Home Recensioni Recensione HP Pavilion DV7 6000 (6099EL)

Recensione HP Pavilion DV7 6000 (6099EL)

Recensione del notebook HP Pavilion DV7 serie 6000 (DV7-6099el)HP Pavilion DV7 6099EL è un portatile della serie entertainment, al pari del Pavilion DV6 e rispetto al quale offre uno schermo più grande, mantenendone però al contempo inalterate tutte le caratteristiche di flessibilità d'uso, potendo spaziare dal lavoro all'intrattenimento grazie a una configurazione bilanciata e flessibile.

HP Pavilion DV7 serie 6000 è il fratello maggiore del Pavilion DV6 che abbiamo testato alcuni mesi fa e di cui ripropone tutte le caratteristiche salienti, come ad esempio l'elegante scocca realizzata in alluminio sia per quanto riguarda la cover che il palm rest e caratterizzata da un'elegante finitura satinata con colorazione Dark Umber. Lo stile è quello che abbiamo imparato a conoscere con l'altro modello, cantraddistinto da forme morbide ed eleganti, in grado di coniugare disinvoltamente raffinatezza e freschezza al tempo stesso, ed essendo così un portatile adatto tanto al professionista che vuol distinguersi senza rinunciare alla sobrietà, che all'utente consumer, in cerca di un portatile da posizionare in soggiorno come centro nevralgico da cui gestire film, foto e video quanto i piccoli task quotidiani.

Nel nostro caso abbiamo in prova un modello Pavilion DV7 6099EL che misura 416 x 275 x 31.6 mm, con un peso base di 3.43 Kg, numeri ampiamente giustificati non solo dalla generosa diagonale del portatile, ma anche dalla sua dotazione hardware. Le sue qualità di versatilità ed usabilità a 360° infatti sono dovute soprattutto alla piattaforma che Hewlett Packard ha scelto per questo notebook all-round, capace di gestire tanto applicativi da ufficio quanto di svolgere compiti di encoding-decoding video, senza dimenticare anche l'ambito videoludico, almeno per quanto riguarda il casual gamer che non ha pretese eccessive ma non disdegna di tanto in tanto di godersi qualche titolo 3D.

HP Pavilion DV7. Vista frontale

La configurazione selezionata dall'azienda di Palo Alto infatti è di tutto rispetto e prevede un processore quad core Intel Sandy Bridge di ultima generazione con clock rate a 2 GHz, fino a 8 GB di veloci RAM DDR3 a 1333 MHz, scheda video dedicata AMD Radeon HD 6490M con 1 GB di RAM GDDR5, hard disk da 640 GB a 5400 RPM e masterizzatore combo lettre Blu-Ray/masterizzatore DVD, oltre ovviamente al display da 17 pollici con risoluzione HD+ da 1600 x 900 pixel.

Alluminio satinato e colorazione Dark Umber del Pavilion DV7

Come si capisce bene già da questi dettagli e come vedremo meglio nel prosieguo della recensione, HP Pavilion DV7 6099EL si profila come un potenziale bestseller nella sua categoria di appartenenza, particolarmente amata in Italia insieme a quella dei portatili mainstream da 15,6 pollici. Un risultato degno di nota che solo un prodotto estremamente curato e ben concepito può riuscire a ottenere. Questa configurazione inoltre è reperibile facilmente con uno street price di 900 euro o poco più, che lo rende un portatile a nostro avviso particolarmente appetibile, in ragione di un rapporto prezzo/prestazioni molto vantaggioso.

Profilo destro dello HP Pavilion DV7