Conclusioni

Gole1 è un mini-PC un po' eccentrico che consigliamo ad un pubblico di geeks, di utenti dal palato forte che possono sorvolare o addirittura che possono porre rimedio a qualche sbavatura dovuta ad una ottimizzazione software un po' frettolosa. È un device con molti spunti interessanti ma per molti versi ancora acerbo che richiede attenzioni e una messa a punto aggiuntiva da parte dell'utente. Per gli smanettoni potrebbe essere divertente ma per i meno esperti potrebbe essere un vero calvario.

Gole1 è un mini-PC adatto ad utenti esperti

I limiti sono evidenti soprattutto con Windows 10, perché lo schermo da 5" è troppo scomodo per l'interazione col tocco anche in Tablet Mode e per le difficoltà nel gaming 3D che abbiamo descritto nelle sezioni dedicate ai test. Per fortuna c'è Android 5.1 in dual-OS che offre una perfetta esperienza utente su un display di formato smartphone e che si è dimostrato stabile e efficace grazie all'attento lavoro di supporto che è stato compiuto dagli ingegneri di Intel.

Speriamo comunque che ChipHD, forte del successo della campagna di crowdfunding, continui a sviluppare e migliorare questo device perché riteniamo che sia un concept affascinante. Ha buone prestazioni e sorprendenti capacità multimediali grazie al refresh del rodatissimo processore Intel Cherry Trail ed in più ha un paio di features che di solito non troviamo sui mini-PC, come la batteria integrata ed il touchscreen. Due optional che vanno però interpretati nel modo giusto: non pretendete di utilizzare il Gole1 in mobilità come fareste con un tablet e non pensate di guardare un film o di lavorare sul touchscreen. Potete invece usare il display touch come un dispositivo di input evoluto mentre il Gole1 proietta un video sul TV di salotto, o potete affidarvi alla batteria per accedere rapidamente ad Internet o ai file. Gole1 resta pur sempre un mini-PC e peraltro uno dei più economici.

  • Indietro
  • Avanti

Commenti