ImageIntel anticipa alcuni degli argomenti di discussione dell'IDF Spring 2008 di Shanghai: architettura Nehalem, bus QuickPath Interconnect, processori Dunnington, Tukwila e Larrabee e tanto altro.

Anticipando quello che vedremo all'IDF Spring 2008, Pat Gelsiger, Vicepresidente di Intel e Direttore Generale del Digital Enterprise Group, ha presentato le prossime novità in materia di processori:

  • Intel Dunnington, un processore per server composto da 6 core, con un ampio quantitativo di cache e fabbricato con processo produttivo Hi-k a 45nm.

Image
  • Intel Tukwila, la prossima generazione di processori Itanium, con 4 core, oltre due miliardi di transistor ed un totale di 30MB di cache! Secondo le stime del produttore dovrebbe garantire fino al doppio delle performance delle attuali CPU Itanium, anche se il TDP dovrebbe restare contenuto entro 130W.

Image
  • Intel Nehalem, la prossima architettura per processori desktop e notebook, permetterà di combinare da 2 ad un massimo di 8 core, per un totale di 731 milioni di transistor con fino a 8MB di cache L3. Il controller di memoria integrato permetterà di gestire moduli DDR3-800/1066/1333. Dei primi due processori Intel Nehalem per notebook, Clarksfield e Auburndale, ci siamo già occupato dettagliatamente in questa notizia, alla quale rinviamo chi voglia approfondire l'argomento.

Image
  • Intel Larrabee è un processore vettoriale (VPU) di tipo SIMD (Single Instruction, Multiple Data), creato espressamente per applicazioni grafiche, ma che può gestire in maniera altrettanto efficiente anche altre applicazioni che richiedono l'elaborazione di grandi moli di dati in parallelo. Supporterà i set di API DirectX e OpenGL.

Image


Grazie a questi nuovi microchip, la multinazionale californiana amplierà il range di prodotti basati sulla sua architettura (IA, Intel Architecture), dai server HPC agli smartphones.

Image 

 

  • Indietro
  • Avanti

Commenti