Home Articoli Nvidia Tegra 3 Kal-El avrà cinque core - Primi benchmark

Nvidia Tegra 3 Kal-El avrà cinque core - Primi benchmark

Nvidia Tegra 3 Kal-El avrà cinque coreNvidia, con un annuncio a sorpresa, ha rivelato che il futuro Tegra 3 chiamato Kal-El non sarà un semplice quad core, ma avrà un'innovativa architettura a cinque core. Vediamo dunque più nel dettaglio di cosa si tratta.

Nei documenti ufficiali rilasciati da Nvidia a seguito degli annunci che abbiamo appena discusso, sono presenti anche diversi benchmark preliminari, sia per quanto riguarda i consumi che le prestazioni. Ovviamente, essendo benchmark riportati dal produttore e non verificabili al momento, vanno presi con beneficio di inventario. Nvidia si aspetta comunque molto dall'implementazione del power gating e del vSMP e infatti i benchmark divulgati mostrano un significativo calo dei consumi rispetto a Tegra 2 ma anche a soluzioni concorrenti del mondo RISC, nonostante un consistente aumento delle prestazioni. 

Nvidia Tegra 3 consumi energetici

Nvidia Tegra 3 consumi energetici

Anche le performance sembrano notevoli, come ad esempio mostrato in CoreMark, un benchmark per CPU del mondo mobile, che misura le prestazioni dei processori con applicativi multimediali impegnativi. Le prestazioni di Kal-El rispetto ad altri competitor dual core sono infatti superiori di circa il doppio.

Nvidia Tegra 3 benchmark

Il settore multimediale è un ambito molto importante per i device che adottano piattaforme RISC based, per cui riportiamo anche i risultati rilevati con Handbrake, un applicazione molto diffusa per il transcoding video, ossia per la traduzione dei filmati da un formato all'altro. I punteggi ottenuti mostrano ancora una volta un incremento prestazionale di circa il 60% rispetto a una soluzione dual core.

Nvidia Tegra 3 benchmark

Infine molta importanza riveste anche la componente videoludica. Nvidia quindi ha riportato un grafico che paragona la resa di Kal-El con diversi titoli di ultima generazione, a quella ottenuta da Tegra 2 e la differenza si attesta sempre attorno a un gap di 2 o 3 volte, ovviamente a favore della nuova soluzione. Tutto questo, ricorda infine Nvidia, senza dimenticare le maggiori capacità di Tegra 3 di gestire tutta una serie di nuovi effetti video, come texture dinamiche, illuminazione in tempo reale, applicazione di filtri etc. e una fisica real time più complessa, permettendo quindi un realismo maggiore dei titoli giocati.

Nvidia Tegra 3 benchmark

Insomma, con questi due annunci Nvidia sembra proprio avere ora tutte le carte in tavola per ribadire la sua leadership in questo segmento di mercato. Bisognerà vedere però ora all'atto pratico cosa accadrà sul mercato poiché, a differenza di quanto accaduto con Tegra 2 nei confronti di Android Honeycomb, il debutto di Tegra 3 non coinciderà questa volta con quello della futura versione di Android denominata Ice Cream Sandwich e non potrà quindi godere del traino dovuto a questa coincidenza, ma dovrà invece battersi ad armi pari con gli altri competitor, dimostrando sul campo di essere effettivamente superiore.