Non avevamo grosse aspettative su UMIDIGI UFit ma, nonostante il prezzo davvero accessibile sotto i 50 euro, questo smartwatch è riuscito a convincerci per le sue tante funzionalità e la buona fattura. Abbiamo raccolto le nostre impressioni in questa recensione.

Abbiamo avuto l'opportunità di provare UMIDIGI UFit, il nuovo smartwatch dell'azienda cinese. Costa meno di 50 euro su Amazon (per l'esattezza 46.99 euro) e, considerando il prezzo davvero concorrenziale, non avevamo molte aspettative né sul design, né sui materiali, né sulle funzionalità, ma dobbiamo ammettere che sbagliavamo: il fitness tracker appartiene alla fascia più bassa del mercato, ma colpisce per la buona costruzione e la fluidità del sistema, quasi al pari di altri modelli ben più costosi che abbiamo testato negli ultimi mesi.

UMIDIGI UFit

Utilizzandolo per circa 10 giorni, possiamo affermare che tutte le impressioni (positive) iniziali sono state confermate nel corso della nostra prova, perché UMIDIGI UFit è certamente uno smartwatch economico ma "di sostanza". Non si perde nei dettagli, ma va dritto al punto, offrendo nella sua essenzialità tutto ciò di cui l'utente ha bisogno e forse anche di più. Vi basti pensare, che UFit non si limita al monitoraggio del battito cardiaco, che è ormai diventato una caratteristica piuttosto comune negli indossabili, ma aggiunge anche la misurazione dell'ossigenazione del sangue e della pressione.

Noi abbiamo provato l'orologio nello stesso periodo in cui abbiamo testato lo smartphone UMIDIGI A3X (se avete perso la recensione, potete recuperarla in questa pagina) e abbiamo apprezzato anche come l'azienda cinese sia riuscita ad integrare le funzionalità così diverse di questi due dispositivi in un'unica app.

Pro

  • Design, ergonomia e materiali
  • Sensore SpO2
  • Display
  • Prezzo ottimo

Contro

  • Software migliorabile
  • Applicazione essenziale
  • Cavo di ricarica fragile
  • Bundle spartano
0
Ottimo rapporto qualità prezzo, ma software migliorabile
Design 0/10
Prestazioni 0/10
Prezzo 0/10
Materiali 0/10



Il primo contatto con UMIDIGI UFit passa dalla confezione, che in realtà è forse l'unico punto debole di questo smartwatch: la scatola è anonima, totalmente in colorazione nera con il solo logo "UMIDIGI" in rosso, ma all'interno rivela una maggiore cura nei dettagli, regalando un'esperienza di unboxing più che sufficiente: oltre allo smartwatch, troviamo il cavo di ricarica USB con connettore proprietario (due pin Pogo Pin) ed un piccolo manuale di istruzioni.

UMIDIGI UFit

Purtroppo il contenuto è davvero ridotto, ma non ci aspettavamo nulla di diverso, considerando la fascia di prezzo. Forse l'azienda avrebbe potuto aggiungere un secondo cinturino di ricambio, magari in un colore più estivo o in tessuto, oltre quello fornito con lo smartwatch, ma per il momento UMIDIGI UFit prevede un solo braccialetto nero (20 mm) di buona qualità tra l'altro intercambiabile con quello di uWatch 3.

Specifiche tecniche UMIDIGI UFit

  • CPU: Nordic nRF52840
  • Display: TFT LCD da 1.3 pollici touch (240 x 240 pixel) 2.5D
  • Batteria: 210 mAh
  • Autonomia: 7-10 giorni, 30 giorni in standby
  • Tempo di ricarica: circa 1h30
  • Connettività: Bluetooth 5.0
  • Sensori: PGG, SpO2, accelerometro, altimetro
  • Impermeabilità: IP68 (fino a 5ATM)
  • Cinturino: silicone nero
  • Colori: Starry Black (nero)
  • Peso: 39 grammi
  • Dimensioni: 42 x 36 x 12 mm
  • Compatibilità: Android 4.4 (o superiori) e iOS 8 (o superiori)
  • App: VeryFitPro

Il design non è tra i suoi punti di forza ed anche se manca di originalità (non ricorda anche a voi un Apple Watch o un Amazfit Bip), come quasi tutti gli smartwatch in commercio, a noi è piaciuto tanto proprio per la sua semplicità. Esteticamente è gradevole, pulito nelle linee e dallo stile casual: la cassa di forma squadrata con bordi arrotondati è realizzata in acciaio 316L nella parte superiore della scocca e in plastica per i bordi e il fondo, con colorazione nera e finiture davvero ottime considerando la fascia di prezzo.

Tutto sommato però UMIDIGI UFit è molto resistente, tanto che è riuscito a guadagnare la certificazione IP68, che lo rende impermeabile fino a 5ATM. Potrete quindi indossare questo smartwatch in un allenamento sotto la pioggia, in doccia, così come in piscina o al mare soprattutto in questo periodo estivo.

UMIDIGI UFit

Il fronte anteriore è occupato dal display TFT LCD da 1.3 pollici, che ha una buona risoluzione (240 x 240 pixel) ed un livello di luminosità che ne permette la visione anche sotto la luce diretta del sole. Peccato che non sia possibile settarla in modalità automatica, risparmiando anche un po' di energia, ma solo manualmente su tre livelli predefiniti. L'azienda ha optato per un vetro leggermente arrotondato sui bordi (2.5D), quasi in continuità con la cassa, trattato con un rivestimento anti-impronta che possiamo conferma funziona piuttosto bene. Sul retro, invece, prendono posto i sensori per la misurazione del battito cardiaco e per l’ossigenazione del sangue, i due pin per la ricarica e gli innesti per il cinturino da 19 mm.

UMIDIGI UFit

Passando ai bordi, scopriamo sulla destra dello schermo l'unico pulsante: touch, accende/spegne lo schermo dello smartwatch e funge anche da tasto "Indietro" nella navigazione dell'interfaccia. Noi lo abbiamo utilizzato anche per stoppare il rilevamento dell'attività sportiva alla fine di una sessione di esercizi.

Come già anticipato, il cinturino è in silicone nero. Molto pratico nell'utilizzo quotidiano e abbastanza resistente, è un braccialetto standard da 20 mm quindi - come comunicato dalla stessa azienda - è intercambiabile e potrete sostituirlo con facilità con braccialetti di altri modelli (uWatch3 per esempio).



L’abbinamento con lo smartphone (e noi ne abbiamo provati tanti) è molto semplice, rapida e intuitiva, grazie alla connessione Bluetooth e all'app dedicata VeryFit Pro. Abbiamo già avuto l'opportunità di testare questa applicazione nel corso della recensione di UMIDIGI A3X, ma anche in questo caso la configurazione è guidata, aiutando l'utente in ogni fase del pairing.

UMIDIGI UFit

L'interfaccia utente dello smartwatch è colorata e davvero completa: con uno swipe in basso dal quadrante si raggiungono le notifiche, con uno swipe in alto si va alla schermata con passi, riassunto dei risultati delle attività, calorie e battito, con uno swipe verso destra si sbarca nel minicentro di controllo, mentre con uno swipe verso sinistra si accede al menù principale, dove troviamo le seguenti voci: Sport in cui si può monitorare l’attività fisica, Frequenza cardiaca, Ossigeno nel sangue, Pressione sanguigna, Rilassamento per fare esercizi di respirazione, Sveglia per avviare o creare allarmi, Musica per controllare la musica dallo smartphone, Timer per stopwatch o timer, Impostazioni per i vari settaggi dello smartwatch, Ricordo dello sport con lo storico delle attività monitorate dall'orologio.

Buono il controllo dell’allenamento che ci ha pienamente soddisfatto, riconoscendo jogging, camminata, bici, tapis roulant, trekking, nuoto, libero e yoga, ma avremmo preferito che UMIDIGI avesse allargato il comando "Musica" a tutti gli smartphone, in quanto abbiamo verificato che con gli iPhone la funzione non è attiva. In questo caso però gioco un ruolo importante anche iOS, notoriamente chiuso verso smartwatch di terze parti).

UMIDIGI UFit

Il sensore PPG, che monitora il battito cardiaco h24, è "stranamente preciso" e affidabile anche confrontato con Apple Watch o Fitbit Charge 4. Per noi è stata una vera sorpresa, considerando il costo davvero irrisorio dell'orologio, ma questa sensazione è stata poi confermata anche dalla stabilità della connessione Bluetooth: UMIDIGI UFit non si è mai disconnesso dallo smartphone (un iPhone 8). Per il mondo femminile, è possibile anche tenere sotto controllo il ciclo mestruale.



La batteria dura 30 giorni in standby, mediamente 10 giorni con un uso normale e fino a 7 giorni se si monitora l’attività sportiva durante la settimana per almeno 2/3 giorni. Per utilizzo normale, intendiamo un uso moderato dell'orologio con rilevamento del battito attivato, notifiche, allenamento 2/3 volte a settimana, giroscopio per l’attivazione tramite rotazione del polso e luminosità al massimo. Probabilmente disabilitando o modificando alcune funzioni, potrete ottenere risultati migliori nell'autonomia, ma a nostro parere è già un ottimo risultato così, anche considerando la scelta di un display TFT (e non un OLED più efficiente).

Si ricarica da 0 al 100% in circa 1 ora e 30 minuti tramite il cavetto USB con connettore proprietario presente in confezione. Il  sistema di ricarica è comodo anche se ogni tanto il cavo si potrebbe staccare, se mosso o non agganciato bene, ma nulla di importante da segnalare.

 VeryFit Pro VeryFitPro VeryFit Pro

VeryFit Pro

Il comparto notifiche è sufficientemente completo. Non sono presenti speaker e microfono per rispondere/avviare una telefonata direttamente dal polso, ma in compenso è possibile accettare o rifiutare la chiamata stessa. Un discorso simile vale anche per le notifiche che si possono leggere e cancellare, ma con cui non si può interagire.

VeryFit Pro è l'app dedicata, disponibile per Android 4.4 (o superiori) e iOS 8 (o superiori). Non ha presentato problemi e anomalie nella connessione e ci ha conquistato per l'estetica pulita ma completa. Le schermate visibili nell'applicazioni sono identiche a quelle che abbiamo già analizzato per UMIDIGI A3X:

HOME
In questa schermata abbiamo tre sottosezioni: la prima è dedicata al monitoraggio dell’attività fisica con passi registrati, obiettivo di passi giornalieri, media, calorie bruciate, distanza percorsa in giornata e durata dell’attività sportiva del giorno corrente, la seconda categoria riguarda il monitoraggio del sonno con periodo di sonno, durata del sonno profondo, durata del sonno leggero e durata di dormiveglia, mentre la terza è ultima sezione prevede il monitoraggio giornaliero del battito cardiaco a riposo, battito medio e battito massimo registrato in giornata.

DETTAGLI
Anche in questa schermata ci sono tre sottosezioni dedicate ad attività, sonno e battito cardiaco e in ogni pagina è presente calcolo medio di ogni parametro, il massimo ed una visione settimanale, mensile o un periodo personalizzato dall’utente.

DISPOSITIVO
In questa schermata si settano tutte le schermate e le impostazioni di notifica dell’orologio in modo preciso, inoltre si può scollegare il dispositivo, si può verificare la versione del firmware e aggiornarlo eventualmente. Sono disponibili anche altre informazioni sul prodotto.

UTENTE
Questa schermata presenta invece tutte le informazioni riguardanti l'utente con possibilità di login al proprio profilo VeryFitPro, i vari obiettivi personali e i target che ci si impone. Inoltre è possibile segnalare criticità dell’app, anche se sarà difficile avere una risposta alle proprie richieste. 

UMIDIGI UFit

In conclusione UMIDIGI UFit è uno dei migliori smartwatch attorno ai 45€ ed è ottimo sia per gli sportivi sia per utenti che utilizzano in modo occasionale l'orologio. Ovviamente non è perfetta ma per meno di 50€ ne vale assolutamente la pena e noi sentiamo di consigliamo sia ai più giovani sia agli adulti.

Commenti