Home Recensioni Recensione ASUS ASUSPro B9440UA - Design, schermo e dispositivi di input

Recensione ASUS ASUSPro B9440UA - Design, schermo e dispositivi di input

Recensione di ASUS ASUSPro B9440UAASUSPro B9440UA è l'ultraportatile per il business o "ultrabook" di ASUS. Al momento del lancio era il laptop da 14" più leggero al mondo con un peso di soli 1,05Kg ed è tuttora uno dei più compatti grazie alla cornice ultranarrow-bezel da 5,4mm. L'ho usato come "notebook da fiera" ed in questa recensione riassumo le mie considerazioni.

Design, schermo e dispositivi di input

ASUSPro B9440UA ha un telaio full metal anche se è talmente leggero da indurci a pensare che sia policarbonato. Non lasciatevi però ingannare dai sensi perché si tratta di una robustissima lega di magnesio rinforzata per resistere a sollecitazioni esterne che manderebbero KO un comune notebook. ASUS ha infatti progettato questo notebook secondo i criteri utilizzati per i portatili di categoria rugged allo scopo di garantire una resistenza di grado militare (MIL-STD 810G).

Non ho avuto cuore di testarlo personalmente ma la Casa taiwanese dichiara che il suo ASUSPro B9440UA resiste a cadute (fino a due volte), al 20% di peso in più sulla cover rispetto ai comuni portatili e ad un altissimo livello di usura per la cerniera e la tastiera. Quest'ultima è spill-resistant e quindi resiste al versamento accidentale di liquidi.

Lo schermo dell'ASUSPro B9440UA è antiriflesso opaco e si apre a 180°

Lo schermo è un’unità da 14 pollici con risoluzione FullHD, trattamento antiriflesso e una luminosità massima di 500 nits, binomio perfetto per la visione sia all’aria aperta che in un ambiente illuminato con luci artificiali. Il frame attorno allo schermo è quasi del tutto assente, nota stilistica che ho apprezzato molto e accorgimento intelligente per avere un ultrabook da 14 pollici con un ingombro di uno da 13. L’inclinazione estrema dello schermo, infine, mi è tornata utile in tante occasioni differenti, facendomi usare tranquillamente il dispositivo su ogni tipo di superficie.

La tastiera è robusta, retroilluminata, spill-resisant ed ha una corsa di 1,5mm

Il modello che ho testato ha una tastiera tenkeyless su sei righe, con una retroilluminazione scalabile e con un tasto Invio grande e spazioso. Sono presenti tutti i più comuni comandi da tastiera: dalla regolazione del volume allo spegnimento, sino all’attivazione di Windows Hello con il tasto per il riconoscimento delle impronte digitali, posizionato poco sopra il tasto accensione sulla destra. Quando si apre, il display lid fa perno sul tavolo sollevando il piano tastiera fino a raggiungere una angolazione di 7° considerata più ergonomica. Lo stesso espediente aiuta a migliorare la circolazione dell'aria sotto il telaio ed i suo raffreddamento.

Il display lid ha una particolare cerniera che solleva la base

Sotto la generosa tastiera, che ha una corsa di un millimetro e mezzo all’incirca, trova posto un touchpad ben dimensionato, che riconosce diversi gesti per ingrandire o rimpicciolire le immagini o per muoversi all’interno di una pagina web. La superficie tattile non è perfetta, infatti non mi è piaciuta la precisione del click, che mi ha ingannato qualche volta di troppo. Nonostante questo, sono riuscito a editare senza troppi intoppi decine di video senza usare un mouse e questo penso parli da solo delle possibilità offerte da questo mezzo, non memorabile ma sufficientemente prestante per un’attività delicata e precisa come il montaggio video.

La dotazione di interfacce prevede soo due USB 3.1 type-CSu un angolo della tastiera c'è il lettore di impronte digitali per lo sblocco con Windows Hello

Non ho usato un mouse per l’assenza di entrate USB standard, infatti sulla scocca di questo leggerissimo e sottilissimo ultrabook ci sono solo due USB di tipo C. L’assenza di una porta comune come l'USB type-A è sicuramente un problema per chi abbia da riciclare un po’ di attrezzatura pregressa, mentre non impensierisce l’utente proiettato nel futuro che fa già uso di accessori Type C. Si fa sentire la mancanza di uno slot Micro SD per scaricare foto e video velocemente e infatti sono dovuto ricorrere a un lettore di schede esterno adattato per questa configurazione. Se da un lato potrebbe costringervi ad usare degli adattatori, dall’altro adeguarsi al nuovo standard Type C vi permetterà di trasferire file con una velocità di 400MB al secondo oppure di ricaricare rapidamente la generosa batteria da 48Wh installata nella scocca. Usare un mouse Bluetooth potrebbe risolvere molti problemi!


Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy