LG Velvet ha fatto parlare tantissimo di sé per un cambio di rotta nel design e per l'apprezzatissimo processore Qualcomm Snapdragon 765G. Nella recensione analizziamo questo smartphone, partendo dalla scheda tecnica e finendo con il prezzo.


LG è in grado di sfornare smartphone di successo, anche se non è sempre fra i produttori più costanti. Rispetto ad altri prestigiosi brand del settore, però, bisogna dire che quando uno smartphone LG diventa un bestseller non è tanto per il prestigio del brand o per una schiacciante posizione di leadership sul mercato, quanto per l'effettiva qualità del terminale.

Potrebbe essere questo anche il caso del nuovo LG Velvet, uno smartphone che piace per il suo design elegante, per l'ampio ed immersivo display, e per una dotazione tecnica completa e versatile basata sullo strabiliante processore Qualcomm Snapdragon 765G. In aggiunta, c'è anche il 5G a bordo per navigare e giocare con la massima velocità e stabilità.

LG Velvet è uno smartphone bello e versatile

LG Velvet potrebbe essere davvero lo smartphone perfetto nella fascia medio-alta del mercato perché non è soltanto versatile, ha le caratteristiche per eccellere in qualsiasi ambito, anche quelli più distanti fra loro. Assicura un'ottima esperienza di gioco mobile ed allo stesso tempo ha funzioni espressamente indirizzate al lavoro come l'input via penna, ha una estetica raffinata ma non noiosa, ha funzioni da smartphone premium ad un prezzo non basso ma comunque accessibile.

Forse è proprio il prezzo, che nel momento in cui scriviamo parte da 649€, l'unico freno per il successo di questo smartphone. Una limatina verso il basso aiuterebbe, ed in realtà c'è stato già un adeguamento dello street price a 549€ per i modelli bianco e nero.

Pro

  • Bel design
  • Processore Qualcomm Snapdragon 765G
  • Completo e versatile
  • Registrazione video stabile

Contro

  • Display poco luminoso
  • Prezzo un po' alto
0
Smartphone dalle tante personalità
Design 0/10
Prestazioni 0/10
Prezzo 0/10
Materiali 0/10

Unboxing

Il contenuto della confezione è abbastanza risicato avendo solo la classica spilletta per rimuovere lo slot per le SIM, il cavo e il caricatore ccon uscita da 16,2W anche se il telefono supporta la ricarica veloce fino a 25W. È presente inoltre la ricarica wireless da 9W e NFC per i pagamenti con Google Pay.

Unboxing di LG Velvet


A bordo di questo LG troviamo quello che dal mio punto di vista è uno dei migliori processori, ovvero lo Snapdragon 765G, un SoC con connessione 5G integrata e con GPU Adreno 620. Non solo è uno dei processori ultramobile più recenti ma ha anche il vantaggio di offrire funzionalità di primo livello in fascia media, gaming e accelerazione dell'Intelligenza Artificiale inclusi.
Completano la piattaforma hardware 6GB di RAM DDR4 e memoria interna da 128GB di tipo UFS 2.1 espandibile tramite microSD.

Particolare delle antenne su LG Velvet. Ha 5G integrato

Caratteristiche tecniche LG Velvet

  • Materiali: Frame in lega di alluminio e rivestimento posteriore in vetro
  • Colori: Illusion Sunset, Aurora White, Aurora Gray, Aurora Green
  • Dimensioni: 167.2 x 74.1 x 7.9 mm
  • Peso: 180g
  • Display: OLED Cinematic FullVision a goccia da 6.8" risoluzione FullHD+ (2460x1080)
  • Batteria: Li-ion 4300mAh con ricarica rapida Qualcomm Quick Charge 4.0+ e PD 3.0 fino a 25W, ricarica wireless WPC 9W
  • Sistema operativo: Android 10 con LG UX 9
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 765G
  • GPU: Adreno 620
  • Memoria: 6GB LPDDR4x
  • Storage: 128GB UFS 2.1
  • Espansioni: MicroSD fino a 2TB
  • Fotocamera
    • Principale: Tripla fotocamera posteriore 48 Megapixel (79°) con apertura F1.8, 26mm, 8 Megapixel con lente ultra-grandangolare (120° a bassa distorsione) con apertura F2.2, 15mm, 5 Megapixel sensore di profondità (81°) con apertura F2.4
    • Frontale: 16 Megapixel con apertura F1.9, 29mm (73°)
  • Porte: USB Type-C OTG, jack audio
  • Networking: 5G, Bluetooth 5.1 BLE con supporto Apt-X HD, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac Dual Band,
  • Audio: stereo speaker, LG AI 3D Sound Engine con 3 modalità di ascolto (cinema, musica, voce), equalizzatore a 10 bande con 13 preset più
  • Altro: Penna opzionale Wacom AES, LG Dual Screen opzionale
  • Certificazioni: IP68, MIL-STD-810G relativa a 14 test

Il design è uno dei tratti caratteristici di questo smartphone. Innanzitutto c’è da dire che a parte la bellezza del terminale stesso impressiona il senso di solidità e la qualità. Sembra di maneggiare un assoluto top di gamma, e quindi il prezzo non proprio basso può essere in parte assolutamente giustificato dai materiali e dalla cura nell'assemblaggio.

Il retro non passa inosservato per via della finitura simil cromata a specchio dai gradienti oro fino al rosa. È proprio a specchio e quindi utilizzabile seriamente anche in tal senso. Ovviamente il materiale è vetro e la superficie è liscia, con la sola eccezione delle fotocamere che sporgono nell'angolo.
Le fotocamere sono messe in ordine di grandezza di ottica con il flash posizionato in fondo per ultimo. Ottimo il fatto che siano praticamente tutte incastonate nella scocca a parte il sensore principale ma che comunque non infastidisce nell'utilizzo senza una cover. e infatti la tentazione è proprio quella di non usare alcuna cover per non nascondere tutta la bellezza di questo Velvet. Unico inconveniente: la superficie lucida tende a trattenere un po' le ditate e quindi dovrete ripulirla di volta in volta.

Affascinante il design della cover posteriore

La bellezza continua anche nelle cornici in alluminio che vanno ad accordare i due vetri frontale e posteriore entrambi con effetto edge e perfettamente simmetrici. Il bordo è leggermente spigoloso permettendo di avere una presa abbastanza salda finché lo impugniamo ma non appena lo rigiriamo su stesso scivola fin troppo bene, rendendolo quindi a tutti gli effetti un po’ una saponetta. Sarà necessaria attenzione nel suo utilizzo.
Oltre ai classici tasti qui ne abbiamo anche uno dedicato al richiamo dell’assistente vocale Google che trovo preziosissimo. Le uniche zone praticamente piatte sono i due bordi superiore e inferiore; in quest’ultima zona troviamo il prezioso jack per le cuffie, la porta USB type C con supporto all’OTG, alla modalità desktop e lo speaker che funziona in combinata con la capsula auricolare.

Porte sul fondo

La combinata in questo caso è davvero riuscita con un volume elevato e di discreta qualità. Ed è anche ben bilanciato non essendo poi così preponderante verso la zona inferiore. Ottimo poi l’audio in chiamata e molto buona anche la ricezione.

Invece nella parte superiore troviamo un secondo microfono per la soppressione dei rumori e lo slot ibrido per il Dual SIM o una SIM più espansione della memoria. A proteggere lo slot c'è una guarnizione anche perché questo è uno dei pochi telefoni della fascia di prezzo ad avere la certificazione IP68 e renderlo quindi impermeabile. Inoltre è praticamente l’unico ad avere certificazione militare 810G, segno che è uno smartphone costruito per durare.

Carrellino ibrido in alto

La parte frontale è dominata naturalmente dal display. Sulla parte superiore rimane nel bene e nel male un piccolo notch, e le cornici non è che siano proprio ridotte ma LG ha fatto un ottimo lavoro rendendole simmetriche tra parte superiore e inferiore. Quindi dal mio punto di vista infastidiscono meno. La zona edge laterale è anch'essa in parte protetta da un bordo e quindi non mi è sinceramente mai capitato di avere dei tocchi involontari nel suo utilizzo. Alla fine anche le dimensioni sono importanti per via del display da 6,8" ma lo spessore rimane sotto gli 8 mm così come il peso che si ferma a 180 grammi, anche se sembrerebbero di più proprio per la struttura solida del prodotto.

Il display ospita anche un sensore d'impronta ottico nella parte inferiore. I passi in avanti di LG in questo senso sono stati importanti e ora è decisamente affidabili. Non siamo ancora ai livelli dei primi della classe in questo senso ma nel complesso l'esperienza d'uso è positiva: il posizionamento è buono, forse solo un po' basso, la velocità ottima mentre la precisione potrebbe essere leggermente migliorata indovinando la lettura comunque il 99% delle volte.


Display

Vi confesso che le attese per questo schermo Cinematic FullVision erano altissime vista la fama di LG con gli OLED. I risultati sono positivi con un ma. Infatti di per sé i colori sono fantastici, la risoluzione è FullHD+ ed è anche compatibile con le penne attive di tipo AES, ma la frequenza di refresh resta sulla classica 60Hz.

La tenuta cromatica comunque è perfetta, i colori eccellenti, le immagini praticamente stampate. E vedete anche voi dalla nostra videorecensione come i risultati siano sorprendenti. Unico neo? La luminosità massima non è elevata e se si considera che il display stesso riflette molto la luce, significa che in giornate particolarmente assolate può risultare scuro e poco leggibile.
E quindi in realtà il display è perfetto fino a quando non raggiungiamo le situazioni limite in estate dove i migliori rimangono ben visibili e qui invece si fatica un po'.

L'ampio display OLED cinematografico da 6,8"

Fotocamere

Passando al comparto fotocamere, è un campo in cui LG non si è mai contraddistinta in modo particolare.
A bordo in ogni caso troviamo un sensore principale da 48 MP con apertura focale f/1.8, una grandangolare da 8 MP con un FOV di 120° e apertura focale f/2.2 e per ultimo abbiamo un sensore di profondità da 5 MP.
Manca quindi un sensore specifico per lo zoom che quindi sarà possibile solo via software.

Display curvato e dettaglio della camera frontale con notch a "U"

A proposito del software il menù è abbastanza classico in quanto troviamo nella zona inferiore la scelta tra il modo di ripresa se foto o video o ritratto, in altro troviamo anche le funzioni speciali come vista notturna, panoramica, oppure il manuale. Nella zona superiore invece abbiamo le impostazioni secondarie come la scelta del flash, dell'HDR oppure della risoluzione.

Detto questo in ogni caso le foto sono di buona qualità. Di giorno da menzionare sicuramente una corretta taratura dei colori, una buona definizione e saturazione e in generale le foto sono decisamente soddisfacenti con il sensore principale. Buono e bello anche anche il bokeh naturale, anche se la messa a fuoco nei soggetti più vicini non è proprio infallibile. La funzione di sfocatura dello sfondo è soddisfacente e ritaglia in modo discreto i soggetti, anche se non lo metterei tra i migliori. Di notte invece le prestazioni le trovo abbastanza scarse. Attivando l’opzione notte il risultato migliora ma è sicuramente molto lontano dai migliori e da diversi competitor nella sua fascia di prezzo. Le foto anche se riescono a registrare le informazioni sulla luce sono impastate e poco definite.

Dove invece LG Velvet cambia faccia è nei video dove il balzo in avanti è a tutti gli effetti mostruoso. I video sono tutti molto stabili e di ottima qualità. Possiamo attivare l’opzione Steady Cam per renderli ancora più stabili ma la risoluzione viene ridotta al solo FullHD. Ma in ogni caso, a meno di riprese particolarmente movimentate non lo trovo necessario visto che anche in 4K abbiamo una stabilizzazione ottima. La messa a fuoco è abbastanza veloce e delicata e in generale, ripeto, la qualità finale del filmato è più soddisfacente. Sempre di alta qualità poi e di ottimo livello anche i video con la fotocamera frontale che sono anch'essi stabilizzati alla grande e danno soddisfazione.


Prestazioni

Il processore Qualcomm SDM765G ha potenza a sufficienza per qualsiasi scenario d'impiego, ma la combinazione con la personalizzazione software genera qualche incertezza. La UI LG alcune volte mostra qualche micro lag o rallentamento, anche se non è nulla di preoccupante.

LG Velvet ha tante personalità: qui in versione per il business con LG Dual Screen

La personalità del Velvet cambia invece quando andiamo ad utilizzarlo per i giochi dove non c’è alcun problema a far girare anche quelle più pesanti senza problemi. Ricordiamoci infatti che il soC Snapdragon 765G rientra nella gamma Snapdragon Elite Gaming E ovviamente anche nell'utilizzo quotidiano con tutte le altre app non ha dato poi problemi anche se alla fine non lo metterei tra i più scattanti della categoria. Si percepisce anche un leggero surriscaldamento nella zona superiore quando è sotto stress.

Antutu Totale GPU UX CPU MEM
285081 93908 53328 81322 56523
Geekbench 5 Single-core Multi-core
612 1929
GFX Bench Car Chase offs. Manhattan 3.1.1 off.
Manhattan 3.1 off. Aztec Ruins Vulkan offs.
Aztec Ruins OpenGL offs. Tessellation offs. Texturing offs. ALU 2 offs.
1255 1313 2310 - 1526 2415 8357 Mtexel/s 4429
3DMark Sling Shot Sling Shot Extreme - Vulkan
Sling Shot Extreme OpenGL ES 3.1
- 3010 3213
- - - - - - - - -
PCMark  Work 2.0 
8067 Web browsing Video editing Writing Photo editing Data manipulation
6689 5889 9276 13930 6710

Software

La LG UX9 è a tutti gli effetti almeno graficamente un miglioramento notevole rispetto al passato. Ora francamente il menù è disposto in modo decisamente migliore e più accessibile; le grafiche sono carine e tutto sommato anche moderne.

Nella sezione display troviamo la possibilità di attivare le gesture che sono identiche a quelle stock di Google e molto comode con la possibilità, grazie alla barra inferiore, di scorrere rapidamente tra le app aperte. Possiamo inoltre andare a nascondere il notch o attivare l’always-on che funziona bene anche se non è interattivo se non per le funzioni di ascolto della musica. Abbiamo inoltre la possibilità di attivare la modalità notte che non è altro che il tema scuro e anche scegliere se attivarlo solo in determinati orari. È presente inoltre qualche altra personalizzazione utile come la scelta del carattere o del colore del menù di LG.

Dettaglio della home di LG Velvet

Tra le altre impostazioni invece possiamo trovare di interessante la sezione dedicata alla privacy con alcune configurazioni specifiche che non tutti hanno e ho apprezzato. Ampio poi il settore estensioni dove troviamo una serie di opzioni aggiuntive specifiche di LG tra cui Smart Doctor che ci dice come sta il nostro dispositivo e come renderlo più veloce, Context Awarness che invece ci permette di scegliere una serie di impostazioni in base al luogo in cui siamo. Abbiamo poi le classiche sezioni Gaming e Dual App che ci permettono di migliorare le prestazioni di gioco la prima e di duplicare alcune app la seconda. E troviamo anche la possibilità di risvegliare il nostro telefono con il doppio tocco sul display. Concludo comunque ricordando che al momento a fine luglio abbiamo ovviamente Android 10 con le patch di sicurezza di Giugno. Tutto ok inoltre con le licenze DRM per i contenuti in streaming da Netflix o Amazon Prime.


Batteria

LG Velvet si comporta benissimo nella gestione della batteria da 4300 mAh. Il primo giorno di utilizzo, contando l’installazione di tutte le applicazioni e l’esecuzione dei benchmark, sono comunque arrivato a sera con il 40% di batteria residua anche se solo 2 ore e mezza di schermo acceso. I giorni di utilizzo ordinario invece si sono attestati attorno alle 4 ore di schermo acceso e ancora almeno il 35-40% di batteria residua, il che in proiezione mi porta ad avere la batteria completamente scarica con circa 6-7 ore di schermo che è un ottimo risultato.
Costante il consumo della batteria.

Particolare dell'alimentatore con ricarica rapida

Conclusioni

Prima di arrivare alle conclusioni, faccio un piccolo accenno al Dual Screen. Ho fatto qualche giorno in sua compagnia e ne ho colto vantaggi e svantaggi. Tra i vantaggi c'è la possibilità in ambito business di avere due applicazioni aperte oppure di avere la comodità di una tastiera su uno schermo e il testo un un’altra facendolo diventare una sorte di Communicator di Nokia, come anche per chi gioca la possibilità di avere i comandi di gioco sempre sul secondo display. Gli svantaggi sono le dimensioni che diventano veramente importanti e difficili da gestire, e il suo peso. Ma ancora di più forse la mancanza di un display esterno un pochino più completo rispetto a quello che abbiamo qui dove vediamo veramente solo le informazioni base come una o due icone delle app da cui abbiamo ricevuto messaggi e poco altro.

LG Velvet con LG Dual Screen

E quindi in conclusione LG Velvet è uno smartphone che ha fatto parlare sicuramente tanto di se per un design che è ben riuscito, che si fa apprezzare fin dal primo sguardo e che, nonostante non sia eclatante, risulta semplicemente bello. Con qualche aggiornamento LG sistemerà il software e allora grazie anche ad una buona batteria e all'ottima capacità di acquisizione video diventerà uno di quei telefoni da tenere d’occhio!

Commenti