Home News Processori ARM per netbook? Nasce Cortex!

Processori ARM per netbook? Nasce Cortex!

NetbookARM è in procinto di rilasciare la sua nuova architettura per microprocessori, soprannominata Cortex. Le nuove soluzioni, disponibili per il 2009, insidieranno il settore netbook come alternativa ad Intel Atom.

Il chipmaker ARM è conosciuto soprattutto per la sua esperienza nella produzione di microprocessori e SoC (System On a Chip) all'interno del panorama mobile degli smartphone: gran parte dei dispositivi di Research In Motion (RIM) BlackBerry, o degli ultimi telefoni multimediali della finlandese Nokia, come ad esempio il Nokia XpressMusic 5800 , sfruttano le soluzioni del produttore di Cambridge. Il Director Mobile Solutions U.K. di ARM, Rob Coombs, ha recentemente annunciato l'imminente lancio della nuova architettura per processori "ARM Cortex", che succederà all'attuale ARM11; confermando le precedenti indiscrezioni che vi avevamo anticipato, Coombs ha rivelato ufficialmente che Cortex sarà implementanto non solamente sugli smartphone di nuova generazione, ma anche all'interno di sistemi netbook.

Le prime soluzioni ad essere immesse sul mercato si baseranno sull'architettura Cortex-A8, ma entro il 2010 è prevista una variante multicore chiamata Cortex-A9, che garantirà una potenza computazionale per watt ancora superiore, eseguendo un maggiore numero di istruzioni ad un clock inferiore rispetto ad un single-core ad alta frequenza. Alcuni produttori sarebbero già interessanti ad adottare la nuova tecnologia di ARM, ma il chipmaker inglese non ha fatto nomi, elencando tuttavia in una lista i vari licenziatari della nuova architettura Cortex-A8: tra essi vi sarebbero Samsung Electronics, STMicroelectronics, Texas Instruments, Broadcom, PMC-Sierra, Matsushita Electric Industrial (Panasonic), e Freescale Semiconductor.

In possesso di una licenza per la futura tecnologia Cortex-A9 multicore troviamo invece NEC, Nvidia, STMicroelectronics, TI, e Toshiba. Tra i sistemi operativi che supporteranno l'architettura ARM vi saranno invece numerose distribuzioni di Linux, una variante del Mac OS X di Apple, e Windows CE (ma non, per adesso, una versione mainstream del sistema operativo Microsoft). Secondo gli analisti di mercato, nonostante ARM non abbia incluso nella lista la statunitense Apple, è probabile che sia ugualmente in possesso di una licenza ARM, o che vi sia un accordo di qualche sorta tra i due produttori.

Intel trova dunque ancora una volta minacciata la leadership delle soluzioni Atom basate su architettura x86: ARM promette consumi ridottissimi, tanta potenza, e future soluzioni multicore, mentre VIA Technologies continua a sviluppare la sua architettura VIA Isaiah, ed AMD prepara il suo agguato.

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy