Home Recensioni Recensione Huawei P30 Pro - Fotocamere

Recensione Huawei P30 Pro - Fotocamere

Recensione del Huawei P30 ProNella nostra recensione del top di gamma Huawei P30 Pro cerchiamo di sintetizzare sensazioni, benchmark, esperienza d'uso al termine di un lungo periodo di prova. Riusciranno le qualità di questo smartphone a farlo emergere nonostante la congiuntura sfavorevole?

Fotocamere

La camera posteriore è un sistema di quattro sensori marchiato Leica e dotato di Intelligenza Artificiale. Abbiamo un sensore principale da 40 MP f/1.6, una grandangolare 20MP da f/2.2 e lo zoom ottico 5X da 8MP con apertura focale f/3.4 che ha questa particolare forma quadrata in quanto lo spessore vero e proprio della lente è tanto ed è quindi adagiata sullo smartphone e la luce viene riflessa da un prisma. Di fianco a questo trittico abbiamo poi un sensore ad infrarossi con tecnologia Time Of Flight che permette di fare una scansione 3D in real time.

Le performance fotografiche sono portentose e forse è riduttivo. Tutte, ma proprio tutte le foto vengono bene. E questo grazie ad una gestione dei colori e della luminosità perfetta. Di giorno sia negli scatti macro che in quelli panoramici abbiamo un livello di dettaglio elevatissimo. I colori sono saturi, forse a volte un filo troppo, ma sarà impossibile scattare una foto e non rimanerne soddisfatti. L’effetto sfocatura demarca in modo corretto i contorni, il bokeh è riuscito e piacevole e raramente sa di artefatto. Ottima la gamma dinamica e la gestione con l’HDR delle zone chiare e scure all’interno della stessa foto.

Il sistema di quad-camere posteriore è marchiato Leica

Molto comoda poi la fotocamera grandangolare per andare a riprendere scene in cui abbiamo la necessità di un’ampia visuale. Ho sinceramente sfruttato poco il teleobiettivo ma risulta in ogni caso anche questo di ottima qualità. Sicuramente più una mossa di marketing che di altro la possibilità dello zoom 50x ma rimane in ogni caso un valore aggiunto. Fatto sta che il 5x lavora bene e permette un ingrandimento soddisfacente mantenendo buoni dettagli e qualità. Impressionati anche le macro che possono essere fatte fino a pochissimi centimetri dal nostro soggetto.

Tra le migliori se non le migliori in ambito smartphone poi le foto di sera/notte in cui la luce catturata è elevatissima e tale da far risaltare la scena in ogni situazione. Con la modalità notte forse si snatura un po' troppo la scena ma rimane spesso l’unica alternativa per ottenere una foto buona. Permette comunque di intervenire manualmente sui valori di ISO e del tempo di esposizione se preferite ottenere foto più realistiche.

I selfie con la fotocamera frontale da 32 MP sono meno impressionanti delle foto con la fotocamera principale ma rimangono comunque buoni. Rimangono anche qui elevati i dettagli catturati e una buona gestione del colore, ma la qualità d'immagine decade un po' con il calare della luce.

Quello che infine colpisce delle foto è andare a vedere le dimensioni del file che non sono elevatissime e questo per l'eccellente lavoro svolto da Huawei nell’ottimizzazione di tutto l’algoritmo.

Su un alto livello si posizionano anche i video che possono essere realizzati fino a 4K 30 fps e che godono di una stabilizzazione ottima, al pari degli altri top di gamma. La messa a fuoco è poi veloce ma allo stesso tempo delicata. Ottima anche la qualità dell’audio registrato. La soddisfazione del comparto video rimane anche con la fotocamera frontale che riprende anch’essa con una buona stabilizzazione seppure solo digitale.


Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy