Qualcomm aggiorna la sua piattaforma per il mobile computing con il Soc Snapdragon 8cx Gen 2 5G. Miglioramenti soprattutto in chiave networking, Intelligenza Artificiale e sicurezza per una nuova generazione di portatili 5G di categoria business.


Qualcomm Snapdragon 8cx gen 2 è il nuovo processore di punta per Always ON Always Connected PC con piattaforma WOA Windows on ARM. Rappresenta l'evoluzione del precedente Snapdragon 8cx che è stato tanto acclamato dalla critica e dagli appassionati di mobile computing, noi compresi, quanto assente dal mercato. Si pensi che era stato presentato a dicembre 2018, aveva fatto un debutto trionfale su notebook del calibro del Samsung Galaxy Book S a metà 2019, notebook che però sono arrivati in commercio solo nel 2020.

Oltre un anno di maturazione in un settore che si rinnova con ritmo semestrale è un po' troppo, ma resta altissima l'attenzione su questi processori che lentamente stanno concretizzando quella visione, a lungo sognata, di un'alternativa ai processori X86 in ambito notebook. Più che per la presenza commerciale, quindi lo Snapdragon 8cx è stato importante per aver gettato le basi della nuova piattaforma di computing Qualcomm, ed il chipmaker californiano gli rende omaggio mantenendo inalterato il nome (con la sola aggiunta del gen 2 per distinguere la nuova versione).

Qualcomm Snapdragon 8cx gen 2 5g è il nuovo processore per notebook Windows on ARM

Restano alcuni tipici vantaggi competitivi della piattaforma WoS Windows on Snapdragon, come l'impareggiabile durata della batteria, lo standby connesso, l'accelerazione dell'Intelligenza Artificiale, sottosistemi per fotocamere e audio che possono far leva sull'esperienza smartphone, con l'aggiunta del 5G SA ed NSA. Se il 5G è ancora un miraggio o una promessa sui notebook X86, sui notebook Qualcomm based è già alla seconda generazione, e come per la prima si tratta di un'implementazione 5G completa con supporto sia per Sub-6GHz sia per mmWave.

"Lo smart working è la nuova quotidianità, e sempre più aziende cercano una soluzione per connettere i loro dipendenti da remoto in modo veloce e sicuro. I PC Always Connected sono sottili, leggeri e autenticamente mobile, sono equipaggiati con connettività 5G e WiFi 6, con l'aggiunta di una durata della batteria su più giorni per una singola ricarica. Siamo entusiasti di espandere la nostra rete di partner con l'ingresso di Acer per continuare a traslare il meglio degli smartphone in ambito PC. Insieme realizzeremo dispositivi ed esperienze all'avanguardia in ambito consumer quanto in ambito business, permettendo a chiungue di creare e di collaborare ovunque si trovi."

Miguel Nunes, Senior Director, Product Management, Qualcomm Technologies, Inc

Prestazioni e durata della batteria

Molti dei blocchi del SoC Qualcomm Snapdragon 8cx Gen 2 5G sono rimasti invariati e fra questi anche la CPU che resta una octa-core Kryo 495 con litografia a 7nm. Alcuni commentatori ritengono che sia la stessa anche la GPU integrata, la Adreno 680 Extreme che al momento del lancio era la GPU Adreno più potente mai realizzata, ma in realtà sulla componente grafica Qualcomm mantiene ancora un certo riserbo limitandosi ad indicare una generica GPU proprietaria con supporto per DirectX12.

Nonostante sulla carta non ci siano differenze, potrebbe esserci qualche piccola novità che non emerge chiaramente dall'elenco di specifiche finora rilasciato, come ad esempio un leggero boost della frequenza di clock. Una ipotesi plausibile e che sembrerebbe confermata da Qualcomm che parla di un generico "miglioramento di prestazioni ed efficienza rispetto alla precedente generazione".

Qualcomm Snapdragon 8cx gen 2 5g: prestazioni a confronto con i processori Intel

I test pubblicati da Qualcomm indicano fino a 25 ore di autonomia e fino al 50% di performance in più rispetto ai concorrenti. Il termine di paragone è il processore Intel Lakefield aka Intel Core i5 con Intel Hybrid technology (Qualcomm non lo nomina esplicitamente ma c'è un solo modello, i5-L16G7) con TDP di 7W, ma Qualcomm vanta performance addirittura migliori anche degli Intel Core i5 10Gen attualmente in commercio con TDP di 15W e quindi serie U. Questi ultimi processori sono diffusissimi sui notebook, dai modelli mainstream da grande catena dell'elettronica fino agli ultrabook premium e siamo un po' sorpresi di vederli battuti da un chip ARM, non solo in termini di performance per watt ma anche in termini di prestazioni pure. Un dato che ci riserviamo di verificare nei nostri test ma che se confermato avrebbe una portata dirompente sugli attuali equilibri e più in generale sulla percezione collettiva dei notebook ARM-based.

Novità: networking, AI e sicurezza

È immutato anche il controller di memoria che era una delle principali differenze fra questi chip e le loro controparti mobile, con supporto per fino a 16GB di memoria LPDDR4X 2133MHz e drive SSD NVMe o UFS 3.0 per lo storage. Le principali novità si concentrano sul versante del networking che è stato aggiornato con un modulo Qualcomm FastConnect 6800 con Bluetooth 5.1 e WiFi 6 (802.11ax) tri-band 2.4GHz, 5GHz e 60GHz, con tecnologia DBS Dual Band Simultaneous.

Cambia anche il coprocessore dedicato all'AI che passa dall'Hexagon 685 all'Hexagon 690 con tecnologia Sensing Hub, mentre non subisce interventi il già ottimo dual-ISP Spectra 390 che può gestire una camera (o più) ad altissima risoluzione con capacità di acquisizione video fino a 4K UHD e foto fino a 32MP. La combinazione di ISP e DSP Hexagon sprigiona infinite nuove possibilità di utilizzo non solo in ambito consumer (gli smartphone di ultima generazione sono un perfetto esempio) ma anche in ambito business, ad esempio permettendo nuove modalità di interazione durante le videoconferenze di lavoro. Sarà particolarmente interessante vedere come il sistema operativo Windows e le applicazioni per Windows riusciranno a integrare l'Intelligenza Artificiale all'interno dei notebook ora che c'è una robusta accelerazione dell'inferenza lato hardware.

Un'altra tecnologia integrata che risulta utilissima per un utilizzo business ed in chiave di smart working è Qualcomm Aqstic con ECNS Echo Cancellation and Noise Suppression. Permetterà di avere un audio chiaro anche in ambienti rumorosi. Lo scenario d'impiego immaginato da Qualcomm e dai suoi partner OEM è chiaro: un notebook sottile, leggero, dotato di autonomia pressoché inesauribile, con l'esperienza familiare di Windows, che posso usare come punto d'accesso per la mia professione, per tenermi in contatto tramite video call con i colleghi, ed eventualmente trasformare in una postazione di lavoro fisso collegandolo a 2 display 4K quando sono a casa nel mio studio domestico.

L'ultimo tassello per completare il nostro puzzle è la sicurezza, importantissima soprattutto per il telelavoro perché il WiFi e le reti domestiche non sono sicure come quelle aziendali. Snapdragon 8cx Gen 2 5G permette ai manager IT dell'azienda di controllare da remoto le funzionalità e la sicurezza della macchina ed in più supporta Microsoft Secure Core PC e Windows Hypervisor.

Qualcomm Snapdragon 8cx Gen 2 5G Compute Platform sarà in dispositivi commerciali a partire dalla fine del 2020, primo fra tutti il nuovo Acer Spin 7 che peraltro è il primo laptop 5G della Casa taiwanese. Anche HP è al lavoro per sviluppare un PC portatile di categoria business con Qualcomm Snapdragon 8cx gen 2 a bordo, ed infatti è proprio questa apertura di campo verso il segmento dei PC professionali la parte più significativa di questa tornata di annunci.

Commenti