Home Recensioni Recensione Elephone A5

Recensione Elephone A5

Recensione di Elephone A5Elephone A5 è una valida alternativa economica allo Huawei P20 Pro. A parte l'evidente somiglianza estetica, ha una solida piattaforma hardware incentrata sul Processore Mediatek Helio P60 con supporto per l'AI, un discreto ammontare di memoria ed una capiente batteria da 4000mAh.

Elephone A5 ripercorre esattamente la stessa formula che ha decretato il successo dell'Elephone A4 Pro: un design che combina alcuni degli elementi di maggiore tendenza, unito ad una piattaforma hardware Mediatek ma scegliendo processori di fascia medio-alta nel listino del chipmaker taiwanese, il tutto condito da un comparto fotografico d'effetto e da una batteria capiente.

Insomma, se dovessimo scegliere se acquistare Elephone A5 semplicemente basandoci sull'estetica e sull'elenco delle specifiche tecniche, non avremmo dubbi. Ha un elegante frame in metallo lucido, una ipnotica cover posteriore con gradiente stile Aurora Purple (o Twilight o Phantom Blue a seconda dei produttori di riferimento), uno schermo Full-HD con notch da 6,18" ed una tripla camera posteriore. La scheda tecnica prevede un processore Mediatek Helio P60 con accelerazione dell'AI, 4+64GB di memoria e una batteria da 4000mAh.

Elephone A5

Ad uno sguardo distratto sembrerebbe proprio uno Huawei P20 Pro del quale sostanzialmente rappresenta una alternativa a basso prezzo. Nel momento in cui scriviamo questa recensione, infatti, Elephone A5 è in vendita su Gearbest in versione europea ma spedito da Hong Kong al prezzo scontato di 169€ e da Myefox a 184€ con spedizione dai magazzini europei.

Un telefono molto gradevole dal punto di vista estetico, ma per il resto? Scopriamolo assieme.

Unboxing

Iniziamo ovviamente dando uno sguardo alla confezione di vendita completamente realizzata in cartoncino bianco. All’interno troviamo un caricatore con presa europea e con uscita 5V 2A che impiega poco più di due ore per portare al 100% il nostro telefono.
C’è poi un cavo Type C, una cover in TPU, la spilla per aprire il carrellino della SIM e ovviamente l’A5.

La confezione di Elephone A5 ...... ed il suo contenuto


Scheda tecnica e piattaforma hardware

Il processore Mediatek Helio P60 MT6771 è uno dei più recenti della Casa taiwanese e, oltre ad assicurare un buon livello di prestazioni con i suoi 8 core di calcolo ed i 3 core della GPU ARM Mali-G72, supporta anche l'accelerazione di alcuni fra i più diffusi framework dedicati all'Intelligenza Artificiale. Grazie all'implementazione della AI, Elephone A5 riesce ad offrire alcune funzionalità di nuova generazione come il face unlock o lo scatto assistito.

A completare le specifiche tecniche di questo smartphone poi è da segnalare la presenza della banda 20, un WiFi tutto sommato buono visto che nella postazione dove con i top di gamma raggiungo i 60Mbps qui arrivo a circa 50Mbps. Il Bluetooth è 4.2, e il GPS ha una buona ricezione del segnale.

Mediatek Helio P60

  • Schermo: 6,18 pollici, FHD+ 2246 x 1080 pixel incell 18.7:9 multitouch a 5 punti
  • Processore: Mediatek Helio P60 MT6771 Octa Core 2.0 GHz
  • GPU: ARM Mali-G72 MP3
  • Sistema operativo: Android 8.1
  • RAM: 4/6 GB LPDDR4X
  • Storage: 64/128 GB ROM
  • Fotocamera:
    • Fotocamera posteriore: 12.0MP con pixel da 1,28μm + 5.0MP + 0.3MP
    • Fotocamera frontale: 20.0MP + 2.0MP con supporto per face ID
  • Sensori: G-sensor, P-Sensor, L-sensor, Gyro, Compass, hall
  • Porte: jack da 3,5mm e USB-C
  • Espansioni: slot dual-SIM ibrido due nanoSIM o una nanoSIM ed una card microSD
  • Networking: GPS/Glonass, Bluetooth 4.2, WiFi 802.11b/g/n/ac dual-band 2.4GHz/5GHz, 4G LTE
  • Batteria: 4000mAh con ricarica rapifda 9V 1.8A
  • Dimensioni: 15.50 x 7.55 x 0.81 cm
  • Peso: 200g
  • Altro: lettore d'impronta side-fingerprint

Design e schermo

Esteticamente come detto nella introduzione è davvero piacevole, in particolare per il retro con gradiente "Starry Blue" anche se ricorda in modo eclatante il P20 Pro Twilight. In ogni caso è bello l’effetto gradiente, ed è di qualità essendo in vetro e non presentando difetti di assemblaggio o costruzione.

Purtroppo, non ha un trattamento oleofobico e quindi se lo utilizzate senza cover si sporcherà facilmente. La cornice in alluminio lucida ha una piacevole bombatura e racchiude sul lato destro oltre a bilanciere per il volume e al tasto power anche il lettore di impronte digitali. Questa soluzione non è adottata molto spesso in quanto costringe a tenere elevato lo spessore ma la trovo molto comoda. Qui il funzionamento è però solo discreto in quanto sebbene molto preciso non è rapido nella lettura, anche andando a registrare più volte la stessa impronta.

La cover di Elephone A5 è impreziosita dal gradiente "Starry Blue"

USB-C sul fondoJack audio sul lato superiore

Abbiamo poi nella parte superiore il jack audio da 3,5 mm per le cuffie, sul lato sinistro il carrellino con la classica soluzione dual SIM o SIM più espansione della memoria microSD. Sulla parte inferiore invece oltre alla porta USB type C troviamo l’altoparlante di sistema dal volume elevato e con una qualità media, povera di bassi ma che non distorce e riproduce alla fine un suono piacevole.

Particolare del side fingerprint

Sulla parte frontale abbiamo la seconda cosa realmente riuscita del telefono, ovvero lo schermo. Le dimensioni sono abbondanti, essendo da 6,18”, la tecnologia è IPS LCD  e la risoluzione è la classica FULL HD+. I colori sono molto buoni, non virano inclinando lo smartphone mantenendo quindi un buon angolo di visione. Anche la luminosità è soddisfacente con un sensore per la regolazione automatica che lavora in modo corretto. Viene inoltre fornito di serie di una pellicola in vetro, utile, ma che trattiene un po’ le ditate.

Il display dell'Elephone A5 ha l'immancabile notch

Sulla parte superiore abbiamo l’ormai imprescindibile notch, che qui come su molti altri smartphone di origine cinese non è gestito benissimo. Alcune icone delle notifiche risultano tagliate, alcune app non vengono comunque visualizzate a tutto schermo ed inoltre anche essendo particolarmente grande non contiene un LED di notifica. Abbiamo però al suo interno due fotocamere oltre naturalmente alla capsula auricolare che permette buone conversazioni in chiamata.

Il telefono alla fine si presenta quindi leggermente tozzo merito dallo spessore da poco più di 8 mm e pesante visti gli oltre 200 grammi. In compenso, al suo interno troviamo una capiente batteria da 4000 mAh.
E l’autonomia è stata ampiamente soddisfacente per quanto mi riguarda essendo sempre riuscito a concludere le giornate, arrivando anche ad oltre 8 ore di schermo acceso, anche se il comportamento varia abbastanza dal tipo di utilizzo, essendo il processore abbastanza energivoro quando spremuto.


Test

La configurazione in prova di Elephone A5 prevede un processore Mediatek Helio P60 octa core a 2GHz, abbinato ad una Mali G72 e a 4GB di RAM oltre ai 64 di memoria ROM. È una dotazione più che sufficiente ma se aveste necessità particolari, vi ricordo che Elephone realizza anche una variante da 6+128GB.

Le prestazioni nell’utilizzo delle applicazioni o dei giochi sono assolutamente soddisfacenti ma è evidente che manca a suo supporto una ottimizzazione del software, presentando evidenti lag in operazioni semplici come quando tiriamo la tendina dei toggle, o quando scorriamo il menu o per passare da un’app all’altra.

A parte questi piccoli rallentamenti che un po’ ne minano l’esperienza d’uso non ci saranno evidenti limiti nel suo utilizzo, visto che anche giochi relativamente pesanti come real racing vengono riprodotti correttamente e non hanno rallentamenti.

Quadrant Totale CPU Memoria I/O 2D 3D
- - - - - -
Antutu Totale GPU UX CPU MEM
134813 29384 35683 59787 10004
Geekbench 4 Single-core Multi-core
1510 5860
Vellamo Browser Metal Multicore
5401 2757 3480
GFX Bench Car Chase offs. Manhattan 3 off.
Aztek Ruins Vulkan off.
Aztec Ruins OpenGL off. T-Rex offs. Tessellation offs. Texturing offs. ALU 2 offs.
406,4 517,1 404,3 422,4 2079 1814 1835MTexel/s 1526
3DMark Ice Storm Extreme Ice Storm Unlimited
Sling Shot
Max 19813 1568
G1 59,1 fps G2 41,9 fps PHY 57,9 fps G1 130,6 fps G2 60,7 fps PHY 73 fps G1 9,6 fps G2 4,6 fps PHY 42,8/23,5/12,7
PCMark  Work 2.0 
7314 Web browsing Video editing Writing Photo editing Data manipulation
8258 4992 6854 13868 5342

Fotocamere

Per quanto riguarda infatti le fotocamere principali di giorno o in condizioni di buona luminosità abbiamo scatti dai buoni colori, definiti, con una messa a fuoco rapida e un effetto sfocatura che al contrario di tanti altri suoi competitor qui convince realmente.
Ovviamente i limiti maggiori vengo fuori con poca luce, dove aumenta decisamente il rumore digitale. In questi casi però in parte ci può aiutare la terza fotocamera che scatta infatti in bianco e nero catturando maggiori dettagli e luce.

Particolare della tripla camera posteriore di Elephone A5

Per quanto riguarda invece le fotocamere frontali i risultati sono mediocri. Infatti pur ottenendo buoni effetti sfocatura, le foto in generale risultano un po’ impastate e non di primissima qualità. Adatte quindi ad un utilizzo social ma nulla di più.
I video sono anche questi nella sufficienza. Possiamo infatti girare con entrambe le fotocamere fino al fUllHd a 30 fps. E con entrambe le fotocamere possiamo attivare la stabilizzazione elettronica che, anche se mediocre, sicuramente migliora il risultato finale. Il problema maggiore è nella messa a fuoco che è spesso lenta e non può essere fatta con un tap sul display.

Insomma alla fine darei un 7 per quanto riguarda le foto ed un 6,5 nei video.


Software

Si poteva fare di più sul versante software: oltre alla presenza dei lag menzionati prima, abbiamo Android aggiornato ad Oreo 8.1 ma le patch di sicurezza ferme ad ottobre. Segnalo in ogni caso che durante il mio mese di utilizzo ci sono stati due piccoli aggiornamenti OTA e che Elephone ha promesso che verrà rilasciato un aggiornamento ad Android 9 per questo terminale.

Abbiamo per il resto una leggera personalizzazione Elephone, che tutto sommato rende piacevole il menù, e sono presenti poi alcune classiche scorciatoie. Abbiamo poi la sezione Duraspeed che ci permette di disattivare il risparmio energetico su alcune app, fondamentale per poter associare al telefono qualche wearable. Quello che però passa alla fine è la sensazione di approssimazione del software, evidente anche dalla mancanza di allineamento delle notifiche di sistema.

Il sistema operativo è Android 8.1 in attesa di Android Pie

Conclusioni

La piattaforma hardware con chip Mediatek Helio P60 ha prestazioni decisamente migliori delle aspettative, anche perché dopo anni di smartphone cinesi con processori MT6753, nel grande pubblico è calata la fiducia verso questo chipmaker. Peccato che il software non riesca a sfruttare pienamente le potenzialità dei nuovi processori ma siamo fiduciosi che l'esperienza utente possa migliorare con il promesso aggiornamento ad Android P.

La batteria ha una capacità superiore alla media e l'autonomia ne riceve beneficio, mentre sul versante del comfort termico non ho mai avvertito un calore fastidioso sulla scocca.

Il design, seppure non particolarmente originale, è sicuramente uno dei punti di forza di questo smartphone. Sono invece meno convincenti i risultati delle 5 fotocamere, anche se in generale e vista la fascia di prezzo non possiamo certo dire di essere delusi.

In conclusione quindi un buon telefono lato hardware, bello esteticamente, ma che pecca soprattutto lato software. Vi ricordo che potete acquistarlo con sconto del 30% sia su Gearbest con spedizione da Hong Kong, sia su Myefox con spedizione dai magazzini europei se preferite non avere pensieri di garanzia e di dazi doganali.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy