UMIDIGI è una delle poche aziende cinesi che è riuscita a resistere nel mondo occidentale, anche dopo lo scossone dato dall'ingresso di colossi come Xiaomi e OPPO. Non possiamo affermare che faccia gli stessi numeri di qualche anno fa ma, grazie alla vendita su shop cinesi (anche tramite Amazon), UMIDIGI si è ritagliata nel tempo una piccola fetta di mercato che comprende utenti poco esperti e poco esigenti, giovanissimi e anziani, alle prese per la prima volta con la tecnologia o in cerca di uno smartphone "da battaglia" per le vacanze al mare.

Quest'azienda si è sempre distinta dagli altri brand per un'ampia proposta di smartphone (e più recentemente anche di indossabili) con un ottimo rapporto qualità/prezzo e anche gli ultimi modelli a listino non sono molto diversi. Ne è un esempio il nuovo UMIDIGI A3X, disponibile in Italia a poco più di 100 euro, nei colori Midnight Green (verde) e Space Grey (grigio).

UMIDIGI A3X

Si tratta di un dispositivo molto interessante, che riesce a coniugare un bel design (seppur essenziale), buone prestazioni per un utilizzo quotidiano senza troppe pretese ed una batteria che - tutto sommato - ci porta a fine giornata. Lo abbiamo testato per qualche settimana con molta curiosità, visto che negli ultimi tempi abbiamo provato quasi sempre dei flagship, ma dobbiamo ammettere che UMIDIGI A3X è un entry-level che nasconde molti di punti di forza. E non parliamo solo dell'ottimo prezzo di vendita.

Se quindi state cercando un dispositivo sui 100 euro, che non vi faccia rimpiangere l'acquisto, UMIDIGI A3X potrebbe essere il giusto compromesso. Possiede alcune caratteristiche che è possibile trovare solo in smartphone più costosi, come il notch e l'ottimo screen-to-body ratio, la dual-camera posteriore ed Android 10.

  • Indietro
  • Avanti

Commenti