Home Recensioni Recensione MSI GX600 Extreme Edition (gamestation overcloccabile)

Recensione MSI GX600 Extreme Edition (gamestation overcloccabile)

ImageRecensione del notebook da gioco MSI GX600 Extreme Edition, il primo computer portatile al mondo dotato di Turbo Drive Engine: premendo un pulsante il processore viene overcloccato guadagnando il 20% di performance in più.

Acquisto

Nella nuova gamma di computer portatili MSI, ciascun modello viene individuato da un prefisso che ne indica la categoria e, al contempo, il target di riferimento. La lettera G identifica la famiglia di notebook destinati al gaming, composta da tre modelli, GX700 da 17 pollici, GX610 da 15,4" su piattaforma AMD, e il suo equivalente Intel-based MSI GX600.

MSI GX600

Il PC portatile per extreme gaming MSI Megabook GX600 Extreme Edition, oggetto della nostra recensione, è stato il primo notebook al mondo provvisto di funzione "Turbo": premendo un tasto è possibile overcloccare il processore, aumentandone la frequenza del 20%. Una capacità che è prerogativa delle costosissime CPU Intel Core 2 Extreme e che gli ingegneri di MSI hanno adattato ad un Intel Core 2 Duo T7500 standard.

Il modello presente sul listino italiano di MSI, nel momento in cui scriviamo questa review, è il GX600-023IT, dotato di display WSXGA+ (1650X1050), 2GB di RAM, hard disk da 250GB, scheda video Nvidia GeForce 8600M GT con 512MB di memoria e processore Intel core 2 Duo T7500 da 2,2GHz. L'esemplare di MSI GX600 oggetto di questa recensione è, invece, dotato di CPU Intel Core 2 Duo T7300, di schermo WXGA+ (1440x900) e di lettore HD-DVD.

Il prezzo al consumatore finale è di 1299€ IVA inclusa, in linea con quello di altri desktop-replacement da 15,4 pollici e di alcune centinaia di euro inferiore rispetto a quello di gamestation comparabili. Si conferma, così, una politica dei prezzi aggressiva da parte di MSI tesa ad acquistare popolarità e consenso di pubblico anche nel settore dei notebook per extreme gaming.

Specifiche tecniche

  • Processore: Intel Core 2 Duo Merom T7300 (2,0 GHz) overcloccabile via Turbo Drive Engine (TDE)
  • Memoria: 2GB (2x1024MB) DDR2 667MHz, max 2GB
  • Chipset: Intel Mobile PM965 Express
  • Schermo: 15,4'' opaco WXGA+ 1440x900
  • Scheda video: NVIDIA Geforce 8600M GT, 512MB VRAM DDR2
  • Hard disk: SATA 250GB a 5400RPM
  • Unità Ottica: combo masterizzatore DVD/lettore HD-DVD
  • Porte: VGA, S-Video, 4 USB 2.0, jack cuffie e microfono, S/PDIF, RJ11 Modem, RJ45 LAN, eSATA, IEEE1394, HDMI, ingresso antenna
  • Espansioni: lettore di schede di memoria 4-in-1, ExpressCard
  • Connettività: 802.11n WLAN, Gigabit Ethernet LAN, Bluetooth 2.0+EDR
  • Altro: WebCam da 1,3 Mpixel, sintonizzatore TV, telecomando, zaino e mouse
  • Batteria: a 6 o a 9 celle
  • Dimensioni: 358(L)x259(D) x27-32(H)mm
  • Peso: 2,8 Kg
  • Sistema Operativo: Windows Vista Home Premium Autentico

MSI GX600 chiuso La pagina prodotto ufficiale di questo laptop, da cui scaricare driver, utility e manuali, è reperibile a questo indirizzo.

Confezione e unboxing

Il notebook è racchiuso in una scatola nera con decorazioni rosse che si apre come uno scrigno mostrando subito il suo prezioso contenuto: un fiammante (in tutti i sensi) MSI GX600 TurboBook. Rimosso il notebook dal suo alloggiamento, accediamo ad un altro scompartimento contenente batteria, manuali ed accessori.

MSI GX600 unbox

MSI GX600 unbox

MSI GX600 zaino

Nello specifico il contenuto della confezione è il seguente:

  • Notebook
  • Manuale utente o Guida rapida
  • Disco delle applicazioni all-in-one, che contiene driver, programmi di utilità, e funzione di ripristino opzionale
  • Battery pack agli ioni di Litio ad elevata capacità
  • Adattatore CA e cavo di alimentazione
  • Zaino e mouse
  • Telecomando in formato Expresscard/54
  • Cuffie pieghevoli con microfono incorporato
  • Adattatore coassiale
  • Antenna esterna

Commenti (2) 

RSS dei commenti
molto bella questa tecnologia di overclock automatico. chissà che non lo possa fare anche qualche programmetto. smilies/smiley.gif  
0

ilanur

dicembre 09, 2007

Se ci fosse sarebbe usato su larga scala, anche se chiaramente per sostenere l'overclock in un portatile ci deve essere una condizione di raffreddamento maggiore alla media. Secondo me questi sistemi sono i migliori poichè nel momento che il sistema percepisce l'overclock aumenta la velocità delle ventole prevenendo il surriscaldamento.

P.S. Comunque piacerebbe anche a me anche se al momento sono sprovvisto di dual core smilies/sad.gif  
0

Whity

dicembre 10, 2007

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy