Home Recensioni Recensione mini-PC Gole1 dual-OS Windows 10 + Android

Recensione mini-PC Gole1 dual-OS Windows 10 + Android

La nostra recensione del Gole1Recensione di Gole1, il più piccolo PC al mondo con touchscreen, finanziato da un progetto di crowdfunding ed ora disponibile sia su Indiegogo sia sui più noti shop online specializzati in elettronica.

I Mini PC sono strumenti davvero versatili: ci permettono di lavorare in mobilità, possono essere utilizzati per lo streaming di contenuti su uno schermo più grande e fanno risparmiare molto tempo a tutte quelle persone che per più di un giorno sono lontane da casa.
Gole1, che originariamente doveva prendere il nome di Gole F1, è un prodotto nato e finanziato su indiegogo.com (raccogliendo oltre 350.000 dollari), ma non è il frutto di una startup o di qualche nerd visionario perché l'idea arriva dai laboratori di ChipHD, uno dei produttori ODM con maggiore esperienza nel settore dei PC ultra-compatti.

Gole1 è il mini-PC AIO con touchscreen integrato più piccolo al mondo

Negli ultimi due anni, ChipHD ha lanciato una serie di mini-PC con piattaforma Intel e dual-OS Windows+Android in vari formati, che hanno avuto un ottimo riscontro di pubblico sotto i marchi di vari partner. Un successo che ha spinto questa azienda ad affiancare all'attività di produzione per conto terzi, un'attività di vendita diretta tramite un nuovo brand consumer, Gole.

Gole1 non è altro che il modello attualmente di formato più piccolo, che corona un'intera gamma di mini-PC con display touch incorporato con formato massimo di 10". Col variare del formato ovviamente cambiano anche i prezzi e la destinazione d'uso. Nel caso del Gole1 l'idea di fondo è quella di offrire un dispositivo molto prestante riuscendo a contenere i costi e quindi il prezzo finale per il compratore, che può avere il computer al prezzo di 99 dollari per la versione 2GB di RAM e 32GB di ROM e 129 dollari per quella potenziata (4GB/64GB).

Gole1 ha piattaforma Intel Cherry Trail e dual-OS Windows 10 e Android

All’interno di questo prezzo da record, Gole1 offre anche due sistemi operativi preinstallati (Android 5.1/Windows 10) ed uno schermo da cinque pollici capacitivo con risoluzione HD (1280x720p). Anticipando le conclusioni della nostra recensione, Gole1 ha un eccellente rapporto prezzo/prestazioni ed una versatilità superiore alla media per via del dual-OS che permette di combinare al meglio produttività e svago e per la presenza di uno schermo touch integrato. Qualità che fanno passare in secondo piano le sue pecche sul versante estetico e su quello dell'ottimizzazione software.


Unboxing

Il prodotto vi arriverà a casa, presumibilmente con spedizione da Hong Kong, all’interno di una scatola in cartoncino bianco di ottima fattura. La scatola riporta la scritta "Gole1 Designed by Gole" in caratteri dorati ed in un certo senso anticipa la colorazione gold del suo contenuto. All'interno infatti troviamo subito il mini-PC Gole1 con la sua caratteristica forma "a lingotto" e poi più sotto il manuale sintetico, l’alimentatore da parete da 3A 5V ed un cavo HDMI 1.4 (per la riproduzione di contenuti in 4K a 24-30 fps). Una dotazione nella norma ma che vi permetterà di mettere immediatamente in funzione il device una volta estratto dalla scatola.

Contenuto della confezione

Caratteristiche tecniche

La piattaforma hardware del Gole1 è incentrata sul processore Intel Atom Cherry Trail che, seppure sia una soluzione a bassi consumi e a basse prestazioni, ha un paio di vantaggi: è una delle poche CPU X86 ad avere pieno supporto per Android ed inoltre assicura buone prestazioni multimediali.

  • Processore: Intel Atom x5-Z8300 Cherry Trail quad core 1.44 GHz/1.84 GHz
  • GPU: integrata Intel Gen8-LP
  • Schermo: 5" G+P IPS multitouch capacitivo a 5 punti con risoluzione HD di 1280x720px
  • Audio: 1 speaker x 8ohm
  • Memoria: 2/4 GB LPDDR3
  • Storage: da 32 a 64 GB eMMC
  • Espansioni: micro SD fino a 64GB
  • Porte: HDMI 1.4a, jack audio 3.5mm, 3x USB 2.0, 1x USB 3.0, 1x microUSB, 1 plug alimentazione, 1 connettore RJ-45
  • Networking: Ethernet LAN 10/100, WiFi 802.11b/g/n/ac dual-band (2.4GHz/5GHz), Bluetooth 4.0
  • Batteria: 2600mAh (autonomia stimata di 2 ore)
  • Alimentazione: via microUSB o tramite alimentatore 5V/2A
  • Dimensioni: 135.4x90.4x20 mm
  • Peso: 200gr
  • Sistema operativo: Windows 10 + Android 5.1

Design

L'estetica non è il punto di forza del Gole1, anche se è evidente il tentativo di ChipHD di realizzare un design diverso dal solito. Tutti gli altri mini-PC touchscreen del produttore hanno infatti un telaio nero opaco mentre per il Gole1 si è optato per un telaio in alluminio in una appariscente livrea dorata, impreziosita da bordi diamond cut che circondano tutto lo chassis. L'intenzione era sicuramente buona ma il risultato è lontano dai gusti della maggior parte del pubblico europeo ed italiano.

Bisogna comunque riconoscere che il materiale impiegato è robusto alluminio monoblocco con taglio CNC laddove molti dei concorrenti utilizzano della più economica plastica. Il telaio in metallo inoltre ha una funzione pratica perché migliora lo scambio termico e quindi aiuta il raffreddamento dei componenti interni.

Gole1 ha un telaio monoblocco in alluminio dorato

In metallo è anche il fondo del mini-PC costituito da un unico pannello che si rimuove facilmente svitando 4 viti nascoste sotto altrettanti piedini in gomma. L'accesso ai componenti interni per eventuali interventi di upgrade e manutenzione è quindi particolarmente agevole. All'interno non ci sono sorprese: si nota un piccolo dissipatore passivo montato sulla CPU e la batteria da 2600 mAh, che però nel modello fornitoci è da soli 1800 mAh, discrepanza dovuta al fatto che il sample nelle nostre mani è un’unità di pre-produzione.

Il fondo è facile da rimuovere per accedere ai componenti interni

Sono presenti sullo chassis quattro porte USB, tre di tipo 2.0 ed una 3.0, una micro-USB per la ricarica attraverso power bank, un jack da 3.5 mm per la connessione di cuffie o altoparlanti esterni, un connettore RJ45 per Ethernet LAN ed un lettore di MicroSD. C'è anche un'antenna esterna per migliorare la portata del segnale WiFi.

Interfacce sul lato sinistro

Frontalmente notiamo le griglie dell'altoparlante, il tasto di regolazione dei volumi, quello home e quello di accensione e spegnimento. Questa pulsantiera è realizzata in plastica rigida nera di qualità sufficiente. Manca, sul modello nelle nostre mani, l’attacco magnetico per il piccolo modulo di storage esterno opzionale che dovrebbe consentire di collegare Hard Disk fino a 2TB ed espandere così la capacità di archiviazione del dispositivo.

Interfacce sul retroDettaglio dei pulsanti sul bordo anteriore


Processore

Il nostro esemplare di Gole1 monta un processore Quad-Core Intel Atom X5-Z8300 con clock ad 1,44 GHz a 64-bit, memoria RAM saldata su scheda madre da 4GB di tipo LPDDR3, una scheda grafica integrata Intel Gen8 con 12EU, una memoria interna di tipo eMMC da 64GB, di cui 34GB disponibili su Windows e 16GB su controparte Android.

Il processore, è in realtà un vero e proprio SoC ad altissima efficienza energetica prodotto con litografia a 14nm e con un profilo termico di soli 2W (SDP) che permette di utilizzare una dissipazione completamente passiva e senza ventole per il raffreddamento. Quindi Gole1 è assolutamente silenzioso durante il funzionamento anche se il comfort acustico va a scapito di quello termico.

CPUz: Intel Atom x5-Z8550

Il SoC include al suo interno anche il controller di memoria, un motore di decodifica hardware dei formati video compressi che consente il decoding HEVC H.265, H.264 e VP8, oltre alla GPU. Quest'ultima è derivata da quelle integrate sui processori per notebook Intel Broadwell e supporta DirectX 11.2, OpenGL 4.3, OpenGL ES 3.1 e OpenCL 1.2.

Audio e video

Lo schermo che svetta nella parte superiore del Gole1 è un pannello IPS BOE modello 2002, che però verticalmente ha qualche problema con gli angoli di visione, ed è protetto da un rivestimento in plastica abbastanza morbida e sensibile ai graffi (consiglio di rivestire la superficie con una pellicola).

Il rivestimento G+P, plastic over glass, ha anche altri inconvenienti rispetto alle soluzioni che impiegano una copertura in vetro o particolari tecniche di laminazione come l'OGS: il rivestimento in polimero tende ad offrire una qualità d'immagine ed una precisione al tocco inferiore verso i bordi, e inoltre crea un'intercapedine che riduce la brillantezza del display. Con lo spettrofotometro Xrite abbiamo rilevato un valore di luminanza di 150 candele che rende questo schermo poco adatto all'uso all'aperto ed in condizioni di forte illuminazione ambientale.

Lo schermo del Gole1 è IPS ma ha un rivestimento in plastica di bassa qualità

Sebbene quindi Gole1 disponga di uno schermo integrato, tuttavia questo display non è sufficiente per sostituire completamente un monitor ed un TV esterno, ed ha principalmente funzioni di gestione del device e di input grazie al suo digitalizzatore multitouch capacitivo a 5 punti di contatto.

Analoghe considerazioni possiamo fare circa il comparto audio, che comprende un solo altoparlante a dispetto della presenza di due griglie frontali. L'audio offerto dall'altoparlante integrato è piatto e monotono, ed il volume è appena sufficiente per l'ascolto in ambienti non particolarmente rumorosi. Meglio affidarsi agli altoparlanti integrati nel TV o ad una periferica audio esterna.


Produttività e intrettenimento

Vista la presenza di un processore X86 quad-core, potrete cimentarvi con tutti i programmi per la produttività personale: Office, PDF Creator, Photoshop Lite o GIMP riusciranno a girare in modo affidabile su questa piattaforma, che potrete ad esempio utilizzare per mantenere la contabilità domestica (bollette, bonifici, posta certificata) o quella di un piccolo esercizio commerciale.

Non è uno strumento da utilizzare per l’editing (anche se leggero) di video, per la foto-manipolazione complessa o per l’uso di programmi esosi in termini di risorse, ma riuscirete senza nessun impedimento a navigare su Internet anche con un numero spropositato di tab aperte.
Ho trovato molto comodo questo device per la riproduzione di film e telefilm sia in streaming che in locale. 720p/1080p/4K in formato .mov e .mkv non hanno mai impensierito il Gole1, che è riuscito ad offrirmi una visione sempre fluida con sincronizzazione audio impeccabile ed un bitrate soddisfacente. Con l’ausilio di una buona connessione internet sono riuscito a fare streaming locale da NAS e quello in 1080p di Netflix e di SkyTG24 da browser.

Gole1 nella navigazione Internet

I 4GB di RAM fanno la differenza e rendono la fruizione semplice e veloce, nei limiti della fascia a cui appartiene il prodotto. Sotto forte stress con due browser aperti (Chrome e Microsoft Edge), con streaming YouTube e riproduzione di un filmato in 1080p, la RAM è stata riempita sino ad un valore di 3.2GB su 3.9GB, quindi un’ottima performance.

Test Windows 10
SuperPi (single-threading)  1M 2M 4M 8M
46,909s 102,664s 248,455s 526,132s
7Zip (multi-threading)  8MB / 4 thread
3945 MIPS
CrystalDiskMark   Sequenziale QD32 Random 4K QD32 Sequenziale Random
Read Write Read Write Read Write Read Write
129,8MB/s 47,40MB/s 29,44MB/s 16,04MB/s 158,5MB/s 46,55MB/s 16,03MB/s 13,99MB/s
PCMark 8  Home Conventional Home Accelerated
1107 pcmarks 1331 pcmarks

 

Test Android 5.1
Quadrant Totale CPU Memoria I/O 2D 3D
4260 1401 11200 5832 485 2381
Antutu Totale 3D UX CPU RAM
52332 12772 14922 19660 4978
Geekbench Single-core Multi-core
889 2001
Vellamo Browser Metal Multicore
3665 1188 1322
GFX Bench  Car Chase offs. Manhattan 3.1.1 offs. Manhattan 3.1 offs. Manhattan offs.  T-Rex offs.  Tessellation offs.  Texturing offs.  ALU 2 offs.
 392  347,2  595  751,9  1526  1433  1927 MTexel/s  1283

Gaming e comfort

Gole1 viene sponsorizzato sulla pagina di Indiegogo come una soluzione votata al gaming da salotto, ma se l’uso di giochi abbastanza complessi su Android è possibile, non si può dire la stessa cosa, invece, su piattaforma Windows. Un framerate altalenante ed una pessima giocabilità hanno ridimensionato le mie aspettative, ed ho visto sfumare la possibilità di sfruttare a pieno la compatibilità con Steam. Neanche un gioco semplice come Terraria è riuscito ad avere un frame rate stabile o sufficiente.

La differenza fra Android e Windows risulta anche dal benchmark cross-piattaforma 3DMark Ice Storm, che registra score e framerate inferiori del 20% sull'OS di Redmond.

 Ice StormIce Storm UnlimitedIce Storm Extreme
3DMark Windows Maxed out 14021 8561
Graphics 1 70,30fps Graphics 2 62,71fps Physics 34,74fps Graphics 1 38,98fps Graphics 2 33,93fps Physics 29,92fps
3DMark Android Maxed out 18174 10248
Graphics 1 119fps Graphics 2 75,5fps Physics 47,1fps Graphics 1 57,4fps Graphics 2 34,7fps Physics 36,4fps

Inizialmente avevamo imputato il problema ad un surriscaldamento del device sotto Windows, una sensazione rafforzata dal fatto che il telaio in metallo diventa molto caldo al tocco. Ma un esame più approfondito ha ribaltato completamente questa prima impressione: sottoponendo il Gole1 ad un test di stress prolungato con AIDA64 abbiamo registrato sempre temperature assolutamente sotto controllo perché il telaio riscaldandosi permette di dissipare meglio il calore prodotto dai componenti interni.

Test delle temperature

Lo stress test di AIDA64 ci ha comunque permesso di individuare un'altra possibile causa delle basse prestazioni nel 3D gaming su Windows perché a circa 5 minuti dall'inizio del test i driver video sono andati in crash.


Batteria ed alimentazione

La batteria del nostro esemplare pre-produzione, come già chiarito nelle sezioni precedenti, ha una capacità massima di circa 1800mAh a fronte della capacità di 2600mAh della batteria che va ad equipaggiare i Gole1 in vendita, ma è comunque in grado di alimentare il device per circa 2 ore su Windows.

Powermark, il benchmark della batteria di Futuremark, stima una autonomia di 2:01 ore, coerente con le nostre aspettative. Con le dovute proporzioni e con un po' di prudenza riteniamo che con la batteria definitiva l'autonomia possa essere superiore del 30% raggiungendo così le 3 ore.

La batteria del Gole1 è facilmente accessibile come gli altri componenti interni

È una durata più che sufficiente per il Gole1 perché lo schermo di diagonale ridotta e di bassa qualità non consentirà di impiegare il device in mobilità per un lungo tempo, se non rinunciando completamente al comfort d'uso. Il Gole1 infatti esprime il massimo delle sue potenzialità se collegato ad un TV o ad un monitor esterno ed in questa configurazione torna utile anche la scelta di un sistema di dissipazione passiva fatta da ChipHD in sede di design del prodotto: non c'è il rumore di una ventola a disturbare il vostro film o il vostro TV show preferito.

Insomma la batteria di questo mini-PC è una caratteristica aggiuntiva gradita ed utile, ma d'importanza marginale. Non è un grosso problema quindi se la ricarica è particolarmente lenta e se l'assenza di LED d'indicazione di stato sullo chassis non permette all'utente di capire quando terminano le operazioni di carica.


Conclusioni

Gole1 è un mini-PC un po' eccentrico che consigliamo ad un pubblico di geeks, di utenti dal palato forte che possono sorvolare o addirittura che possono porre rimedio a qualche sbavatura dovuta ad una ottimizzazione software un po' frettolosa. È un device con molti spunti interessanti ma per molti versi ancora acerbo che richiede attenzioni e una messa a punto aggiuntiva da parte dell'utente. Per gli smanettoni potrebbe essere divertente ma per i meno esperti potrebbe essere un vero calvario.

Gole1 è un mini-PC adatto ad utenti esperti

I limiti sono evidenti soprattutto con Windows 10, perché lo schermo da 5" è troppo scomodo per l'interazione col tocco anche in Tablet Mode e per le difficoltà nel gaming 3D che abbiamo descritto nelle sezioni dedicate ai test. Per fortuna c'è Android 5.1 in dual-OS che offre una perfetta esperienza utente su un display di formato smartphone e che si è dimostrato stabile e efficace grazie all'attento lavoro di supporto che è stato compiuto dagli ingegneri di Intel.

Speriamo comunque che ChipHD, forte del successo della campagna di crowdfunding, continui a sviluppare e migliorare questo device perché riteniamo che sia un concept affascinante. Ha buone prestazioni e sorprendenti capacità multimediali grazie al refresh del rodatissimo processore Intel Cherry Trail ed in più ha un paio di features che di solito non troviamo sui mini-PC, come la batteria integrata ed il touchscreen. Due optional che vanno però interpretati nel modo giusto: non pretendete di utilizzare il Gole1 in mobilità come fareste con un tablet e non pensate di guardare un film o di lavorare sul touchscreen. Potete invece usare il display touch come un dispositivo di input evoluto mentre il Gole1 proietta un video sul TV di salotto, o potete affidarvi alla batteria per accedere rapidamente ad Internet o ai file. Gole1 resta pur sempre un mini-PC e peraltro uno dei più economici.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy