-in-1, uno slot per ExpressCard, un'uscita HDMI e una VGA, connettività sia cablata Gigabit LAN che wireless 802.11n, Bluetooth 2.1+EDR e modulo WWAN Qualcomm Gobi 2000, che permette di poggiarsi a un operatore 3G in qualsiasi parte del mondo, indipendentemente dalla tecnologia di rete utilizzata, essendo compatibile con reti GSM, CDMA 2000/EVDO Rev. A e HSDPA. La batteria agli ioni di Litio da 58 Wh e 5400 mAh dovrebbe garantire un'autonomia che va dalle 3.5 ore alle 7.5 a seconda della configurazione hardware scelta e dell'uso che si fa del portatile.

Sony Vaio Z è reperibile sul mercato italiano a un prezzo base di 2449 euro, elevato certo e non alla portata di tutti, ma a nostro avviso giustificato dalla quantità di soluzioni originali e dalla potente piattaforma hardware di cui è dotato.

  • Indietro
  • Avanti

Commenti