Home News Wacom Bamboo Stylus: stilo capacitivo per tablet

Wacom Bamboo Stylus: stilo capacitivo per tablet

Wacom Bamboo Stylus: stilo capacitivo per tabletWacom, azienda nota proprio per le sue tavolette grafiche della serie Bamboo e per i suoi stilo, si appresta a far debuttare sul mercato un nuovo pennino che potrà interagire con i display capacitivi dei tablet attualmente sul mercato.

Il pennino sembrava una periferica di input destinata all'oblio. Nato insieme ai display resistivi è stato accantonato quando sul mercato hanno debuttato i nuovi schermi capacitivi, che invece funzionavano solo col contatto diretto dei polpastrelli. Inizialmente questo passaggio tecnologico è stato vissuto come una vera rivoluzione e si è esaltata la maggior libertà e immediatezza d'uso legata all'impiego della semplici dita e delle gesture multitouch, ma a distanza di alcuni anni ci si è resi conto che anche il vecchio pennino aveva qualche freccia al suo arco. Ad esempio era molto più preciso e poi permetteva di prendere appunti scrivendo come su un foglio o di disegnare.

Wacom Bamboo Stylus

Perchè allora non avere dispositivi che permettano l'uso sia del pennino che delle dita, in modo da scegliere l'una o l'altra modalità di input a seconda di quello che si vuol fare, così da avere maggior libertà e flessibilità d'uso? E infatti a breve raggiungeranno il mercato diversi tablet che, nonostante dotati di display capacitivi, permettono l'uso di uno stilo. Tablet come HTC Flyer o Asus Eee Pad EP121 ne sono solo due esempi, ma sono sempre di più i modelli di nuova concezione dotati di pennino capacitivo e programmi sviluppati ad hoc per avvantaggiarsene.

Già, ma se avete comprato un tablet da appena un anno o poco più e non volete cambiarlo con uno più nuovo, ma vorreste utilizzare un pennino? E' ciò che ha pensato Wacom, famosa azienda che da anni opera con successo nel settore delle tavolette grafiche. Da metà maggio e ad un costo di 41 $ circa dovrebbe quindi giungere sul mercato Wacom Bamboo Stylus, una penna capacitiva che, grazie alla produzione attiva di un campo di elettroni, può interagire con i display capacitivi come fosse il dito di una mano, ma con molta più precisione, visto che la punta è larga soltanto 6 mm.

La realizzazione sembra di alto livello, grazie all'utilizzo dell'alluminio satinato per il corpo della penna, con una doppia colorazione, metà argentata e metà nera per la parte bassa, rivestita di un materiale gommoso per migliorarne la presa. Wacom inoltre pensa di distribuirla in bundle con una serie di applicativi che ne sfruttino le potenzialità, proprio pensando a tutti i tablet recenti ma che ancora non erano dotati, al loro debutto, di software dedicati all'uso del pennino.

In ogni caso non tutte le feature disponibili sui tablet di nuova concezione come HTC Flyer saranno disponibili, ad esempio lo schermo dell'iPad non è sensibile alla pressione, per cui anche comprando il nuovo stilo Wacom Bamboo non sarà possibile variare ad esempio la larghezza del tratto diminuendo o aumentando la pressione che si esercita sul display.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy