Home Recensioni Recensione MSI X-Slim X620

Recensione MSI X-Slim X620

Recensione MSI X-Slim X620Prova di MSI X-Slim X620, elegante notebook ultrasottile da 15 pollici caratterizzato da un peso contenuto, da un assemblaggio impeccabile e da un’autonomia sorprendente.

Annunciato all'inizio del 2010 al CES Las Vegas, X-Slim X620 è il notebook ultrasottile da 15,6 pollici dell’attuale offerta MSI. Si tratta del modello top di gamma della blasonata serie di notebook slim del produttore taiwanese, vincitore di un iF Product Design Award 2010 per essere riuscito a conciliare in modo convincente le contrapposte esigenze del design e della massima versatilità d'uso: nonostante le sue caratteristiche votate espressamente alla portabilità, le prestazioni offerte sono buone e non manca nulla per un pieno utilizzo multimediale.

Nel suo profilo tagliente è stato infatti integrato anche un masterizzatore DVD da 9,5mm e non manca una porta HDMI per la connessione ad uno schermo esterno. Il peso di 2,4Kg è decisamente insolito per un notebook con queste caratteristiche, a dimostrazione di un complesso lavoro di ottimizzazione dello spazio e di scelta dei materiali, compiuto dagli ingegneri MSI in fase di progettazione.

MSI X-Slim X620 in prova

Oltre allo spessore e al peso contenuti, l’aspetto decisamente più sorprendente è l’incredibile durata della batteria: si ha un’autonomia massima dichiarata dal produttore di 11 ore consecutive con uno schermo panoramico e un processore dual-core. Un risultato eccellente, che come vedremo in maniera più approfondita nelle prossime sezioni, è frutto della combinazione di tre fattori: una capiente batteria ad 8 celle, la piattaforma Intel CULV composta da chip a bassissimo voltaggio, ed il software proprietario di gestione energetica MSI Eco Engine.

Notebook ultrasottile MSI XSlim X620

Il segmento di mercato in cui va a posizionarsi questo notebook è quello che tradizionalmente riscuote maggior successo in Italia. Le caratteristiche premium dell'MSI X620 diventano quindi fondamentali per differenziarsi dai tanti concorrenti e farsi strada in un settore così competitivo.

Design del notebook MSI X620

Il prezzo medio al pubblico per la configurazione recensìta (corrisponde al modello commerciale MSI X-Slim X620-003it) è di circa 800 euro.


Specifiche tecniche

Elenchiamo di seguito le caratteristiche tecniche del nostro esemplare di MSI X-Slim X620, ricordando che le configurazioni commerciali potrebbero presentare delle differenze:

  • Processore: Intel Core 2 Duo SU7300 1.3 GHz (“Penryn-3M”, Cache L2 3 MB, processo produttivo 45 nm, FSB 800 MHz, TDP 10 W, moltiplicatore 6.5x)
  • Chipset: Intel Cantiga GS45 (ICH9M)
  • Socket: Tipo P / 478 pin
  • Mainboard: MSI MS-16D2
  • Sistema operativo: Microsoft Windows 7 Home Premium 32 bit
  • Memoria RAM: 4 GB DDR3-1066 (max 4 GB)
  • Scheda video: ATI Mobility Radeon HD 5430 (1 GB DDR3 dedicati ) + Intel GMA 4500MHD (Intel GS45 UMA, memoria condivisa fino a 384 MB)
  • Unità ottica: TSST TS-U633F (lettore/masterizzatore CD e DVD)
  • Storage: Western Digital Scorpio Blue 22A0RT0 (SATA-II, 5400rpm, 8 MB buffer, 500 GB)
  • Schermo: AUO20EC (1366 x 768 15,6" retroilluminazione LED)
  • Audio: Realtek High Definition Audio ALC888/1200 + ATI Manhattan HDMI Audio, 2 altoparlanti stereo
  • Schede di rete: Intel WiFi Link 5100AGN, modulo Bluetooth, Realtek GBE RTL8168D/8111D (Ethernet)
  • Porte I/O:  2 porte USB 2.0 , 1 porta VGA D-Sub 15 pin, 1 uscita cuffie, 1 entrata microfono, 1 porta Ethernet (RJ-45), 1 porta per luccheto di sicurezza, 1 eSATA, 1 HDMI.
  • Espansioni: 1 lettore di schede di memoria multiformato (SD,SDHC,MMC)
  • Webcam: 1.3 megapixel
  • Batteria: Li-Ion 8 celle, 5800mAh, 14,8V (max 11 ore dichiarate dal produttore)
  • Dimensioni: 392mm x 255mm x 36,3mm
  • Peso: 2,4 Kg

Unboxing

Confezione del portatile MSI X-Slim X620

MSI X-Slim X620 è contenuto in una confezione nera in cartone con impresse le grafiche della famiglia X-Slim. Al suo interno troviamo:

  • Manuale d’avvio rapido
  • Batteria ad alta capacità agli ioni di Litio
  • Alimentatore e cavo d’alimentazione
  • Disco ottico contenente la versione completa del Manuale d’uso, i driver, le utilities, etc..


Design e qualità costruttiva

iF Product Design Award 2010 è il riconoscimento internazionale che dal 1953 premia i migliori esempi di design industriale, selezionando i prodotti più belli, funzionali ed innovativi all'interno di tutti i settori merceologici. Significa che una autorevole giuria di esperti e professionisti ha scelto MSI X-Slim X620 per rappresentare lo stato dell'arte del mobile computing.

È sufficiente il primo contatto con questo portatile per apprezzare l'accuratezza con cui è stato progettato ed assemblato: ogni particolare è frutto dell'esperienza e della ricerca indirizzata al miglioramento dell'esperienza d'uso. Ad esempio, il coperchio è rifinito con il trattamento lucido MSI Color Film Print, un rivestimento IMR particolarmente gradevole, decorato con un fitto motivo geometrico, che aiuta a proteggere la superficie dall'usura ma che notoriamente è soggetto alla polvere e alle impronte; per ovviare a questo inconveniente, l'area del poggiapolsi dell'X620 presenta invece una finitura opaca con minuscoli rilievi che servono a migliorare il grip e contribuiscono a nascondere sporco e impronte. Cover lucida per un'estetica accattivante, ma base opaca e zigrinata per una maggiore praticità.

Dettaglio della finitura della base

MSI X-Slim X620, profilo destro

Lo stile equilibrato e pulito contribuisce ad esaltare la compattezza dello chassis, che con la sua colorazione grigia, ravvivata da un bordino e da dettagli argentati, punta su un look&feel di tipo classico, che non risente della volubilità delle mode.

Logo MSI e particolare della decorazione della cover

Non mancano però concessioni alle più recenti tendenze in ambito consumer, come l'ampia tastiera "ad isola" circondata da una mascherina nera lucida, ed il touchpad integrato nella superficie del palm-rest, dalla quale si distingue al tatto per la differente texture a rilievo.

MSI X620, base

È inedita invece la disposizione dei LED di attività lungo la rientranza che serve a facilitare l'apertura del display lid; la nuova collocazione li rende immediatamente visibili a colpo d’occhio in quanto raggruppati nella stessa area, e permette di monitorare lo stato del portatile anche a schermo chiuso.

Particolare del touchpad e degli indicatori di stato

Nel complesso il livello qualitativo è alto, a dimostrazione della maturità raggiunta da MSI nel campo dei PC portatili, avvalorata dall'ingresso nella top ten dei maggiori PC vendor a livello globale.

Dettaglio con pulsante di apertura del masterizzatore


Interfacce

La dotazione di interfacce non si discosta da quella degli altri notebook da 15 pollici. Nonostante lo spessore contenuto, infatti, MSI è riuscita ad integrate tutte le porte nel loro formato standard, senza rendere necessario l’utilizzo di particolari adattatori.

Lato posteriore: La parte posteriore è occupata quasi interamente dal vano della batteria, soluzione largamente utilizzata nei netbook ma decisamente meno diffusa nei notebook di fascia mainstream.

Lato anteriore: Sul lato frontale è presente unicamente il lettore di schede di memoria multiformato, chiuso da un placeholder in plastica.

MSI X-Slim X620, fronte

Lato sinistro: Su questo fianco troviamo il connettore per l’alimentatore, il foro d'aggancio per il lucchetto di sicurezza, la griglia per la dissipazione del calore, la porta HDMI, la porta eSATA (utilizzabile anche come terza USB), una delle due porte USB 2.0, l’entrata jack per il microfono e l’uscita jack per le cuffie.

Lato sinistro

Lato destro: Il versante destro è occupato dal cassetto del lettore ottico, seguito da una porta USB 2.0, dall’uscita video VGA a 15 pin e dal connettore Ethernet RJ45.

Lato destro


Processore, piattaforma e memoria

MSI X-Slim X620 è basato sulla piattaforma Intel CULV (Consumer Ultra Low Voltage) di generazione Centrino 2, aka Montevina. Infatti la scheda madre, contraddistinta dal seriale MS-16D2, utilizza un chipset Intel GS45 Cantiga, un processore SFF a basso voltaggio Intel Core 2 Duo SU7300 e una scheda wireless Intel WiFi Link 5100AGN.

La CPU dual core Intel Core 2 Duo SU7300 è caratterizzata da un FSB di 800 MHz, una frequenza di clock di 1.3 GHz, una cache L2 di 3 MB e un processo produttivo a 45nm, ma il TDP rimane limitato a 10 W con un VID (Voltage Range) di 1.038V-1.138V. Le prestazioni sono molto simili a quelle di un recente Core i3-330UM e leggermente superiori a quelle di un Pentium Dual Core T2310 o di un AMD Turion 64 X2 TL-50.

CpuZ

Il chipset Intel GS45 è una scelta comune per quanto riguarda i notebook thin & light, soprattutto perché incorpora già un sottosistema video (UMA) ed ha dimensioni estremamente contenute. Come vedremo nella sezione "Audio-video", nell'X620 il sottosistema video integrato GMA X4500M HD è affiancato da una scheda video dedicata a comporre un sistema di grafica ibrida.

Il controller di memoria (MCH) nel northbridge supporta sia moduli DDR2 sia DDR3. Nel caso dell'MSI X-Slim X620 si è optato per due banchi di RAM da 2GB di tipo DDR3-1066 (PC3-8500), che rappresentano il meglio in termini di velocità ed efficienza energetica. La presenza di due slot permette il funzionamento in dual channel simmetrico.

I banchi di memoria montati hanno queste caratteristiche:

  • Modello: Samsung M471B5673EH1-CF8
  • Dimensioni: 2 GB (2 ranks, 8 banks)
  • Categoria: SO-DIMM
  • Tipo: DDR3-1066 (533 MHz)
  • Controllo errori: Assente
  • Memory Timings:
    @ 533 MHz  7-7-7-20  (CL-RCD-RP-RAS) / 27-59-4-8-4-4  (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)
    @ 457 MHz  6-6-6-18  (CL-RCD-RP-RAS) / 24-51-4-7-4-4  (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)


Audio

Il comparto audio è composto da un codec Realtek High Definition Audio ALC888/1200, 2 altoparlanti stereofonici e un adattatore Manhattan, integrato nella scheda ATI dedicata, che permette l’uscita del suono attraverso l’interfaccia digitale HDMI.

Il codec Realtek supporta l'audio multicanale 7.1, tramite un eventuale sistema di altoparlanti esterno collegato al jack combo line-out/SPDIF.

La qualità e la potenza degli altoparlanti integrati sono sufficienti per un notebook di questa categoria, anche perché accompagnati dalla tecnologia SRS Premium Sound, che contribuisce a creare un audio avvolgente, bassi più corposi e dialoghi più nitidi. Un comodo pannello di controllo permette di scegliere fra alcuni preset di impostazioni dedicati ad altrettanti scenari d'uso (quali movie, gaming, etc...), o di intervenire manualmente sui parametri. In alcune situazioni, però, con l’effetto 3D SRS abilitato, c’è da segnalare una distorsione dei suoni causata proprio dall’emulazione software dell’effetto surround.

Scheda video e schermo

Considerando che parliamo di un notebook CULV, sorprende positivamente la sezione video basata su una soluzione ibrida che lascia spazio anche alle prestazioni. Come anticipato, ordinariamente MSI X620 fa uso della scheda integrata Intel GMA 4500MHD, che permette di avere consumi sempre molto contenuti, ma cliccando sul pulsante "3D" (tecnologia MSI GPU Boost) è possibile passare ad una scheda video ATI Mobility Radeon HD 5430 con 1 GB di memoria video dedicata DDR3.

Bottone 3D - Graphic Booster

Si tratta comunque di una GPU di categoria "performance", ma permette di avere, quando serve, quel margine di potenza necessario per riprodurre adeguatamente contenuti in alta definizione o applicazioni 3D relativamente poco complesse. Dal punto di vista delle performance pure, la ATI Mobility HD 5430 può essere paragonata ad una scheda video NVIDIA GeForce 9500M G, ma con l'aggiunta del vantaggio di supportare le API DirectX 11 con Shader 5.0. Ottimo anche il TDP di soli 7 Watt che consente di non sacrificare troppo la batteria e contenere la produzione di calore, aspetti estremamente importanti per un portatile ultrasottile.

GpuZ

Il nome in codice della GPU è “EG Park LP GL” (68E1) ed ha una frequenza di clock pari a 500 MHz, fabbricata con processo produttivo a 40nm e composta da 292 milioni di transistor. A differenza delle comuni schede video discrete non accede anche alla memoria di sistema, ma fa uso esclusivamente dei propri moduli di memoria GDDR3 con frequenza di 800 MHz.

Nel caso del sottosistema IGP Graphics Media Accelerator 4500MHD, la memoria è totalmente condivisa fino ad un massimo di 384 MB e le prestazioni sono sufficienti per utilizzare in maniera fluida Windows Aero o la grafica bidimensionale ma niente di più. La versione presente sui chipset GS45 ha inoltre una frequenza di clock della GPU ridotta per contenere ulteriormente il risparmio di energia (320 invece di 533 MHz).

Nella norma lo schermo glare da 15.6". Si tratta di un pannello LCD AU Optronics 20EC, modello piuttosto diffuso tra i notebook consumer (tra cui anche il Dell Studio 1555), caratterizzato da una risoluzione nativa di 1366 x 768 pixels e da un formato panoramico da 16:9 (wide-screen HD).

Schermo del notebook X620

La retroilluminazione è ovviamente a LED per risparmiare energia, mentre la luminosità massima è pari a 228 cd/m² con un livello del nero a 1,20 cd/m². Il contrasto reale stimato è di 200:1 : sembra basso ma è superiore a quello di molti altri schermi nella stessa fascia di prezzo, come per esempio il Samsung SEC5441. L’angolo di visione è più che sufficiente per un utilizzo standard.

Una webcam da 1,3 megapixel con microfono integrato permetterà di effettuare videochiamate o videoconferenze tramite i consueti tool IM o VoIP.

Webcam


Tastiera e touchpad

La tastiera ad isola (tipo chiclet) è dotata di un design ergonomico che rende l’area di contatto tra dita e tasti più ampia: si ha un maggior comfort e meno probabilità di commettere errori di battitura. Il layout è di tipo completo ed è inoltre presente anche l'utilissimo tastierino numerico dedicato. I tasti funzione sono stati disposti in maniera logica e questo contribuisce a velocizzare ulteriormente operazioni frequenti come la regolazione del volume o della luminosità dello schermo.

Tastiera ad isola

Il touchpad è perfettamente integrato nel palmrest e dispone di un tasto per la disattivazione, utile per evitare movimenti involontari del cursore durante l’utilizzo della tastiera. La membrana sensibile, di dimensioni sufficientemente ampie per un uso confortevole, è di tipo multi-touch, questo significa che è possibile ingrandire o accedere ad altre funzioni poggiando e trascinando contemporaneamente due dita.

Touchpad seamless


Dispositivi di archiviazione

La memorizzazione dei dati è affidata ad un hard disk Western Digital WD5000BEVT-22A0RT0 della serie Scorpio Blue. Si tratta di un classico hard disk SATA-II con fattore di forma di 2.5 pollici che offre uno spazio di stoccaggio di 500 GB, una velocità di rotazione di 5400rpm e un buffer di 8 MB.
Con la sua latenza media di 5,50 ms e il tempo di accesso in lettura di 12,0 ms (18ms in media), offre prestazioni leggermente al di sopra della media: infatti la velocità massima di trasferimento dati ottenuta nei nostri test è stata di 52 MB/s circa. Anche l’indice prestazioni di Windows riporta un punteggio di 5.4 per l'unità di archiviazione, sicuramente un buon risultato trattandosi di un disco tradizionale.

Hard disk Western Digital

Prestazioni del disco rigido

Il connettore combo eSATA-USB permetterà di collegare hard disk esterni con tutti i vantaggi in termini di praticità e velocità di trasferimento dati dell'interfaccia SATA.

Masterizzatore DVD integrato dell'MSI X620

Nonostante le dimensioni ridotte, è stata integrata ugualmente una unità ottica spessa solo 9.5mm (circa il 20% in meno rispetto ad altri lettori per notebook) e con un peso di 95 g. Si tratta di un drive TSST (Toshiba - Samsung) TS-U633F su interfaccia SATA in grado di leggere e masterizzare CD, CD riscrivibili, CD ad alta velocità (US,HS), DVD±R, DVD riscrivibili e DVD a doppio strato. Le velocità massime in lettura e scrittura sono di 24X per i CD e 8X per i DVD, dove quest’ultima può scalare fino a 5X nel caso di un DVD-RAM, mentre il picco di velocità massimo per il trasferimento dati è di 145 MB/s.


Batteria e consumo energetico

Il modello distribuito in Italia X-Slim X620-003IT dispone di una batteria prodotta da Simplo e composta da ben 8 celle agli ioni di Litio, per una capacità complessiva di 86.000 mWh!

L'elevato livello di efficienza energetica garantito da questo notebook consente di avere un’autonomia a batteria sorprendente: fino a 11 ore consecutive durante un utilizzo limitato e 14 ore in stato di inattività con modalità Turbo Battery Mode attiva e sistema ridotto al lumicino.

Batteria ad alta capacità

Un simile risultato è stato possibile grazie alla piattaforma Intel CULV con processore ULV SU7300 da 10 Watt di TDP massimo, allo schermo a LED backlight, alla grafica ibrida ma anche e soprattutto per merito della tecnologia proprietaria MSI ECO-Engine. Si tratta di un gestore di risparmio energetico che permette la scelta fra una serie di profili d'uso tipici: Gaming mode, Movie mode, Presentation mode, Office mode e Turbo Battery mode. Ogni modalità è bilanciata in modo da non avere mai prestazioni troppo limitate durante i giochi o autonomie troppo ridotte nella visualizzazione di presentazioni.

MSI Tunrbo Battery Mode

In particolare la modalità Turbo Battery si rivela utilissima per superare le 10 ore consecutive di autonomia, perché riduce automaticamente la luminosità dello schermo, adotta impostazioni restrittive di Windows 7, limita il moltiplicatore della CPU a 4X e disabilita periferiche secondarie (come la scheda di rete wireless) per ridurre al minimo gli sprechi energetici.

Per quanto riguarda le altre periferiche è stato riscontrato un consumo massimo del lettore ottico pari a 6,50 Watt, mentre l’hard disk si assesta in stato di idle a 0,85 Watt e 2.50 Watt in stato di attività.

L’autonomia minima scende a 4 ore circa utilizzando la scheda video dedicata ATI e tenendo il display alla massima brillantezza.

Comfort acustico e termico

Buone le temperature: lo spazio vuoto all’interno del case è quasi inesistente ma la vicinanza dei componenti non fa aumentare troppo i livelli di calore. Durante il nostro test a pieno carico con Everest Stability Test, il diodo sul socket ha registrato una temperatura massima di 74 gradi, mentre i due Core hanno raggiunto i 64 gradi. L’hard disk arriva ai 42 gradi, ma comunque sono sempre 8 gradi in meno rispetto all’inizio della fascia di rischio rottura.

Temperature

Ricordiamo inoltre che il nostro test di stress simula una situazione estrema di full load costante del processore e della memoria per 30 minuti consecutivi. E' una situazione di soglia creata artificiosamente che in concreto non si verifica mai.

I nostri dati dimostrano la perfetta efficienza del sistema di raffreddamento interno, composto da un unico dissipatore che copre processore, chipset, GPU e memoria VRAM. Due heatpipe di rame parallele si incaricano poi di convogliare il calore verso la ventola che lo espelle all'esterno.

Sistema di raffreddamento

Le basse temperature implicano una rumorosità contenuta in tutte le situazioni, anche quando si sovrappongono l’hard disk con i suoi 26 dbA in media ed il lettore ottico, che durante la rotazione sviluppa circa 45 dbA.


Test

Quando andiamo a misurare le prestazioni di notebook equipaggiati con processori ULV a bassissimo voltaggio dobbiamo sempre partire dal presupposto che si tratta di chip che privilegiano la riduzione dei consumi a sfavore delle prestazioni. I risultati vanno quindi interpretati sempre alla luce di questo dato.

Per questa ragione abbiamo ritenuto opportuno confrontare il notebook MSI X-Slim X620 con un altro modello di categoria CULV, prodotto dalla stessa MSI. Ci riferiamo al laptop MSI X-Slim X600, che differisce dal fratello maggiore per la presenza di un processore Core 2 Solo SU3500, di una scheda video ATI Mobility Radeon HD 4330 e di memorie DDR2-800. Dal raffronto riusciamo ad apprezzare in modo chiarissimo i benefìci apportati dalla scelta di un processore dual-core e di memorie DDR3 sul modello X620.

Come termine di paragone abbiamo usato un notebook mainstream tradizionale, HP Pavilion Dv6, basato anch'esso su piattaforma Montevina come i due portatili MSI, ma in versione standard, quindi con un TDP doppio rispetto al suo equivalente CULV.

SuperPi, data la sua natura di applicazione single-threaded non riesce a rilevare i vantaggi in termini di prestazioni offerti dalle CPU multi-core. Ne deriva che il processore SU3500 con un clock di 1,4Ghz riesce ad ottenere un punteggio leggermente migliore del processore SU7300 dual-core.

Test Superpi

La situazione si ribalta nettamente quando si passa a valutare le prestazioni dei processori nel loro complesso. I due core fisici della CPU Core 2 Duo SU7300 le permettono di eseguire due thread in parallelo con prestazioni pressoché doppie rispetto al Core 2 Solo SU3500 in applicazioni multi-threaded come 7Zip.

Test 7zip

L'indice delle prestazioni di Windows 7, utilizzato abitualmente per avere un quadro sintetico sulle prestazioni del sistema, ci aiuta nella fattispecie a monitorare i cambiamenti che avvengono a seguito dell'attivazione della modalità GPU Boost: i punteggi della GUI Aero e della grafica 3D sono bloccati a 3,2 con la scheda video integrata GMA X4500HD, ma salgono rispettivamente a 5,1 e 6,0 appena si abilita la grafica dedicata ATI Mobility Radeon HD 5430.

Indice delle prestazioni di Windows 7

Restando in ambito 3D, il grafico seguente mostra i risultati di 3DMark06 per le GPU ATI montate dai tre notebook in oggetto. Ricordiamo che la ATI Mobility Radeon HD 5430 è l'unica del gruppo a supportare già le API DirectX 11.

Risultati del benchmark 3dmark06

Infine, PCMark Vantage ci aiuta ad avere un'idea delle capacità dell'X620 in una serie di differenti scenari d'uso, dal gaming alle applicazioni di produttività.

PCMark Vantage


Accessibilità interna e capacità d'espansione

Dalla nostra prova e dalle considerazioni svolte in questa recensione, emerge in modo chiaro che la filosofia costruttiva del notebook X620 di MSI è quella di ottenere il design più accattivante senza ridurre in alcun modo il massimo comfort dell'utente.

Ne abbiamo conferma esaminando il fondo della macchina, coperto per i due terzi da un unico pannello che permette di raggiungere i principali componenti interni in maniera semplice e rapida. Sulla porzione di scheda madre accessibile troviamo, infatti, entrambi gli slot di memoria DDR3, un connettore PCI-Express minicard half-size, il sistema di raffreddamento, l'hard disk e persino la batteria tampone del BIOS.

Fondo del notebook MSI X620

Apertura del pannello sul fondo

Rimosse le sette viti che tengono il dissipatore e la ventola ancorati alla motherboard, ci troviamo davanti al processore, al chipset ed alla scheda video disposti a triangolo. Su un lato possiamo notare i moduli di memoria video saldati direttamente sulla scheda madre.

Chipshot del processore, chipset e GPU

Slot mini-PCIe half-size


Reti

La connettività di rete è assicurata dalle schede Realtek RTL8168D/8111D, Intel WiFi Link 5100AGN e dal modulo Bluetooth 2.1. La prima permette il collegamento alla rete via cavo ed offre una velocità di trasferimento dati fino a 1000Mbps grazie al supporto allo standard Gigabit Ethernet IEEE 802.3ab, la seconda permette invece il collegamento ad una rete wireless compatibile con gli standard IEEE 802.11a/b/g/n ed è dotata di tecnologia MIMO per incrementare il raggio di portata e la velocità di trasmissione.

Dotazione software e sistema operativo

Il sistema operativo Windows 7 Home Premium a 32 bit fornito da MSI include diverse utility per la gestione del notebook, come System Control Center che si integra con MSI ECO-Engine per scegliere le periferiche da disabilitare per risparmiare ulteriormente energia.

System Control Manager

Per la gestione della webcam è stato installato ArcSoft WebCam Companion che permette di utilizzare il dispositivo per scattare foto o registrare video, inoltre può essere utilizzato anche per eseguire piccole modifiche ai file multimediali acquisiti. I dischi di ripristino del sistema operativo possono essere masterizzati seguendo la procedura guidata del Recovery Disc Creation Tool.

Arcsoft Webcam Companion

Recovery Disk Creation Tool

Inspiegabilmente sembra non essere possibile ordinare il notebook già con il sistema operativo Windows 7 a 64 bit, quindi per sfruttare interamente i 4 GB della configurazione sarà necessario acquistare un upgrade separatamente.


Conclusioni

Con il modello X620, MSI arricchisce la formula X-Slim, originariamente orientata al design ed alla portabilità, con una serie di features volte a migliorare la produttività ed il comfort d'uso. Senza stravolgere il caratteristico telaio a conchiglia dal profilo utrasottile della serie X-Slim, i progettisti MSI sono riusciti ad aggiungere un masterizzatore DVD ultra-slim, una tastiera full-size con tastierino numerico dedicato ed una batteria ad 8 celle.

Tutte le scelte tecniche e stilistiche sono state filtrate alla luce della loro funzionalità per gli utenti, cercando di contemperare le esigenze del design con quelle della praticità: è emblematica di questo lavoro di selezione la presenza della finitura lucida unicamente sulla cover, rimpiazzata sulla base da un rivestimento opaco meno soggetto alla polvere ed alle ditate.

Ne deriva un notebook concreto che coniuga in maniera estremamente convincente aspetto e sostanza, tanto da meritare l'ambìto iF Product Design Award 2010.

Cover dell'MSI X620

Vale la pena di sottolineare che questi obiettivi sono stati raggiunti senza sacrificare la portabilità e l'autonomia, che anzi ne risultano esaltate: in soli 2,4 Kg di peso abbiamo un ampio schermo da 15,6 pollici e una scheda video dedicata; la durata della batteria supera abbondantemente l'intera giornata lavorativa grazie ad una accurata opera di ottimizzazione e integrazione fra hardware e software. Fondamentale in questo senso è l'apporto del gestore di risparmio energetico MSI Eco Engine e della tecnologia di grafica ibrida MSI Graphic Boost, che permettono di modulare in modo granulare le risorse del sistema in base alle esigenze dell'utente.

Come consuetudine per i notebook di tipo thin&light, anche MSI X-Slim X620 adotta la piattaforma Intel CULV, ma in una configurazione di vertice che prevede un processore dual-core Intel Core 2 Duo SU7300, accompagnato da 4GB di memoria DDR3-1066, e che gli consente di ottenere prestazioni più brillanti senza rinunciare ad un'elevata efficienza energetica.

MSI sta rafforzando la sua presenza nel settore del mobile computing grazie a prodotti dall'ottimo rapporto qualità/prezzo, di cui l'X-Slim X620 è perfetto esempio.

In sintesi:

PRO

  • Linea elegante ed equilibrata
  • Autonomia batteria e risparmio energetico
  • Soluzione grafica ibrida

CONTRO

  • Finitura lucida della cover che attira la polvere e le impronte
  • Sistema operativo OEM a 64 bit non disponibile

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy