Home Recensioni Recensione HP Pavilion DV7 6000 (6099EL) - Tastiera e touchpad

Recensione HP Pavilion DV7 6000 (6099EL) - Tastiera e touchpad

Recensione del notebook HP Pavilion DV7 serie 6000 (DV7-6099el)HP Pavilion DV7 6099EL è un portatile della serie entertainment, al pari del Pavilion DV6 e rispetto al quale offre uno schermo più grande, mantenendone però al contempo inalterate tutte le caratteristiche di flessibilità d'uso, potendo spaziare dal lavoro all'intrattenimento grazie a una configurazione bilanciata e flessibile.

Tastiera e touchpad

Grazie alle sue ampie misure, lo HP Pavilion DV7 6099EL ha un telaio abbastanza ampio da alloggiare una tastiera completa di tastierino numerico, sicuramente molto apprezzato da studenti e professionisti. L'intero piano è realizzato anch'esso in alluminio satinato ed offre una confortante sensazione di robustezza ed affidabilità, essendo privo di flessioni. Il layout della tastiera è di tipo chiclet, ossia con i tasti ad isola che ormai vanno per la maggiore e offre una digitazione rapida, confortevole e priva di errori.

Per una maggiore rapidità ed efficacia, i tasti funzione non richiedono più la pressione del tasto Fn e sostituiscono a pieno titolo i pulsanti multimediali a sfioramento della precedente generazione di portatili HP Pavilion. Abilitare il controllo di alcuni parametri multimediali, come la regolazione del volume, l'avanzamento delle tracce sonore o video e la funzione mute, sarà quindi particolarmente semplice ed immediato.

Tutti i tasti infine presentano il rivestimento HP DuraKeys che ha lo scopo di rendere i simboli che vi sono impressi più resistenti all'usura dovuta alla digitazione. Il piano tastiera, pulito e lineare, è caratterizzato soltanto da una modanatura dalle linee morbide attorno alla tastiera, dalla griglia posta in alto a protezione degli speaker e dal grande touchpad Synaptics che domina l'intera parte bassa.

Tastiera ad isola sullo HP Pavilion DV7

Quest'ultimo inoltre è interamente circondato da un perimetro semitrasparente retroilluminato da LED blu, ed è quindi facilmente identificabile anche in ambienti con poca illuminazione. La superficie disponibile è molto ampia e permette di spostarsi facilmente da un lato all'altro del desktop, senza dover ogni volta staccare e riposizionare il dito dalla membrana. I due tasti comando, che sono separati e non uniti come si usa spesso ultimamente, sono facili da identificare anche al tatto ma sono elegantemente integrati all'interno del profilo stesso del touchpad.

Touchpad Synaptics

Il touchpad è di tipo multitouch e consente quindi un'interazione facilitata con diversi programmi, potendo svolgere molte funzioni col semplice tocco di due o più dita, senza bisogno del mouse. Presente anche la tecnologia ACM PalmCheck che identifica eventuali tocchi involontari sul touchpad mentre si digita, ignorandoli così da evitare spostamenti non desiderati del cursore.

In basso a destra invece troviamo il lettore di impronte digitali, dotato della tecnologia HP Simple Pass, che permette all'utente non solo di accedere al proprio notebook senza dover digitare l'eventuale password, ma di effettuare alla stessa maniera anche il login online su qualsiasi sito a cui sia iscritto. Il programma infatti permette di accoppiare una combinazione di nome utente e password per ciascun dito delle due mani.

HP Simplepass 2011: software di riconoscimento biometrico delle impronte digitali


Commenti (4) 

RSS dei commenti
Salve a tutti, ho acquistato 2 notebook della serie 6000 "6090el e 6190sl". Due macchine veramente potenti con la possibilita' di utilizzare 2 differenti schede video per limitare il consumo della batteria. Utilizza un sistema di regolazione delle ventole che riesce a capire se il notebook e posizionato su un piano o sulle gambe regolando la velocita' delle ventole per prevenire il surriscaldamento (possibilita' di regolazione anche manuale). Lo schermo e' molto luminoso con colori e bianchi piu' accesi rispetto alla serie 3000 (ho anche un dv7 3150el e la differenza dello schermo e' notevole). L'audio? Spettacolare con un sistema sourround a 4 altoparlanti, un sub e un sistema di controllo delle frequenza al top.
Hp in questa serie ha fatto sparire i tasti touch e il telecomando multimediale pero' c'e' da notare una miglioria riguardo all'autonomia.
Quindi, le caratteristiche principali sono positive ma come in tutte le cose ci sono i pro e i contro.
La serie 7000 monta una webcam Hd e forse e' questo l'unico neo di questa macchina... le immagini sono rallentate e scattose e per limitare questo problema bisogna usare la webcam in ambienti molto ma molto illuminati. Si, e' proprio una scocciatura dover avere puntato un faro da 100w. Non credo che ci sia soluzione infatti ho contattato Hp esponendo chiaramente il problema e sono stati loro a dirmi che questa webcam ha bisogno di molta luce. Pero', pur aumentando la luce le immagini non sono fluide e quindi se pretendete il massimo dovrete comprare una cam esterna.
Hp di recente ha commercializzato il nuovo dv7 "7099el" con un nuovo processore sempre a 2ghz, aggiungendo alla scocca un profilo cromato ma la webcam sembra proprio la stessa. Se qualcuno ha avuto l'opportunita' di testarlo ci dia notizie. Grazie.  
foggia

foggia

luglio 05, 2012

ciao, capisco la cosa dell'illuminazione, è infatti probabile che sensori come questo siano un po' scarsi in condizioni di bassa luminosità, ma non capisco perché va a scatti, cioé nn riesco a collegare sensibilità del sensore alla luce e fps, non è che smanettando con le impostazioni riesci ad aumentare un po' il numero di fotogrammi al secondo in modo da avere una ripresa più fluida?  
Dgenie

Dgenie

luglio 05, 2012

Cosi' come mi ha risposto il tecnico di Hp c'e' connessione tra fps e scarsa luminosita'... lui dice che l'hardware fa' piu' fatica a campionare i fotogrammi ma secondo me e tutta una scusa perche' questo modello come webcam fa veramente schifo e loro gia' lo sanno.
Cmq se qualcuno che come me ha riscontrato lo stesso problema sulla webcam me lo faccia sapere.  
foggia

foggia

luglio 30, 2012

salve...come faccio a riaccendere il led del tauchpad che si è spento???  
verni

verni

novembre 29, 2014

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy