Home Recensioni Recensione Alldocube KNote 5

Recensione Alldocube KNote 5

Recensione del tablet 2in1 Alldocube Knote 5Alldocube Knote 5 è un tablet fanless con Windows 10 e con piattaforma Intel Gemini Lake che all'occorrenza può sostituire il laptop grazie alla tastiera cover con kickstand integrata. Si propone come un'alternativa economica al Microsoft Surface o, meglio, al Huawei Matebook E ma con qualche piccolo compromesso.

I notebook e tablet convertibili con processori Intel Gemini Lake stanno avendo un ottimo riscontro di pubblico perché sono economici, silenziosi, totalmente fanless e dotati di buone prestazioni e lunga autonomia. Sono perfetti per la produttività personale in movimento e come secondo computer da abbinare ad un PC fisso.

Una formula ben riuscita con un unico punto debole: non ci sono più processori Intel Gemini Lake. Intel ha annunciato di avere difficoltà di approvvigionamento per questi chip, le scorte sono scarse e questa carenza dovrebbe durare almeno fino a metà 2019. La buona notizia è che per il momento ci sono abbastanza portatili, tablet e mini-PC con Gemini Lake sul mercato e i prezzi non sono ancora lievitati, ma potrebbero crescere a breve, quindi affrettatevi a comprare se vi interessa questa categoria di prodotti.

Alldocube Knote 5 è un tablet 2in1 con Windows 10

Una premessa doverosa per questa recensione che ha come protagonista Alldocube KNote 5, un 2in1 tablet convertibile del tipo con tastiera cover removibile. Per intenderci, il concept è quello del Surface ma nell'interpetazione fatta da Huawei con il Matebook E.

La dotazione tecnica del Knote 5 è basata sulla combinazione di Windows 10 e Gemini Lake in due diverse versioni: un modello d'ingresso con Intel Celeron N4000, 4GB di memoria e 64GB di storage eMMC ed un modello più costoso con Intel Celeron N4100 e 128GB su drive SSD. Potete acquistarli rispettivamente al prezzo di 290€ 220€ circa e 310€ circa su Gearbest con tastiera cover in bundle per entrambi. La sola tastiera acquistata separatamente ha un prezzo di circa 50€. Update: offerta a tempo di Gearbest che abbassa il prezzo da 290 a 220 euro!

Unboxing

Quando ho visto la confezione e dato una prima occhiata al tablet ero molto scettico sulle sue potenzialità. E questo soprattutto perché da tempo ho come fedele compagno di “vita” un Microsoft Surface. Ma alla fine dopo due settimane di utilizzo posso dire che invece questo Knote5 è ben in linea con prodotti anche molto più costosi.

La confezione dell'Alldocube Knote 5 è semplice ma elegante

Ad ogni modo guardando bene la confezione si può già rimanere ben impressionati dalla cura e dalla qualità prestata anche in questo aspetto. Infatti la confezione è di un nero molto elegante e al suo interno troviamo oltre al tablet due ulteriori scomparti suddivisi in modo molto ordinato. Ospitano il caricatore con presa cinese e uscita 12 V 2,5 A che non è molto rapido impiegandoci circa 3 - 3,5 ore per una ricarica completa, oltre che un adattatore USB Type C – USB standard e uno hub USB sempre con presa type C dall’altro lato.

Se acquistate il Knote 5 da Gearbest, vi arriverà anche una sottile scatola aggiuntiva, sempre in colore nero, che ospita al suo interno la tastiera cover. Assicuratevi sempre con il venditore circa la presenza di questo utile accessorio in bundle, altrimenti dovrete acquistarlo separatamente ad un costo che sinceramente reputo un po' eccessivo.


Scheda tecnica e piattaforma hardware

Delle due configurazioni disponibili, quella che abbiamo in test è la più economica con soli 64GB di storage eMMC. Consiglio vivamente il modello di fascia più alta, non tanto per il processore leggermente più scattante, quanto per la presenza di un SSD da 128GB. Il resto della scheda tecnica comprende una CPU Intel Gemini Lake e 4GB di memoria LPDDR4 saldati direttamente sulla motherboard.

Lo schermo FHD IPS da 11,6 pollici supporta il multitouch capacitivo a 10 punti ma non l'input via penna. C'è un'unica webcam frontale da 2MP ed il networking comprende unicamente il supporto per il Wi-Fi dual band a 2,4/5,0 GHz ed il Bluetooth 4.

CPUz: Intel Celeron N4000 Gemini Lake

  • Sistema operativo: Microsoft Windows 10 a 64 bit
  • Processore: Intel Celeron N4000 (Intel Gemini Lake) Dual Core 1.1GHz (Intel Celeron N4100 su alcune configurazioni)
  • Memoria: 4 GB LPDDR4
  • Storage: 64GB eMMC (128GB SSD su alcune configurazioni)
  • GPU: Intel HD Graphics 600
  • Schermo: FHD 1920x1080 pixel, IPS touchscreen da 11,6 pollici a 10 punti
  • Espansione: microSD fino a 128 GB
  • Networking: WiFi 802.11a/b/g/n dual-band 2.4GHz/5.0GHz, Bluetooth 4
  • Fotocamera:
    • Fotocamera frontale: 2.0MP
  • Porte: full-feature USB-C (power, dati, video), jack audio da 3,5mm
  • Batteria: ai polimeri di litio, 7,6 V / 4000 mAh, fino a 8 ore di riproduzione video
  • Materiale del telaio: Metallo
  • Audio: doppio altoparlante stereo, microfono integrato
  • Dimensioni: 261 x 168 x 9mm
  • Peso: 586 g
  • Altro: tastiera cover QWERTY (inclusa in bundle in alcune configurazioni) con collegamento magnetico tramite POGO-pin e kickstand ruotabile integrata, non supporta penne attive

Design e schermo

Alldocube Knote 5 ha un telaio in metallo che apparentemente sembrerebbe un unibody ma che, ad un esame più ravvicinato, è composto da una cornice e da una cover posteriore talmente ben assemblate da rendere le giunture quasi invisibili. È solido ma anche un po’ pesante ad una prima impressione.

Ad ogni modo la parte frontale è completamente in vetro dove oltre allo schermo trova posto anche la fotocamera frontale da 2 megapixel, sul fondo abbiamo invece i pin magnetici per la tastiera, sul fianco destro il bilanciere del volume e il tasto di accensione e spegnimento oltre al jack per le cuffie. Sul lato opposto abbiamo invece il secondo speaker, l'alloggiamento per la microSD, una comodissima porta USB type C e l’ingresso per la ricarica del tablet. Oltre all'alimentatore DC in dotazione, potete ricaricare il Knote 5 anche tramite USB-C e potete usare la stessa interfaccia per collegare un monitor esterno, quindi tutto sommato una dotazione di porte e collegamenti sufficienti dove si sente la mancanza solo di una porta USB standard che avrebbe fatto decisamente comodo.

La cover posteriore è realizzata in alluminio ma ha una finitura superficiale delicata

Alldocube Knote 5: lato destroAlldocube Knote 5: lato sinistro

Il connettore POGO-pin sul fodo permette di agganciare magneticamente la tastiera cover

Il retro è totalmente in alluminio leggermente satinato, gradevole da usare ma la finitura superficiale non ha una grande resistenza ai raschi. Proteggetela sempre con la tastiera cover.

Tornando sulla parte frontale troviamo lo schermo, che è una unità da 11,6” IPS con una risoluzione FullHD 1920*1080. È provvisto di serie di una pellicola che ne sbiadisce le qualità ma sono comunque buone sia la definizione che la distanza decisamente ridotta tra vetro e pannello. La luminosità è buona, anche se nell’utilizzo all’aperto soffre un po’ la luce diretta del sole. Guardando la nostra video recensione potete vedere il test del display che mette in evidenza un buono il bilanciamento dei colori, un angolo di visione adeguato e una buona omogeneità dell’illuminazione. Il touch invece è buono ma non precisissimo e mi sono trovato costretto in alcune situazioni ad allargare la zona per toccare il punto esatto.

Lo schermo IPS da 11,6 pollici è godibile

Lo schermo è, secondo il mio punto di vista, decisamente inferiore a quello di un Surface ma superiore alla media dei tablet orientali.


Tastiera e webcam

Una delle prerogative dell'Alldocube KNote 5 è la sua capacità di trasformarsi da tablet in notebook abbinando la tastiera cover con attacco magnetico. I materiali sono davvero piacevoli al tatto, leggermente morbidi ma quello che ho più apprezzato di questa tastiera-cover è la comodissima possibilità, attraverso una kickstand con cerniera solida e precisa, di scegliere l’inclinazione migliore a mo' di Surface.

Anche il touchpad è assolutamente godibile, essendo preciso e potendo usufruire sul fondo anche di un tasto per la selezione. Casomai quello che non mi ha convinto è il feedback dei tasti che non è immediato e piacevole come il resto. Capita infatti spesso di sbagliare qualche digitazione, o di cliccare più tasti assieme. Inoltre è da segnalare che il layout è americano, e quindi non avrete i tasti delle accentate; non è un problema insormontabile, potete comunque impostare il layout italiano su Windows e dopo un po' di pratica andrete spediti come su una tastiera con layout it.

La tastiera cover ha una finitura soft-touch gradevole al tocco

Meno soddisfacente è risultata la fotocamera integrata se intendete usarla per selfie o cose simili, in quanto la qualità degli scatti è veramente bassa mancando di definizione e di luce, oltre che avere una direzione leggermente sfalsata rispetto al centro del dispositivo.
Trova invece il suo senso per qualche conversazione via Skype o con altri strumenti di streaming. E in questo scenario si dimostra sufficiente anche il microfono integrato.


Test

Superiori alla media si sono dimostrate anche le prestazioni garantite da un processore Gemini Lake N4100, dual core con frequenza di burst di 2,6GHz, supportato poi da una GPU integrata HD600. Le attività quotidiane di navigazione, consultazione di documenti pdf e visione di filmati su YouTube vengono svolte senza alcun lag e sempre in modo reattivo.

I 4GB di RAM, sebbene non siano molti e non siano espandibili, permettono comunque l’utilizzo di più applicazioni leggere in contemporanea, e in ogni caso di utilizzare il tablet per tutte le funzioni classiche di un PC domestico. Ovviamente non possiamo pretendere molto di più. In ogni caso anche i giochi non particolarmente esosi di risorse girano correttamente e sono perfettamente godibili.

Ovviamente a far girare la macchina c’è Windows 10 a 64 bit con tutti i vantaggi che lo accompagnano come per esempio la piena compatibilità con tutti i programmi installati normalmente in un PC di casa e anche la possibilità di usare app dallo store che sono più usabili in macchine come queste in configurazione tablet.

SuperPi (single-threading)  1M 2M 4M 8M
25,902s 58,999s 134,135s 293,733s
7Zip (multi-threading)  8MB / 2 thread
4698 MIPS
 Geekbench 4 Single core Multi-core
1900 3248
 Cinebench 15 OpenGL CPU
12,80 fps 123 cb
CrystalDiskMark   Sequenziale QD32T1 Random 4K Q8T8 Random 4K Q32T1
Random 4K Q1T1
Read Write Read Write Read Write Read Write
126,8 MB/s 98,27 MB/s 22,21 MB/s 14,17 MB/s 22,11 MB/s 14,46 MB/s 7,77 MB/s 13,73 MB/s
PCMark 10 Essentials Productivity Digital content creation
3465 pcmarks 2404 pcmarks 856 pcmarks
3DMark Cloud gate Ice Storm Extreme Fire strike
2245 13947 330
G1 13 fps G2 11,63 fps Phy 4,16 fps G1 90 fps G2 43,8 fps Phy 49,32 fps G1 1,61 fps G2 1,38 fps Phy 5,98 fps

Temperature, batteria e conclusioni

Le temperature rimangano assolutamente accettabili, non arrivando mai ad infastidire nemmeno durante i test con i vari programmi di benchmark che hanno dato risultati nella media, non eclatanti e nemmeno pessimi, ma abbiamo imparato che spesso questi non sono totalmente indicativi della qualità e della potenza di calcolo reale della macchina.

Comunque la buona ottimizzazione del tablet è resa evidente anche dalla durata della batteria da 4000 mAh che è assolutamente accettabile per il tipo di uso che ne ho fatto io in questi giorni.
Mediamente con lo schermo impostato con una luminosità al 50% sono arrivato a fare 6/7 ore di schermo acceso e di utilizzo che sebbene potrebbe non sembrare tantissimo è in realtà in linea con quanto offerto anche dalla concorrenza. Probabilmente con un utilizzo meno intenso si potrebbero ottenere tempi di utilizzo più lunghi ma tutto sommato, ripeto, l’ho trovato in linea anche con quanto offerto per esempio dal mio fido Microsoft Surface.

Alldocube Knote 5 merita un giudizio complessivo positivo

Ho avuto modo naturalmente di provare anche la connessione WiFi, che supporta sia i 2.4 che i 5 GHz, solitamente punto dolente di molte macchine similari di origine cinese e devo dire che si è dimostrato assolutamente similare alle prestazioni offerta da telefoni top di gamma provati quest’anno dandomi valori assolutamente similari e dimostrando soprattutto una tenuta e una costanza della connessione spettacolari.

È presente però un punto debole abbastanza significativo per tutti quelli che pensano già di utilizzare questo tablet per la visione di filmati ed è dato dagli speaker di sistema che sono imbarazzanti sia per potenza che per qualità e questo è un vero peccato visti gli altri punti analizzati e i buoni risultati dati.
Purtroppo però sappiamo che anche questo inconveniente capita spesso con questa tipologia di prodotti anche se qui bene o male siamo aiutati dalla presenza del jack per le cuffie o eventualmente dalla connessione Bluetooth per cuffie e auricolari senza fili.

In conclusione un tablet che mi è piaciuto, che chiaramente non sostituirà il mio Surface ma che d’altro canto non me lo ha fatto rimpiangere in modo eclatante. Ho apprezzato la reattività del sistema, il display e la durata della batteria mentre l’audio è un po' scarso.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy