Home Recensioni Recensione Fitbit Charge 4

Recensione Fitbit Charge 4

Recensione Fitbit Charge 4Fitbit Charge 4 è un Charge 3 potenziato con GPS, NFC (Fitbit Pay) e controllo per Spotify. L'abbiamo provato per quasi un mese ed ora possiamo confermare che è uno dei fitness tracker più funzionali e completi sul mercato.

Se dovessimo scegliere un brand di riferimento nella categoria degli indossabili per il fitness, Fitbit sarebbe certamente ai primi posti per la qualità e la tecnologia a cui ci ha abituati negli anni, soprattutto dopo l'acquisizione di Google. E Fitbit Charge 4 eredita il meglio dai modelli che l'hanno preceduto: a quasi due anni dal lancio di Fitbit Charge 3, l’azienda californiana presenta un nuovo fitness tracker quasi identico esteticamente nel segno della continuità, solido, ben costruito ma più affidabile e preciso. Non è un dispositivo economico ma di sicuro nel settore dei wearable per il fitness, è tra i più gettonati.

Fitbit Charge 4 è stato lanciato a fine marzo e da metà aprile è in vendita in Italia, in tutti i negozi online/fisici del territorio. La versione standard costa 149.99 euro nei colori del nero, prugna e blu notte/nero, mentre la variante "Special Edition" costa 169.99 euro con l’esclusivo cinturino in tessuto riflettente granito/nero, oltre al cinturino Classic nero aggiuntivo per passare facilmente da uno stile elegante ad uno più sportivo. E noi abbiamo provato proprio quest'ultima versione.

Per chi ama allenarsi con regolarità e controllare le proprie prestazioni fisiche (e non solo), Fitbit Charge 4 rappresenta un'evoluzione rispetto al modello Charge 3 con alcune novità che non passeranno inosservate come l'introduzione del GPS per tracciare i propri movimenti durante l'allenamento, non più dallo smartphone ma direttamente al polso, ed anche Fitbit Pay per i pagamenti contactless. Abbiamo indossato questa smartband per quasi un mese e siamo pronti per parlarvi dei tanti pregi (e pochissimi difetti) nella nostra recensione.