Home Recensioni Recensione EaseUS Data Recovery Wizard (12.9.1), software gratuito per il recupero dati

Recensione EaseUS Data Recovery Wizard (12.9.1), software gratuito per il recupero dati

Recensione EaseUS Data Recovery Wizard (12.9.1), software gratuito per il recupero datiA distanza di quasi un anno, abbiamo riprovato EaseUS Data Recovery Wizard per apprezzarne le nuove caratteristiche e funzionalità. È un software gratuito di recupero dati per PC (Windows e Mac) dalle enormi potenzialità. Non perdetevi la nostra recensione.

A poco meno di un anno dal nostro ultimo test, siamo tornati a provare il software gratuito EaseUS Data Recovery Wizard per il recupero dei dati da PC (Windows e Mac) e da dispositivi removibili (hard disk, SSD, chiavetta USB, schede SD e così via). In questi mesi, infatti, è stato sottoposto ad alcune modifiche che ne hanno migliorato ulteriormente le caratteristiche e l'interfaccia utente per ottimizzare le prestazioni e rendere l'esperienza più intuitiva.

Potete scaricare ed installare gratuitamente la versione base EaseUS Data Recovery Wizard, cliccando su "Free Download" e avviando il file eseguibile a download completato. Come lo scorso anno, questa versione vi permetterà di recuperare fino a 2GB di dati condividendo la pagina del software sui vostri canali Facebook, Twitter tramite l'apposito tasto "Condividi". In caso contrario, avrete un tetto massimo di 500 MB.

EaseUS Data Recovery Wizard

In particolare, rispetto alla vecchia versine 12.0 le novità della più recente 12.9.1 riguardano i seguenti aspetti:

  • Funzionalità di ricerca e filtro migliorate con l'aggiunta di maggiori opzioni per trovare più facilmente e con più precisione i file persi
  • Ripristino avanzato dei nomi originali dei file e della struttura della directory da cui sono stati persi i dati
  • Nuova tecnologia di scansione per rilevare più velocemente i file
  • Funzione di anteprima migliorata per offrire una migliore copertura in base al tipo di file
  • Visualizzazione anteprima di file Office con maggior successo
  • Un grande miglioramento nel recupero di dati FAT e NTFS
  • Supporto della scansione mirata di desktop e cestino per velocizzare la ricerca dei dati
  • Riduzione del numero di scansioni che interferiscono con il numero di partizioni
  • Miglioramento della qualità del recupero durante la scansione
  • Risoluzione del problema che impediva di trovare alcuni programmi e di aprire alcuni file ripristinati
  • Risoluzione del crash parziale della scansione
  • Migliore qualità del recupero per i dischi rigidi 4K su Windows 10
  • Ripristino ottimizzato su SSD
  • Migliore qualità di "Altri file persi"

In alternativa, è possibile acquistare la versione Professional che è attualmente scontata del 50% ed è acquistabile a soli 51.81 euro. Godrete (per sempre) di tutti gli aggiornamenti e del supporto tecnico su un singolo computer e potrete recuperare tutti i dati senza limitazioni.

Prima di passare alla prova vera e propria, occorre conoscere le caratteristiche e le funzionalità che lo rendono uno dei prodotti più competitivi della categoria. Come la precedente versione, EaseUS Data Recovery Wizard può essere utilizzato qualora ci si trovi di fronte ai seguenti scenari:

  • Recupero da cancellazione accidentale: per recuperare rapidamente i dati da perdite impreviste causate da eliminazione accidentale o da attacchi di virus.
  • Recupero da formattazione: la formattazione di un disco non cancella i dati su di esso, ma solo quelli sulle tabelle degli indirizzi. C'è ancora una grande possibilità di recuperare i dati formattati
  • Recupero da cestino svuotato: perché i dati cancellati dal cestino non sono un danno permanente. Il software di recupero EaseUS Data Recovery Wizard ti aiuta a ritrovare i dati persi in modo efficace.
  • Recupero da partizione persa: anche se un'intera partizione viene persa o non può essere riconosciuta dal sistema, i tuoi dati sono ancora recuperabili.
  • Recupero da hard disk danneggiato: quando un disco rigido è danneggiato, diventa inaccessibile. Il programma consente agli utenti di riavere i dati indietro.
  • Recupero da attacco virus: i PC sono facilmente attaccati da virus o malware sconosciuti e con questo strumento non perderete i vostri file.
  • Recupero da crash del sistema: se i dati sono inaccessibili perché il sistema Windows non si avvia, potrete installare EaseUS Data Recovery Wizard nella versione Pro insieme al tool aggiuntivo WinPE al costo di 89.12€, per recuperare i dati anche quando il sistema è bloccato.
  • Recupero da partizione RAW: se hard disk o partizione diventano improvvisamente RAW e non si può accedere ai dati memorizzati.

Sarà possibile ritrovare e ripristinare più di 1000 tipi di file persi da PC, laptop, hard drive, SSD, USB, scheda SD, fotocamera digitale, lettori musicali ed altri supporti attraverso una procedura guidata che si articola in tre semplici passaggi: individuazione della locazione (o partizione) da cui sono stati persi i file, scansione del dispositivo con la possibilità di mettere in pausa l'operazione e salvare la sessione, quindi visualizzazione dell'anteprima dei file trovati e ripristino di quelli selezionati. Anche gli utenti poco esperti potranno completare la procedura in tre soli click in maniera rapida ed efficiente. Inoltre, sono previste due modalità di scansione:

  • Scansione rapida: per individuare più rapidamente file e cartelle perse utilizzando un algoritmo di base.
  • Scansione approfondita: per individuare tutto ciò che non si riesca a reperire tramite l'altra modalità. Il software effettuerà una scansione settore per settore per recuperare tutto ciò che è possibile.

Per l'installazione del software, dovrete verificare i requisiti minimi di sistema: sistema operativo Windows 10/8.1/8/7/Vista/XP, 32MB di memoria per l'installazione, RAM di almeno 1GB e processore (a 32 o 64 bit) da almeno 1 GHz. E ovviamente esiste anche una versione dedicata ai Mac.



Al primo avvio su Windows 10, è possibile notare immediatamente come l'interfaccia principale sia stata lievemente modificata con l'aggiunta delle icone Desktop, Cestino e Cartella. Qui, prima di cliccare su "Scansione", dovrete indicare la posizione dei dati persi scegliendo fra intero disco locale, eventuali partizioni, dispositivi esterni o indicare un settore specifico fra uno dei tre percorsi sopra menzionati.

In alto a destra trovate i comandi per inserire una chiave di licenza acquistata, acquistarne una, condividere su Facebook o Twitter il software per ottenere 1.5 GB aggiuntivi, caricare una sessione precedentemente messa in pausa e "altro" per effettuare aggiornamenti o modificare la lingua.

EaseUS Data Recovery Wizard menù

Test su notebook con SSD

Per la prima prova abbiamo utilizzato la memoria SSD Sandisk X400 M.2 2280 del nostro laptop. Dopo aver creato una cartella TEST sul desktop, abbiamo trascinato quattro file di formato differente ed effettuato immediatamente la loro eliminazione tramite tasto "Canc" della tastiera. A questo punto, ci siamo anche assicurati di svuotare il Cestino per eliminarne completamente le tracce. Una volta svolte queste operazioni preliminari, è bastato indicare il percorso dei file utilizzando l'icona "Cartella" dal menù principale del software.

EaseUS Data Recovery Wizard percorso test desktop

Dopodiché, è bastato cliccare su "Scansione" per avviare l'analisi che si completa in poco più di un quarto d'ora. Cliccando su "Altri File", tutti i dati verranno suddivisi in categorie e per individuare i nostri basta effettuare una ricerca per nome tramite l'apposita barra in alto a destra.

EaseUS Data Recovery Wizard scansione conclusa

EaseUS Data Recovery Wizard categorie

EaseUS Data Recovery Wizard cartella test desktop

Come potete vedere l'operazione ha permesso di recuperare i quattro file che avevamo eliminato dalla cartella. Per il loro ripristino, basta selezionarli, cliccare sull'apposito pulsante "Recupera" in basso a destra e indicare dove si intende salvarli. Possibilmente, tale destinazione dovrà essere diversa da quella su cui abbiamo effettuato tutta l'operazione per evitare eventuali sovrascrizioni e danneggiamento dei file.

EaseUS Data Recovery Wizard computer

EaseUS Data Recovery Wizard nike

EaseUS Data Recovery Wizard ufo

EaseUS Data Recovery Wizard design

EaseUS Data Recovery Wizard recupero

 

Test su SSD esterno

Per la nostra seconda prova ci siamo serviti di STmagic SPT31, drive SSD M.2 con interfaccia SATA3 e USB 3.1 da noi recensito poco tempo fa. Abbiamo inserito al suo interno la stessa cartella TEST con i medesimi quattro file ed eseguito lo stesso procedimento sopra descritto. Per avviare la scansione non è necessario selezionare l'intero SSD (Volume D:) ma basta cliccare su "Cartella" e indicare il percorso come mostrato nelle immagini.

EaseUS Data Recovery Wizard test cartella SSD

EaseUS Data Recovery Wizard percorso test

La scansione è stata un po' più lenta del caso precedente ma, ancora una volta, abbiamo riscontrato ottimi risultati e recuperato completamente i quattro file eliminati.

Provate anche voi EaseUS Data Recovery Wizard e tenetelo sul vostro computer in caso di necessità. Qualora foste interessati alla versione Pro, provatela e acquistandola avrete 30 giorni di tempo per chiedere il rimborso. In caso di difficoltà potete consultare la guida sul sito ufficiale o rivolgervi al supporto tecnico che verrà gratuitamente in vostro soccorso.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy