Home Recensioni Recensione Oppo R15 Pro

Recensione Oppo R15 Pro

Recensione di Oppo R15 ProL'arrivo dell'Oppo R15 Pro nei negozi della grande distribuzione segna lo sbarco del prestigioso brand cinese in Italia. L'estetica è appagante e le caratteristiche tecniche e multimediali sono eccellenti ma il prezzo è un po' troppo ambizioso.

Il produttore cinese Oppo vuole conquistare il mercato europeo e ha deciso di farlo iniziando dall’Italia. Oltre al modello top di gamma OPPO Find X (venduto da agosto 2018 alla cifra di ingresso di 999 euro), dal 18 agosto è acquistabile nei negozi fisici il modello "più economico" OPPO R15 Pro. Oppo R15 Pro è infatti uno smartphone di fascia alta e, ad aprile 2018, quando abbiamo fatto il nostro hands-on, era il modello più costoso ed accessoriato della Casa cinese venduto sotto il nome di Oppo R15 Dream Mirror Edition. Nel momento in cui scriviamo, il prezzo ufficiale in Italia è di 649 euro.

Oppo R15 Pro

Tuttora, a diversi mesi dal lancio e dopo il rilascio del sensazionale flagship Find X, Oppo R15 Pro mantiene caratteristiche tecniche ed estetiche competitive. Ho avuto modo di provarlo lungamente e di apprezzarne la bellezza, la cura per il dettaglio e la velocità estrema. Sono disponibili due colorazioni differenti: Cosmic Purple e Ruby Red. Se dovessi scegliere, vi consiglierei la prima, ma quella rossa potrebbe trovare un più ampio consenso.

OPPO R15 Pro è “pro” nelle prestazioni e nel comparto fotografico, ma lascia straniti per la scelta anacronistica della presa per la ricarica e per un software molto lontano dal mondo occidentale.
Potrebbe essere un dispositivo ideale per alcuni utenti e frustrante per altri, ma andiamo per ordine.

Oppo R15 Pro arriva in una confezione molto ben realizzata

Belli gli auricolari in dotazioneL'alimentatore supporta la famosa ricarica rapida Oppo Vooc

Confezione

La confezione di vendita è realizzata in modo impeccabile. Con un movimento a scorrimento accederemo al contenuto della scatola. Lo smartphone è accompagnato da una cover protettiva in TPU trasparente, che avvolge saldamente gli spigoli, un cavo USB-A/Micro USB per la ricarica compatibile con VOOC Flash Charge e il caricatore da parete in colorazione bianca 5V 4A.
Nota positiva è la presenza di un paio di cuffie di buona costruzione bianche, che però ricordano troppo quelle di un altro produttore. Scelta o semplice casualità?


Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy