Home Recensioni Recensione Asus M60J - Comfort ed accessibilità interna

Recensione Asus M60J - Comfort ed accessibilità interna

Asus M60jComponentistica di alto livello e design elegante rendono Asus M60J il nuovo punto di riferimento per gli appassionati dell’intrattenimento multimediale: analizziamolo più attentamente con una prova.

Confort acustico e termico

Il sistema di dissipazione si è dimostrato adeguato alla componentistica: nonostante i consumi energetici sicuramente non favorevoli, le temperature interne rimangono abbastanza contenute.  Dopo quasi un’ora di stress test con Everest (con il processore costantemente a pieno carico), il diodo sul socket ha registrato una temperatura massima di 80 gradi, valori analoghi sono stati registrati sui sensori interni ai Core della CPU, mentre l’ottima posizione dell’alloggiamento dell’hard disk non ha permesso al calore prodotto dal processore di incidere sulle temperature del disco, che infatti rimangono di poco inferiori ai 30 gradi.

Sistema di reffreddamento del notebook Asus M60J

E’ stata registrata una velocità massima della ventola di circa 3800 rpm ma, nonostante questo, la rumorosità a pieno carico non è eccessivamente fastidiosa e in stato di idle il disturbo è quasi assente.

Test temperature

Accessibilità e possibilità di aggiornamento

Ottima l’accessibilità, il sistema di dissipazione si smonta e si pulisce in pochi minuti: un bel vantaggio quando si esegue la regolare manutenzione del computer. Tutti i componenti essenziali possono essere trovati smontando semplicemente gli sportelli presenti sulla parte inferiore, nulla è stato nascosto o reso inaccessibile all’utente medio. Partendo da sinistra troviamo gli alloggiamenti per i due hard disk (separati da un listello di plastica), i moduli di memoria RAM, il processore, la scheda di rete wi-fi e la scheda video. Quest’ultima è stata implementata su un modulo MXM rendendo teoricamente possibili upgrade futuri. Tuttavia ricordiamo che la scarsa disponibilità di schede su moduli MXM, i prezzi salati e la compatibilità del BIOS incerta, rendono molto difficoltosi aggiornamenti di questo tipo e sono quindi vivamente sconsigliati.

Asus M60J, fondo

Fondo aperto

Dettaglio

Attualmente parlare di un upgrade del processore è abbastanza prematuro, soprattutto perchè il BIOS ha probabilmente il supporto solo per i tre principali processori Core i7 Mobile in produzione. Inoltre i costi molto alti di questo tipo di CPU rendono piuttosto basso il rapporto incremento prestazionale/prezzo, rendendo economicamente sconveniente un’operazione di questo tipo.
L’espandibilità massima della memoria RAM è di 8 GB, ma vista la presenza di due soli slot bisognerà acquistare due costosissimi moduli da 4 GB di tipo DDR3. Attualmente il costo di un simile upgrade supera abbondantemente i 200 euro.

Coppia di dischi rigidi

fondo_8_processore_core_i7_720qm

Nvidia GeForce 240M