Acer Chromebook Spin 311 (CP311-3H) è un ultraportatile convertibile con sistema operativo Chrome OS e CPU MediaTek MT8183. Ha display touchscreen da 11.6" HD ed un'autonomia di circa 15 ore. Lo abbiamo provato per alcune settimane ed ecco come si è comportato.


Acer Chromebook Spin 311 (CP311) è un dispositivo convertibile progettato per studio e produttività, grazie ad un comparto hardware discreto che consente di utilizzare contemporaneamente più app, pagine web e documenti e ad una batteria dalla lunga durata. Si tratta del modello più piccolo della famiglia Chromebook Spin e si affida ad un processore MediaTek, con conseguenti vantaggi dal punto di vista della portabilità e del prezzo. In effetti, questo Chromebook può essere conservato in uno zaino o in una borsa di piccole dimensioni e trasportato ovunque. E se si è fortunati, basteranno circa 300 euro per acquistarlo.

Acer Chromebook Spin 311 SP311

La cifra potrebbe far pensare che nell'utilizzo quotidiano ci si debba accontentare di prestazioni mediocri, ma il convertibile Acer sorprenderà anche gli scettici fin dal primo avvio, soprattutto grazie al versatile ed intuitivo sistema operativo Chrome OS. La sua killer feature è sicuramente la lunga autonomia della piccola batteria che vi consente di coprire mediamente 15 ore consecutive. Il piccolo display ha dimensioni ideali per l'utilizzo misto tablet-PC e la sua bassa risoluzione minimizza ulteriormente il consumo energetico. Tramite Google Play Store già preinstallato potrete installare le vostre app preferite ed interagire indifferentemente con touchpad, tastiera o touchscreen.

Il sample che abbiamo testato (modello: CP311-3H-K404) integra un processore MediaTek MT8183, grafica ARM Mali-G72 MP3, 4GB di memoria RAM e 64GB di storage eMMC, più che sufficienti per permettervi di svolgere tranquillamente le più comuni attività quotidiane senza rallentamenti e surriscaldamenti. In questo periodo, agli studenti risulterà molto utile utilizzare Google Hangouts e Google Classroom per rimanere in contatto con i compagni di classe e gli amici o connettersi alle lezioni. Inoltre, è supportato Google Assistant ed è quindi possibile controllare alcune funzionalità tramite i comandi vocali, esattamente come sugli smartphone Android.

Pro

  • Prezzo
  • Peso e dimensioni
  • Sistema operativo leggero
  • Lunga autonomia
  • Audio potente

Contro

  • Spesse cornici del display
  • Bassa risoluzione del display
  • Schermo lucido, troppi riflessi
  • Retroilluminazione della tastiera assente
  • Assenza del lettore di schede SD
0
Saprà stupire anche gli scettici
Design 0/10
Prestazioni 0/10
Prezzo 0/10
Materiali 0/10


La confezione è così semplice da non rendere giustizia ad un prodotto così ben fatto: è in cartone classico marrone, senza immagini del prodotto e riporta solo i loghi Acer e Chromebook con alcune specifiche su un adesivo laterale. Non è poca cura per i dettagli, ma una consapevole scelta "ecologica" del produttore: la scatola è realizzata senza alogeni, con inchiostro a base d'acqua, l'86% di carta riciclata ed imballaggio riciclabile al 100%.

  • Acer Chromebook Spin 311 SP311
  • Acer Chromebook Spin 311 SP311
  • Acer Chromebook Spin 311 SP311
     

Al suo interno troviamo una piccola guida alla configurazione, la dichiarazione di conformità, il certificato di garanzia ed un alimentatore nero da 45W con USB Type-C disposto all'interno di una busta di plastica in un inserto laterale. L'Acer Chromebook Spin 311 è custodito in un sacchetto bianco in PET completamente riciclato ed è ben protetto da due supporti laterali in cartone. Alcuni adesivi, poi, vanno a coprire e proteggere i bordi e le due piccole cerniere.

La guida alla configurazione contiene soltanto alcune brevi indicazioni sul primo avvio e sull'interfaccia grafica del dispositivo e invita gli utenti a visitare il sito web di Acer per ottenere ulteriori assistenza e informazioni. In particolare, visitando il sito e inserendo il codice SNID che trovate nella parte inferiore del portatile, potrete scaricare e consultare il manuale utente. Noi lo abbiamo fatto per ottenere una panoramica della tastiera e dei suoi tasti funzione, del touchpad e delle relative gesture, delle interfacce e dei pulsanti posizionati sulle superfici laterali, nonché della posizione di webcam, microfono e altoparlanti. Ma al suo interno potrete anche trovare tanti consigli utili per sfruttare al meglio il sistema operativo Chrome OS e le applicazioni Google.

Specifiche tecniche Acer Chromebook Spin 311 (CP311-3H)

  • Sistema Operativo: Chrome OS
  • Processore: octa-core MediaTek MT8183 (4x Cortex-A73, 4x Cortex-A53) fino a 2 GHz
  • GPU: ARM Mali-G72 MP3
  • Display: LCD IPS touchscreen multi-touch da 11.6" HD (1366x768 pixel) con Corning Gorilla Glass
  • RAM: 4GB LPDDR4X
  • Storage: 64GB eMMC
  • Connettività: WiFi 802.11ac e Bluetooth 4.2
  • Audio: microfono e due altoparlanti stereo
  • Interfacce: jack audio da 3.5 mm, USB 2.0, USB 3.2 Gen1 Type-C per la ricarica (5V/3A) con supporto DisplayPort e slot Kensington Lock
  • Dispositivi di input: tastiera e touchpad
  • Batteria: 4670 mAh a due celle (Li-Ion)
  • Autonomia: fino a 16 ore
  • Alimentazione: 45W
  • Dimensioni e peso: 290 x 206 x 18.8 mm e 1.2 kg
  • Colorazione: argento

Trattandosi di un modello della serie più economica di Acer, Chromebook Spin 311 ha un telaio realizzato interamente in policarbonato ed un design minimalista. Tuttavia, il dispositivo è davvero molto solido, segno di un ottimo lavoro di assemblaggio. Anche la cerniera "snodabile" fino a 360°, da cui deriva proprio il nome "Spin", ha un meccanismo molto stabile e occorre sempre usare entrambe le mani per regolare l'inclinazione. Una volta raggiunta la posizione desiderata, lo schermo si mantiene ben saldo senza eccessive oscillazioni: vi permetterà di utilizzarlo come clamshell, convertirlo in tablet o nella modalità intermedia tenda o stand, in base al tipo di attività da svolgere.

Acer Chromebook Spin 311 SP311

La colorazione argento dona un tocco di eleganza ad una scocca i cui unici dettagli che risaltano sono il logo Acer e quello Chromebook nella parte superiore. Da buon ultraportatile, ha un peso di 1.2 Kg ben distribuito fra schermo e tastiera, al di sotto della quale è presente tutto l'equipaggiamento hardware. Naturalmente, anche le dimensioni sono molto compatte, con una larghezza di 29 centimetri, una lunghezza di 20.6 centimetri ed uno spessore di 1.88 centimetri. Inoltre, la parte inferiore dello chassis presenta una leggera curvatura in corrispondenza dei due altoparlanti per migliorare l'emissione del suono.

acer chromebook spin 311 cp311 3h 5 porte

Oltre alle porte di cui vi parleremo più avanti, sul lato sinistro trova posto il pulsante di accensione, privo di sensore di impronte digitali, mentre su quello destro c'è il bilanciere del volume che consente di regolare più agevolmente l'audio in modalità tablet senza agire sul display. Nonostante sia esteticamente molto semplice, non è difficile notare la differenza fra un prodotto costruito da un'azienda affermata come Acer e altri appartenenti alla stessa fascia di prezzo ma decisamente poco curati.


Lo schermo dell'Acer Chromebook Spin 311 è un IPS touchscreen da 11.6" con risoluzione HD (1366 x 768 pixel), una scelta abbastanza discutibile considerando la diffusione ed il prezzo dei pannelli Full HD, ma che ha permesso di massimizzare l'efficienza energetica senza sacrificare eccessivamente la qualità visiva. Dettaglio che pregiudica significativamente l'estetica del dispositivo sono le cornici scure intorno al display che risultano un po' troppo spesse: quelle laterali hanno uno spessore di 1.5 centimetri, quella superiore è poco più grande, mentre quella inferiore misura 2.5 centimetri.

Acer Chromebook Spin 311 SP311

A rivestire e proteggere lo schermo ci pensa il vetro Corning Gorilla con trattamento antimicrobico, come conferma la piccola scritta nell'angolo in alto a sinistra. Purtroppo, il pannello trattiene con troppa facilità le impronte, segno di uno scarso - se non del tutto assente - trattamento oleofobico.

Nell'estremità superiore dello schermo sono integrati una webcam HD, con LED che ne indica l'accensione, ed il microfono, mentre in quella inferiore è presente il logo del produttore. La luminosità massima del display è abbastanza buona, mentre quella minima è appena sufficiente per lavorare in una stanza buia. Anche l'angolo visivo non è male, ma il vero aspetto critico è la mancanza del trattamento antiriflesso che rende impossibile l'utilizzo del portatile in ambienti troppo luminosi. Quando la luce è troppo intensa, infatti, inizia a scarseggiare la visibilità e anche con luminosità al 100% il riflesso è troppo forte.

Il touchscreen, invece, è molto reattivo e tramite poche semplici gesture permette di eseguire tutte le operazioni che potrete attivare anche da tastiera e touchpad. È stato piacevole alternare le due modalità di input che, su Acer Chromebook Spin 311, si integrano perfettamente tra loro.


La tastiera ad isola sfrutta tutto lo spazio disponibile, ha tasti ampi neri e con una buona corsa, offre un'ottima digitazione ma è assente la retroilluminazione. A facilitare ulteriormente la navigazione ci pensano i tasti funzione che permettono di scorrere le pagine avanti e indietro, ricaricare la pagina corrente, attivare la modalità a schermo intero, passare alla schermata successiva, regolare la luminosità del display e l'audio, bloccare lo schermo ed effettuare una ricerca fra le applicazioni.

Acer Chromebook Spin 311 SP311 tastiera

Il touchpad è piuttosto ampio e svolge quasi tutte le funzioni di quelli presenti sui PC Windows. L'unica differenza è che è assente il pulsante destro, sostituito dal tocco con due dita. Sul fondo sono disposti i due altoparlanti stereo ed, essendo un dispositivo fanless, è privo di griglia per il raffreddamento dei componenti interni. La diretta conseguenza è che il portatile è sempre molto silenzioso, senza però mai raggiungere temperature elevate.


Il sistema operativo Chrome OS di Chromebook Spin 311 integra il runtime di Android 9 Pie e permette di trasferire l'esperienza del robottino verde su PC, ne riprende molte caratteristiche e si adatta perfettamente all'utilizzo con mouse e tastiera. Il sistema operativo Google è ancora molto essenziale e probabilmente non mira a diventare un'alternativa a Linux, Windows e macOS, ma si rivela molto adatto per lo svolgimento delle attività quotidiane più semplici.

Essendo molto leggero, risulta molto fluido anche se combinato con una piattaforma hardware modesta. Potrete usare il browser ed il pacchetto office come su qualsiasi altro computer e gli strumenti di condivisione Google per trasferire i vostri file su tutti i vostri dispositivi. Il Web Store installato, poi, offre numerosi suggerimenti e possibilità di personalizzazione del browser Chrome: potete aggiungere estensioni, applicazioni e giochi, modificare il tema dell'interfaccia.

Multitasking

Benché sia uno strumento progettato per rimanere sempre connessi, potrete usare il Chromebook anche in modalità offline e svolgere numerose attività. Per esempio, potete controllare la posta su Gmail e scrivere i vostri messaggi, i quali saranno salvati nella cartella Posta in uscita finché non tornerete online. Non manca la possibilità di riprodurre film, musica o giochi, visualizzare e modificare documenti e foto e salvare le pagine Web in formato HTML per la lettura offline. Inoltre, sul Chrome Web Store, facendo click su Applicazioni e spuntando la casella Funziona offline, potete trovare tutte le app che funzionano senza connessione a Internet.

Al primo avvio basta collegarsi ad una rete WiFi ed effettuare il login con il vostro account Google, e la configurazione sarà completata in circa un paio di minuti. Vi troverete di fronte ad una schermata molto minimalista con la Shelf (barra delle applicazioni) nella parte inferiore, sulla quale potrete mantenere le applicazioni più usate per un avvio immediato. Nell'angolo in basso a sinistra c'è l'Utilità di avvio, che permette di digitare ed effettuare una ricerca su Internet, nei segnalibri, nei file salvati su Drive e nel Web Store. Da qui potrete anche accedere alle applicazioni utilizzate con più frequenza o utilizzare la piccola freccetta per vedere tutte quelle che sono state installate.

In analogia con Windows, nell'angolo in basso a destra è presente l'Area di stato, dove spegnere il computer, accedere alle impostazioni, tenere sotto controllo le notifiche e le informazioni più importanti del computer: stato di batteria, connessione, volume e luminosità.

Altro modo per accedere alle applicazioni installate è effettuare uno swipe verso l'alto con il touchscreen, esattamente come fareste sul vostro smartphone. Il fatto che sia presente il Google Play Store vi permette di installare tante applicazioni e giochi che di solito utilizzate su Android e sfruttare il vantaggio di un display notevolmente più ampio.

Real Racing 3

In modalità tablet, viene attivata la rotazione automatica del display, in modo tale da poter disporre il dispositivo nella posizione più comoda. In particolare, abbiamo gradito molto la modalità verticale per l'utilizzo di alcune applicazioni dello smartphone ma, benché possano essere installate, non tutte sono ottimizzate per l'utilizzo sul Chromebook. Ad esempio, alcune ruotano in configurazione verticale soltanto con estremità destra rivolta verso il basso, coprendo il pulsante del volume qualora voleste appoggiare il Chromebook su una superficie piana. Nel caso in cui vi servisse una guida per resettare Chrome OS e ripristinare il Chromebook ai dati di fabbrica, abbiamo pubblicato un articolo qui.


Sotto la scocca dell'Acer Chromebook Spin 311 (CP311), trova posto il processore MediaTek MT8183, un SoC ARM di fascia media sviluppato ed introdotto lo scorso anno solo per Chromebook. È realizzato con processo a 12nm, ha frequenza operativa di 2GHz ed è caratterizzato da otto core: quattro Cortex-A73 e quattro Cortex-A53. Il comparto grafico è gestito da una GPU ARM Mali-G72 MP3 con clock massimo di 850MHz, mentre il quantitativo di memoria RAM è pari a 4GB (LPDDR4X). La memoria interna, invece, è un'unità eMMC da soli 64GB e non c'è possibilità di espansione. Questo aspetto diventa ancor più critico tenendo conto che 18GB sono occupati dal solo sistema operativo.

Acer Chromebook Spin 311 SP311

Messo alla prova con alcuni test di prestazione pura, il comparto hardware ha ottenuto risultati modesti, ma che dicono poco sull'utilizzo quotidiano, dove l'ultraportatile si comporta egregiamente. Abbiamo anche provato un multitasking intenso, avviando contemporaneamente una ventina di applicazioni senza eccessivi rallentamenti. È certo che il processore non possa fare miracoli e trasformare l'Acer Chromebook Spin 311 in una macchina da gaming, ma non abbiamo mai rilevato impuntamenti né incremento della temperatura. Le prestazioni grafiche sono sufficienti per eseguire in maniera dignitosa titoli come Real Racing 3, Dream Soccer League 2021 e Call Of Duty Mobile, anche se il lag è piuttosto frequente.

Quadrant Totale CPU Memoria I/O 2D 3D
- - - - - -
Antutu Totale GPU UX CPU MEM
- - - - -
Geekbench 5 Single-core Multi-core
260 916
AndroBench Seq. Read Seq. Write Rand. Read Rand. Write
- - - -
GFX Bench Car Chase offs. Manhattan 3.1.1 off.
Manhattan 3.1 off. T-Rex offs. Tessellation offs. Texturing offs. ALU 2 offs.
428,6 397,2 742,6 2044 1837 1847 MTexel/s 1422
3DMark Sling Shot Sling Shot Extreme Vulkan
Sling Shot Extreme OpenGL ES 3.1
1422 - -
G1 6,4 fps G2 4,8 fps PHY 45,6/27,3/15,3 fps - - - - - -
PCMark  Work 
Totale Web browsing Video playback Writing Photo editing
8432 9925 4415 11914 9682

La scheda tecnica include anche un modulo WiFi 802.11ac dual-band (WiFi 5), Bluetooth 4.2 e pochissime interfacce: jack audio da 3.5 mm, USB 2.0, slot Kensington lock, USB 3.2 Gen1 Type-C, per la ricarica (5V/3A) e con supporto DisplayPort. Purtroppo è assente il lettore di schede SD, che avrebbe permesso di espandere la poca memoria del dispositivo. Dal punto di vista della connettività, Spin 311 si dimostra ottimo e riesce a garantire un buon segnale anche ad una notevole distanza dal router.


Per la ricarica, Acer Chromebook Spin 311 sfrutta la porta USB Type-C ed un alimentatore da 45W che consente di ricaricare la batteria da 4670 mAh (36 Wh) da 0 a 100% in quasi due ore. Benché non sia molto veloce, vi basteranno pochi minuti di alimentazione per coprire l'intera giornata. Infatti, la durata della batteria è mostruosa e riesce a sfiorare 15 ore con utilizzo medio e 9 ore in riproduzione video con luminosità al massimo. Questi risultati sono una conseguenza della combinazione di display a bassa risoluzione, sistema operativo leggero e processore MediaTek a basso consumo.

Acer Chromebook Spin 311 SP311

Passando al comparto audio, Acer Chromebook Spin 311 dispone di due speaker stereo sul fondo dello chassis, il cui suono è incredibilmente potente e avvolgente. Nonostante la posizione non sia ottimale, infatti, la curvatura del telaio impedisce che vengano soffocati da una qualsiasi superficie di appoggio sottostante come invece avviene su molti altri dispositivi economici. Trattandosi di un modello entry-level, il risultato è veramente sorprendente e vi permetterà di fare a meno di altoparlanti esterni durante la riproduzione dei vostri contenuti multimediali preferiti.


Acer Chromebook Spin 311 (CP311-3H) è pensato per gestire le attività quotidiane più comuni e chi lo acquista non ha sicuramente la pretesa di utilizzare programmi troppo sofisticati. Le sue caratteristiche di convertibile e ultraportatile si adattano perfettamente alle necessità di giovani studenti che seguono le lezioni a distanza. Potranno prendere appunti, navigare in rete e riprodurre musica e video senza alcun tipo di problema, sfruttando la durata incredibile della batteria che permetterà di ricaricarlo mediamente soltanto una volta ogni due giorni.

Chi ha già esperienza con gli smartphone Android non incontrerà nessuna difficoltà ad operare su Chrome OS che è altrettanto fluido e intuitivo. Tuttavia, non si tratta ancora di un'alternativa a tutti gli effetti a Windows 10 e, probabilmente, non c'è neanche l'intenzione da parte di Google di renderlo tale. A circa 300€ e senza grandi aspettative dal punto di vista delle prestazioni, vale la pena acquistare un prodotto di questo tipo.

Acer Chromebook Spin 311 SP311

Dovreste comprarlo se avete un budget ristretto, cercate un dispositivo leggero e compatto e volete provare Chrome OS nelle attività quotidiane. Allo stesso modo, non dovreste farlo se avete bisogno di tanto spazio di archiviazione, non vi piacciono i display a bassa risoluzione e volete utilizzarlo per i videogiochi o applicazioni troppo pesanti.

Google News
Le notizie e le recensioni di Notebook Italia sono anche su Google News. Seguici cliccando sulla stellina

Commenti