Home News Intel Compute Stick con Ubuntu (quasi) pronta, ma costa un po' di più

Intel Compute Stick con Ubuntu (quasi) pronta, ma costa un po' di più

Intel Compute Stick con Ubuntu (quasi) pronta, ma costa un po' di piùLa Intel Compute Stick con Ubuntu Linux era attesa qualche mese fa a 89 dollari, ma Santa Clara ha cambiato programma. La troverete in vendita in USA dalla prossima settimana ad un prezzo più alto, 109 dollari.

All'inizio dell'anno, Intel ha annunciato la sua Compute Stick in due versioni: la prima con Intel Atom Bay Trail, 2GB di memoria RAM, 32GB di storage e Windows 8 con Bing ed un'altra con la stessa CPU, 1GB di RAM, 8GB di ROM e Linux. In questi mesi, Santa Clara ha reso disponibile la variante più costosa, modificandone anche un po' il design per i noti problemi termici, ma dalla prossima settimana sarà finalmente in vendita anche quella con Ubuntu. Ed è la stessa Canonical ad annunciarlo ed è un'ottima notizia, anche se forse arriva troppo tardi rispetto alle attese.

Intel Compute Stick

Le specifiche tecniche della Intel Compute Stick non cambiano, anzi sono confermate; sarà dotata di un processore Intel Atom Z3735F, con solo 1GB di RAM e 8GB di memoria Flash, e Ubuntu 14.04 LTS a 64-bit. A bordo anche un chip grafico integrato Intel HD, una USB 2.0, WiFi 802.11n e Bluetooth 4.0, oltre ad uno slot per schede microSD per poter espandere la quantità di storage. Le funzioni della Compute Stick Linux-based saranno le stesse della variante con Windows: potrete quindi collegarla ad un qualsiasi schermo attraverso la porta HDMI, trasformandolo in un computer, giocare, connettervi in remoto ad un altro PC ed eseguire altre operazioni di base. Ovviamente con Ubuntu, le opzioni sono limitate dalla capacità dell'hardware.

Intel Compute Stick con Ubuntu sarà in vendita tra qualche giorno nei principali shop online americani, come Amazon e Best Buy, al prezzo di 109 dollari. E' più costosa quindi di quanto ci aspettavamo, o meglio di quanto aveva annunciato Intel mesi fa. Sono solo 20 dollari di differenza, ma su una chiavetta che monta un sistema operativo open-source non sono pochi.

Intanto vi ricordiamo che Intel lancerà la seconda generazione della Compute Stick nel 2015 ed avrà specifiche migliori, tra cui un nuovo processore Intel Core M. Nei primi mesi del 2016, invece, Santa Clara introdurrà un modello ancora più potente con architettura Boxton; vi anticipiamo che non sarà economica, ma potrebbe valerne la pena comunque.

Via: TheNextWeb

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy