Home Recensioni Recensione Cubot P20

Recensione Cubot P20

Recensione di Cubot P20Recensione di Cubot P20 uno smartphone con notch, ampio schermo ed una buona piattaforma hardware in confronto al prezzo. Ha tutto quello che un utente consumer desidera oggi ed è stato premiato dal mercato, ma come sarà il nostro giudizio?

Ha la sigla di uno smartphone medio di gamma dalle ottime prestazioni e, proprio come lui, ha un bel notch che incornicia lo schermo. Cubot P20 è la risposta, nella fascia medio-bassa, alla crescente domanda da parte del pubblico europeo e non di questo genere di soluzione con la tacca in alto. Non sempre le ciambelle escono con il buco purtroppo e non tutti gli smartphone sono delle scelte obbligate nonostante il prezzo di listino abbordabile.

La mancanza di un’identità forte e l’utilizzo di soluzioni non proprio raffinate potrebbero aver minato le qualità di questo dispositivo. Non è assolutamente un prodotto cattivo, ma il coraggio gli manca del tutto. Il grande pubblico, del resto, ha sempre dimostrato di non amare gli azzardi sia sul versante tecnologico sia su quello del design, ed infatti Cubot P20 è uno degli smartphone di maggior successo commerciale, promosso sul campo dai stuoli di acquirenti anche se non sempre premiato dalla stampa tecnica.

Cubot P20 è un medio di gamma cinese con un prezzo accessibile

I prezzi del resto sono assai allettanti e sono stati limati ulteriormente dalle tante promozioni per il Black Friday. Potete trovare il Cubot P20 praticamente su ogni piattaforma di ecommerce ma il prezzo di Gearbest rimane sempre uno dei più bassi in assoluto: alla data della pubblicazione di questa recensione, Cubot P20 costa solo 124 euro su Gearbest per via di una offerta a tempo nell'ambito della campagna promozionale per Black Friday e Cyber Monday.

Confezione

La confezione di vendita prevede lo smartphone, un caricatore con presa europea 5V 2A (10 W), un cavo USB A/Micro USB per la ricarica e il collegamento al PC, la spilletta per l’installazione della nano SIM e dell’espansione di memoria e una sintetica manualistica.
Non manca la cover in silicone trasparente, che in questo modello ho trovato troppo spessa.

La confezione di Cubot P20


Caratteristiche tecniche e piattaforma hardware

Il cuore del Cubot P20 è un MediaTek MT6750T Octa Core a 1.5 GHz 64 bit e 28nm, affiancato da un’ARM Mali-T860 MP2 a 650 MHz e 4 GB di RAM LPDDR Single Channel. La memoria interna è da 64 GB espandibili tramite Micro SD. Lo schermo è un’unità da 6.18 pollici IPS con risoluzione 2246x1080p, densità di 403 ppi e lavorazione 2.5D.

La fotocamera posteriore è da 15.93 MP f/2, mentre quella anteriore è da 7.98 MP f/2.8. Sono presenti LTE Cat 6, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n Dual Band, Bluetooth 4.0, sensore di prossimità, luminosità, accelerometro e lettore d’impronte, GPS, A-GPS e GLONASS. La batteria ha una capacità di 4000 mAh.

Cubot P20 ha una buona dotazione hardware considerato il prezzo

  • CPU: MediaTek MT6750T Octa Core 1.5 GHz (4 x 1.5 GHz ARM Cortex-A53, 4 x 1.0 GHz ARM Cortex-A53) 64 bit 28 nm
  • GPU: ARM Mali-T860 MP2 650 MHz
  • RAM: 4 GB LPDDR3 Single Channel 833 MHz
  • ROM: 64 GB espandibili
  • Schermo: 6.18 pollici IPS 2246x1080p FHD+ 403ppi 24 bit 2.5D
  • Fotocamere:
    • Principale: 15.93 MP f/2 Samsung S5K3P3 ISOCELL
    • Secondaria: 7.98 MP f/2.8 GalaxyCore GC8024 CMOS BSI
  • Batteria: 4000 mAh agli ioni di litio 5 V / 2 A
  • Sensori: prossimità, luminosità, accelerometro, impronte
  • Android: 8.0 Oreo
  • Colori: nero, blu
  • GPS: GPS, A-GPS, GLONASS
  • Networking: LTE Cat 6 (800/900/1800/2100/2600 MHz), Wi-Fi 802.11 a/b/g/n Dual Band, Bluetooth 4.0
  • Dimensioni: 75,25 x 156,25 x 8,5 mm
  • Peso: 167 g
  • Altro: Dual Nano SIM

Design, schermo fotocamere

L’aspetto esteriore è eccessivamente simile a quello di un iPhone X, ovviamente non facciamo i conti con i materiali, non minimamente comparabili. Lo smartphone è realizzato quasi completamente in plastica e nota di forte demerito è il tipo di verniciatura. La colorazione nera, infatti, complice il supporto plastico, sembra poco precisa e accurata. L’anello argentato che incornicia il sensore biometrico mal s’intona con il resto dell’estetica, che quindi diventa ancora più dozzinale.

Anteriormente, la superficie in vetro è bella da guardare e valorizza uno schermo sufficientemente buono. La tacca è molto ampia e morbida, mentre il frame plastico con finitura lucida è accogliente. Si poteva indiscutibilmente fare qualcosa di più preciso e affascinante.

Il notch di Cubot P20La superficie glossy nera del Cubot P20 è poco moderna

Cubot P20 ha un buon rapporto screen-to-body

Lo schermo è un’unità da 6.18 pollici con risoluzione di 2246x1080 FHD+. La visione di contenuti non è male, ma i colori scuri soffrono di una profondità che non gli rende giustizia. I neri sono non pervenuti. La tecnologia IPS è solita mostrare questo genere di problematiche ma in modo meno accentuato.
Nonostante questo difetto, la visione di un video YouTube o lettura di una pagina web è stimolante.

MicroUSB sul fondoCubot P20 mantiene il jack audio

Dettaglio della rear camera posteriore

Anche su questo modello si sono sbizzarriti con il numero di fotocamere posteriori e giustamente nessuna delle due convince. La 20MP è in realtà una 16MP che cattura sin troppo rumore, anche in scene ampiamente illuminate. La 2MP, pensata per accentuare la profondità di campo, non fa nulla di quanto promesso.
Il software fotografico è quello che troviamo precaricato su tutti gli smartphone orientali: non completamente tradotto, non velocissimo né nello scatto né nella navigazione dei menù. Non ricorderemo questo dispositivo per le sue foto e neanche per i suoi video, che si fermano ai 1080 punti a 30fps.

La fotocamera anteriore non si allontana da quanto visto sulla stessa fascia di prezzo. Cubot dovrebbe sforzarsi di pensare smartphone in chiave multimediale. Nell’era dei social media, dei selfie e delle dirette Instagram, immettere sul mercato fotocamere e software per la loro gestione non ben pensati è controproducente.


Test

La piattaforma hardware è la medesima di altre decine di smartphone cinesi, con l’aggravante di essere, alla fine del 2018, abbastanza datata. Il giocatore occasionale non si farà mancare una partita in bus o mentre attende il turno in una sala d'aspetto, ma quello più esigente e smaliziato non può sorvolare sui dettagli medio-bassi e sulle incertezze in gioco.

La CPU sembra reggere tranquillamente, non è una centometrista ma si difende anche perché non si tratta del SoC MT6750 base ma del modello MT6750T. Una sola lettera di suffisso ma una sostanziale differenza in termini di reattività del sistema.

Non chiedete troppo al Cubot P20 in termini di prestazioni di gioco

Quadrant Totale CPU Memoria I/O 2D 3D
- - - - - -
Antutu Totale GPU UX CPU MEM
55467 11779 14743 24053 4892
Geekbench 4 Single-core Multi-core
687 2753
Vellamo Browser Metal Multicore
- - -
GFX Bench Car Chase offs. Manhattan 3.1.1 offs. Manhattan 3.1 off.
Aztec Ruins OpenGL off. T-Rex offs. Tessellation offs. Texturing offs. ALU 2 offs.
150,6 147,5 291,6 149,9 927,1 4536 15440 MTexel/s 7052
3DMark Ice Storm Extreme Ice Storm Unlimited
Sling Shot
6512 9415 146
G1 33,6 fps G2 21,2 fps PHY 30 fps G1 51,3 fps G2 33,1 fps PHY 31,8 fps G1 0,3 fps G2 1,6 fps PHY 18,2/9,9/6,8
PCMark  Work 2.0 
3158 Web browsing Video editing Writing Photo editing Data manipulation
3782 2588 2661 4245 2841

Batteria, temperature e conclusioni

La batteria da 4200mAh è il vero e proprio punto di forza di quello che potrei definire un battery phone più sottile del solito. La giornata si copre tranquillamente, arrivando a sfiorare il giorno e mezzo di utilizzo. Nominalmente, vista la capienza e la presenza di un hardware non così energivoro, mi sarei atteso qualcosa in più. Perfetto per il 99% degli utenti.

Le temperature sono contenute e, se indosserete la cover in dotazione, non vi accorgerete di eventuali variazioni. Anteriormente raggiunge un valore di 33 gradi, mentre posteriormente di 37 gradi Celsius.

Temperature sul fronteTemperature sul retro

Le capacità telefoniche sono molto buone in ricezione, però mostra il fianco con un audio in capsula sottotono e una cattura della voce robotica. Il Wi-Fi è leggermente più lento della norma.
L’altoparlante di sistema è mediocre, sufficiente per l’ascolto d’interviste e podcast ma inadatto per la riproduzione musicale.

Cubot P20 è un buon affare se riuscite a trovarlo intorno ai 120 euro

Il prezzo di Cubot P20 è in media intorno ai 150€, una richiesta a mio avviso troppo alta per quello che riesce a offrire, se vi piace acquistatelo scontato da Gearbest con prezzi che scendono intorno ai 120 euro con promozioni o sconti. A quel prezzo è un acquisto da fare, ma per il momento sulla stessa fascia del mercato la concorrenza è agguerrita e offre di meglio. 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy