Home News Roadmap: Intel Ice Lake a 10 nm a giugno, chip a 7 nm nel 2021

Roadmap: Intel Ice Lake a 10 nm a giugno, chip a 7 nm nel 2021

Intel Ice Lake a 10 nm a giugno, chip a 7 nm nel 2021Intel ha annunciato che i primi chip "Ice Lake" a 10 nm per notebook saranno spediti ai produttori OEM/ODM a partire da giugno, mentre i chip a 7 nm saranno pronti nel 2021. L'anno prossimo invece saranno protagoniste le GPU dedicate di Santa Clara.

Stando alle ultime dichiarazioni, Intel sarebbe pronta al rilascio dei primi processori a 10 nanometri - quelli che ormai conosciamo con il nome in codice "Ice Lake" - per computer portatili. Le spedizioni alle aziende OEM/ODM dovrebbero partire a giugno, ma solo dal prossimo autunno potremo vedere nei negozi dei notebook basati su questi chip, anche se siamo sicuri che Santa Clara ci riserverà un piccolo assaggio su queste novità al Computex 2019 di Taipei in programma tra poco più di due settimane.

Intel a 7nm nel 2021

Intel ha impiegato tempo e risorse per raggiungere questo obiettivo: nell'ultimo decennio la società di Santa Clara ha adottato un modello di produzione - chiamato "Tick-Tock" - che ha comportato una riduzione del die ogni anno (o due) ma negli ultimi tempi Intel ha abbandonato questo approccio allo sviluppo dei microprocessori, rimanendo bloccata ai 14 nanometri dal 2014 (fatta eccezione per alcuni chip "Cannon Lake" da 10 nm lanciati nel 2018). Quindi cosa ci riserverà il futuro?

10 nm nel 2019

Nel giro di qualche mese, Intel spedirà i primi chip a 10 nm, a cominciare dai processori "Ice Lake" per notebook. Al momento non abbiamo molte informazioni sulle loro prestazioni, ma Santa Clara assicura alcuni miglioramenti significativi (fino a tre volte più veloci) rispetto ai modelli di generazione precedente nella grafica, nella transcodifica video, nella velocità wireless e nelle capacità AI.

Intel prevede inoltre di commercializzare i suoi processori "Lakefield", annunciati al CES 2019, sfruttando la tecnologia di packaging 3D Foveros su un singolo processore per assicurare un minor consumo energetico, prestazioni grafiche migliori e un ingombro (fisico) più ridotto, per consentire l'utilizzo dei chip anche in ultrabook e ultraportatili. Alcuni dei chip a 10 nm attesi per il prossimo autunno saranno inoltre accompagnati da processori FPGA, chip AI, processori grafici e un sistema-on-a-chip 5G-ready.

Intel Ice Lake

Tutto ciò ci porta ad un'unica riflessione: visto che Tick-Tock non esiste più, la linea di produzione seguirà la roadmap Process-Architecture-Optimization. Quindi possiamo aspettarci chip a 10 nm quest'anno, chip a 10nm+ l'anno prossimo e chip a 10 nm++ nel 2021.

7 nm nel 2021

Se Intel riuscirà a rispettare queste tempistiche, il 2021 sarà anche l'anno dei chip a 7 nm, i primi realizzati con la nuova litografia EUV (extreme ultraviolet) dell'azienda, da cui ci aspettiamo prestazioni migliori del 20% per watt rispetto agli equivalenti a 10 nm.

Come AMD, i primi chip a 7 nm di Intel non saranno in realtà delle CPU ma dei processori grafici, ma con una sostanziale differenza: le prime GPU a 7 nm di AMD sono già disponibili (anche se costose) e progettate per data center come Radeon Instinct, mentre quelle di Intel saranno pronte solo tra un paio d'anni e pensate per un uso generico.

Intel Ice Lake a 10 nm a giugno

GPU dedicate nel 2020

A questo proposito, Intel ha confermato quanto dichiarato la scorsa estate: la sua prima GPU dedicata verrà lanciata l'anno prossimo. Santa Clara ha un ruolo marginale nel settore della grafica per i suoi sottosistemi Intel HD integrati nei processori mainstream dell'azienda ma - a partire dal 2020 - Intel sarà pronta a sfidare Nvidia e AMD anche nel mercato della grafica dedicata con GPU che potrebbero essere utilizzate per giochi, rendering, mining di criptovaluta e altre attività che necessitano di un impiego di risorse grafiche.

Via: Liliputing

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy