Home News Intel Atom D2500 e D2700 Cedarview in dettaglio

Intel Atom D2500 e D2700 Cedarview in dettaglio

 Intel Atom D2500 e D2700 Cedarview in dettaglioAll'IDF 2011 tenutosi a Pechino qualche settimana fa, Intel ha presentato ufficialmente la nuova piattaforma Cedar Trail per netbook. confermate le caratteristiche tecniche e comunicati i nuovi nomi e le frequenze operative dei processori.

Come sappiamo Cedar Trail è il nome in codice che identifica lo step evolutivo della piattaforma hardware che fa uso dei processori Intel Atom destinati ai netbook e che andrà quindi a sostituire l'attuale Pine Trail e i relativi processori Pineview. Cedar Trail prevede alcune interessanti novità rispetto al predecessore, di cui vi abbiamo già informato.

Anzitutto, per quanto riguarda i futuri processori Cedarview-D ci sarà il passaggio al sistema produttivo a 32 nm rispetto agli attuali 45 nm, permettendo quindi un innalzamento delle frequenze operative mantenendo però al contempo il TDP massimo o addirittura abbassandolo. Altre novità sostanziali riguarderanno anche l'IGP integrato, vero tallone di Achille dei passati Atom, sia Diamondville che Pineview. Il nuovo IGP offrirà pieno supporto alle DirectX 10.1 (attualmente è fermo alle DirectX 9) e al decoding di flussi video ad alta risoluzione (MPEG2, VC1, AVC e H.264), con supporto al Blu-Ray 2.0.

Intel Atom Cedarview modelli

Inoltre il nuovo sottosistema grafico includerà anche il supporto alle uscite video HDMI 1.3a, DisplayPort 1.1, eDP (embedded DisplayPort), LVDS e VGA e sarà in grado di pilotare fino a 2 display contemporaneamente. Niente è stato però comunicato sulla sua architettura e sulle frequenze di lavoro o le risoluzioni supportate. Anandtech ipotizza che il processore possa essere basato su una qualche versione depotenziata dell'IGP integrato nelle CPU con core Arrandale, magari con sole 6 pipeline unificate invece di 12. In ogni caso, ciò che conta è che questa soluzione sarà molto più potente di quella finora integrata nelle CPU Atom e risolverà finalmente il problema delle scarse prestazioni nella riproduzione di video HD ed Full HD. Per il resto invece non ci sono grandi novità: i futuri Atom non presenteranno un'architettura diversa, che non arriverà prima della metà del 2012 e manterranno quindi la poco performante modalità di esecuzione delle istruzioni in-order, che caratterizza gli Intel Atom sin dal loro debutto.

Anche per la gestione delle porte di I/O resterà l'attuale chipset Intel NM10. I nuovi modelli si chiameranno Intel Atom D2500 e D2700 e avranno frequenze operative rispettivamente di 1.86 GHz e 2.13 GHz, una cache L2 di 1 MB e il supporto alle RAM di tipo DDR3. E' interessante notare poi come entrambi saranno dual core, a differenza dei Pineview che prevedevano anche soluzioni single core e che solo il modello D2700 supporterà la funzione HyperThread. Nonostante le frequenze maggiori quindi le prestazioni dei nuovi Atom non dovrebbero discostarsi poi molto dalle CPU attualmente disponibili e anzi Intel Atom D2500, a parità di frequenza potrebbe avere prestazioni inferiori al precedente modello Atom D525 nell'uso di applicativi che si avvantaggiano di più core, proprio per la mancanza del supporto all'HyperThreading.

Intel si sta dando molto da fare in quest'ultimo periodo per aumentare la competitività della propria piattaforma netbook nei confronti delle soluzioni avversarie, come Nvidia ION Next Generation e AMD Fusion, ma la strada appare ancora lunga, perchè il ritardo accumulato dall'azienda di Santa Clara è consistente. Ad esempio, dal punto di vista grafico, la Radeon HD 6310 integrata nelle CPU AMD E350 è potente quasi quanto quelle integrate nei processori Intel Sandy Bridge per desktop per cui anche questi nuovi Atom si troverebbero comunque indietro come prestazioni pure, anche se dovrebbero comunque risolvere l'annoso problema del supporto alla decodifica hardware.

Anche i processori dovrebbero restare meno performanti delle controparti AMD Brazos, nonostante l'aumento delle frequenze lavorative, soprattutto per via dell'architettura in-order che li limita fortemente in certi tipi di calcoli. Solo nel campo del risparmio energetico la nuova piattaforma Cedar Trail dovrebbe essere avvantaggiata rispetto agli avversari, con un TDP previsto attorno ai 10 W contro gli attuali 18 W dell'AMD E350. Intel inoltre continua a suggerire un quantitativo di 1 GB di RAM per i suoi Intel Atom e finchè i produttori continueranno ad aderire a tale suggerimento, i processori Intel Atom saranno ulteriormente castrati nelle prestazioni complessive. Non resta che attendere dunque i primi sample che adotteranno la nuova piattaforma Intel Cedar Trail per metterli alla prova sul campo e verificare com'è realmente la situazione prestazionale rispetto ai competitor.