Abbiamo testato il KUU K2, un notebook fanless con Intel Celeron J4115 e display da 14 pollici Full HD (1920 x 1080 pixel) opaco, ideale per utilizzo scolastico e casalingo. Ora è in offerta a 270€ su Gearbest. Video recensione e impressioni d'uso.


Anche se potrebbe suonarvi nuovo, KUU K2 non è il primo ma il secondo notebook dell’azienda, un'alternativa ai marchi (cinesi) più blasonati e disponibili sul mercato già da molto tempo. Nonostante arrivi qualche mese più tardi rispetto al KUU K1 con un nome che lascia presagire un upgrade o almeno una piccola evoluzione, KUU K2 è in realtà un prodotto destinato alla fascia bassa, che offre quindi caratteristiche bilanciate per un utilizzo leggero. E come tale è anche molto accessibile: KUU K2 è infatti in vendita su Gearbest a poco più di 253 euro, con coupon Y523FFB724227001 e con uno sconto del 40% fino ad esaurimento scorte. Il modello con 512GB di storage costa 279€ sempre con la stessa promozione e con coupon E524001CAF627000.

KUU K2

Non è la prima volta che testiamo un notebook "cinese" ma KUU K2 per noi è una novità. Non sappiamo cosa aspettarci esattamente anche se, dando uno sguardo alla scheda tecnica, siamo convinti che questo computer portatile sia uno tra i più interessanti (oltre che convenienti) in circolazione. Integra un processore Intel Celeron J4115, 8GB di RAM e SSD da 256/512GB a seconda della SKU acquistata con un bel display da 14 pollici Full HD (1920 x 1080 pixel) - sorprendentemente opaco - e caratteristiche tipiche di notebook di fascia più alta come una porta USB Type-C, il sensore di impronte digitali ed anche una webcam con otturatore meccanico.

KUU K2

Insomma sarebbe un errore, un grosso errore, considerare KUU K2 semplicemente un notebook dall'ottimo rapporto qualità/prezzo perché questo dispositivo ha molto più da offrire. Sia chiaro: KUU K2 non è un concentrato di potenza, ma è il notebook ideale per l'universitario (pendolare) e per il professionista spesso in viaggio, che cerca una macchina senza troppe pretese ad un buon prezzo. Mettetevi comodi e non perdete la nostra recensione.

Pro

  • Lettore di impronte digitali
  • webcam con otturatore fisico
  • portabilità
  • display opaco
  • prezzo

Contro

  • tastierino numerico digitale migliorabile
  • tastiera "scivolosa"
  • audio con bassi assenti
  • display IPS con neri sbiaditi
  • accessibilità assente
0
Leggero e versatile, best-buy nella fascia economica
Design 0/10
Prestazioni 0/10
Prezzo 0/10
Materiali 0/10


KUU K2 è venduto in una semplice confezione di cartone che esprime, già al primo sguardo, l'anima minimal ed economica del prodotto. All'interno sono contenuti il caricabatterie con presa cinese e il notebook, ben protetto da un involucro morbido e inserito in uno zainetto di tela con il logo KUU in bella vista. L'azienda ha inoltre aggiunto al bundle anche un adattatore per presa elettrica italiana e gli adesivi per la tastiera con in più layout internazionali (incluso quello italiano), due accorgimenti che abbiamo apprezzato per poter essere subito operativi. Non manca un piccolo ma utile manuale di istruzioni.

KUU K2

Insomma, nel complesso, lo spacchettamento potrebbe deludervi perché essenziale ma fondamentalmente concreto. L’importante è il contenuto, no? Ed è proprio sul KUU K2 che vorremmo concentrare la nostra attenzione, partendo dalle sue caratteristiche tecniche principali, che svelano già tanto del target a cui è destinato questo notebook.

Specifiche tecniche KUU K2

  • Processore: quad-core Intel Celeron J4115 (Gemini Lake)
  • RAM: 8GB DDR3
  • Memoria: 256/512GB SSD
  • Grafica: Intel HD Graphics 600
  • Display: 14.1 pollici IPS Full HD (1920 x 1080 pixel) opaco
  • Connettività: USB Type-C, USB 3.0, Micro HDMI, jack audio, lettore di schede microSD
  • Networking: Bluetooth 4.1, WiFi 802.11ac dual-band 2.4 GHz/5.0 GHz
  • Sicurezza: sensore di impronte digitali nel tasto di accensione, webcam da 0.9MP con shutter meccanico
  • Sistema operativo: Windows 10 Pro
  • Batteria: 5000 mAh con 4-5 ore di utilizzo medio
  • Dimensioni: 320 x 220 x 16 mm
  • Peso: 1.35Kg
  • Altro: tastiera retroilluminata

KUU K2 è un notebook in lega di alluminio nel quale trovano posto anche parti in plastica, che nell'insieme contribuiscono alla sua leggerezza e trasportabilità (poco più di 1.3Kg). L’assemblaggio è curato e appagante - sia alla vista e sia al tatto - durante l’utilizzo salvo forse qualche leggero scricchiolio nei pressi del touchpad, comunque difficile da notare se non provandoci volutamente. Il modello oggetto del nostro test vanta una colorazione oro, quasi bronzata, piacevole da vedere e per nulla pacchiana grazie alla finitura opaca, ma per chi preferisse rimanere sul classico è disponibile anche una più classica colorazione argento.

KUU K2

La parte anteriore è occupata dallo schermo con cornici ultrasottili, mentre sul coperchio trova spazio centralmente il logo dell'azienda "KUU". Le porte sono ben distribuite sui due lati del dispositivo: una porta USB Type-C, una micro-HDMI per collegare uno schermo/TV esterno ed il connettore dell'alimentazione sulla sinistra, il jack audio da 3.5 mm, una porta USB 3.0 ed uno slot per la microSD sulla destra.

KUU K2 logo

Quello che però distingue questo dispositivo da tanti altri sono due scelte estetiche e funzionali decisamente particolari. In primis va sottolineato come KUU K2 sia dotato di una tastiera retroilluminata borderless che si estende esattamente fino all’ultimo millimetro disponibile della scocca. L’effetto estetico è molto bello, anche se può lasciare leggermente meno protetti i tasti più laterali che risultano visibili e quindi esposti anche a notebook chiuso. L’altra particolarità riguarda invece il touchpad ibrido, molto grande e comodo da utilizzare ma soprattutto dotato di un tastierino numerico "digitale" che ci ricorda il noto NumberPad di ASUS, elemento distintivo della linea premium Zenbook.

KUU K2

Sull’intera superficie infatti trovano posto (con un font un po' grossolano) i numeri del tastierino, attivabili con un apposito swipe nella parte alta grazie al quale si passerà dalla modalità "touchpad" a quella "tastierino". Pur essendo una soluzione molto comoda e salva-spazio, non è perfetta: non sempre riusciremo a switchare tra le due modalità al primo colpo e ci troveremo spesso a pensare che sarebbe stato più rapido utilizzare direttamente la classica riga dei numeri della tastiera fisica. Nulla che non possa essere risolto con un aggiornamento software.

KUU K2 fingerprint

Interessante la presenza di un otturatore fisico al di sopra del display, grazie al quale saremo in grado di coprire il sensore della webcam ogni qualvolta non ne avremo bisogno, e di un sensore per le impronte digitali compatibile con Windows Hello nascosto nel pulsante di accensione, in alto a destra rispetto alla tastiera. Si tratta di una soluzione già vista su altri marchi più blasonati (qualcuno ha detto Huawei?) e che funziona altrettanto bene. Il riconoscimento dell’impronta è immediato nonché preciso. Non ci è mai capitato di non vederla riconosciuta al primo colpo, e grazie all’integrazione con Windows Hello potremo tranquillamente utilizzarla a pieno regime con il nostro sistema operativo.


KUU ha dunque puntato su componenti indirizzati prevalentemente ad un utilizzo casalingo e lavorativo basilare. Le prestazioni fornite dal processore Intel Celeron J4115 (Gemini Lake) a 2.4GHz e dalla RAM DDR3 sono infatti soddisfacenti finché si rimane in ambiti “semplici” come possono essere streaming, navigazione, suite Office e altri utilizzi casuali, ma quando invece si comincia a portarlo al limite delle sue possibilità con giochi, programmi di editing video e affini, cominciano a palesarsi rallentamenti e difficoltà a lavorare al meglio. Nessuna sorpresa, questo notebook non è tagliato per il gaming o l'editing spinto, ma è ovviamente nostro compito tentare di spremerlo il più possibile. In conseguenza di ciò, anche i benchmark raccontano la stessa verità:

SuperPi (single-threading)  1M 2M 4M 8M
- - - -
7Zip (multi-threading)  32MB / 4 thread
-
 Geekbench 5 Single core Multi-core
417 1415
 Cinebench 15 OpenGL CPU
- -
CrystalDiskMark   Sequenziale QD32T1 Seq Random 4K Q32T1
Random 4K
Read Write Read Write Read Write Read Write
290,2MB/s 284,3MB/s 257,5MB/s 282,9MB/s 114,8MB/s 258,5MB/s 14,75MB/s 35,53MB/s
PCMark 10 Essentials Productivity Digital content creation
1231 pcmarks - -
3DMark Time spy Ice Storm Extreme Fire strike
132 - -
G1 0,77 fps G2 0,66 fps CPU 2,59 fps - - - - - -

Discrete le prestazioni della grafica integrata Intel HD Graphics 600, capace di gestire anche il 4K senza particolari problemi e di dare quell’aiuto in più al processore in alcuni scenari in cui risulta necessario. Test positivi insomma per quanto riguarda navigazione web (compreso rendering di pagine elaborate), Microsoft Office, OpenOffice, Documenti Google e tutto questo genere di applicativi utili per un lavoro in mobilità. Nessun problema neanche per la riproduzione video, sia tramite servizi che regolano automaticamente la risoluzione in base alla banda, sia quando si forza la mano con video 4K.

KUU K2

L’editing fotografico può essere eseguito ma con molta pazienza e senza esagerare con le dimensioni. Nel caso aveste necessità di mettere mano a qualche video invece, sappiate che l’esperienza potrebbe non essere delle migliori. Stesso discorso per quanto riguarda i giochi purtroppo.

KUU K2

In conclusione, ad eccezione di queste criticità, KUU K2 restituisce un’esperienza d’uso assolutamente piacevole se consideriamo il prezzo esiguo che viene richiesto per una macchina simile. L'importante appunto è non spingersi oltre i suoi confini. La scheda tecnica è chiusa da WiFi 801.11ac e Bluetooth 4.1. ll modello da noi testato è provvisto di 256GB di spazio su disco SSD, con buone prestazioni, di cui 60GB riservati al sistema operativo ed il resto destinato all'archiviazione.


Il pannello montato su questo notebook è un 14.1 pollici IPS con finitura opaca, dettaglio che aiuta non poco nella gestione dei riflessi soprattutto nell’utilizzo all’esterno. Questo, unito ad una buona luminosità, un aspect ratio di 3:2, buona densità di pixel e discreti angoli di visione, non può che farcelo valutare in maniera positiva grazie anche ad una risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel) che è tutt’altro che scontata in questa fascia di mercato.

KUU K2 display

Dove questo display soffre e rivela la sua anima di IPS di fascia media è nella profondità dei neri, insufficienti e tendenti più al grigio, e in una calibrazione dei colori che lascia un po’ a desiderare. Soprattutto utilizzandolo in condizioni di scarsa luminosità è facile notare come il pannello zoppichi in questi ambiti, ma non riusciamo a giudicarlo negativamente nel complesso (sempre rapportandolo al prezzo da pagare per portarci a casa il notebook in questione).

La diagonale da 14.1 pollici è il giusto compromesso tra usabilità e portabilità. Il notebook infatti si rivela molto versatile grazie al connubio tra dimensioni e peso, rendendo piacevole sia lavorare in movimento che farlo per lunghi frangenti senza affaticare eccessivamente gli occhi. Punto decisamente a favore per il rapporto d’immagine in 3:2 con cui ci siamo trovati benissimo in ambito lavorativo perché offrono un maggiore spazio in verticale e necessitano di scroll meno frequenti rispetto ai pannelli in 16:9. Ottima mossa da parte di KUU.

KUU K2 display

Nella cornice superiore del display, per quanto molto sottile, è stata inserita una webcam da 0.9MP che potremmo considerare il minimo indispensabile per videoconferenze di lavoro o videochiamate ad amici e parenti. La qualità dell'immagine è bassa, soprattutto in condizioni di scarsa luminosità, ma riesce comunque a distinguersi per la presenza di uno shutter meccanico che protegge la privacy dell'utilizzatore quando la fotocamera non è in uso.


Come vi accennavamo poco sopra, KUU K2 si presenta in maniera abbastanza particolare quando andiamo ad osservare il piano tastiera. Tastiera e touchpad hanno infatti entrambi dei caratteri distintivi rispetto alla concorrenza, nel bene e nel male.

KUU K2

La tastiera è totalmente borderless e si estende da destra a sinistra senza soluzione di continuità fino ai bordi del notebook appunto. Bella da vedere ma un po’ meno da utilizzare. I tasti hanno dimensioni standard ma la spaziatura è praticamente assente, quindi la digitazione richiede un po' di pratica prima di cominciare a scrivere velocemente senza errori di battitura. In parte questa esperienza non ottimale è data anche dal materiale plastico leggero e scivoloso dei tasti, e da una corsa non eccellente. Abbiamo visto di peggio, ma di sicuro non è un notebook nato per lunghe sessioni di scrittura.

KUU K2

KUU K2

Il nostro modello di KUU K2 è fornito di una tastiera con layout italiano, quindi non vi serviranno gli adesivi per le lettere che l'azienda fornisce in bundle con il notebook. Vi ricordiamo però che l'utilizzo degli sticker vanifica una delle funzioni che abbiamo apprezzato in questo laptop, ovvero la retroilluminazione della tastiera, una caratteristica presente solo in modelli di fascia più alta che però consente agli utenti di utilizzare il notebook anche di sera senza aver bisogno di altre fonti luminose.

KUU K2

Anche del touchpad con tastierino numerico integrato vi abbiamo già detto, e ribadiamo che difficilmente vi troverete ad utilizzare questa funzione piuttosto che i tasti numerici "fisici" posizionati in alto. Non è stata ben implementata e non è neanche piacevolissima da osservare, c’è poco da aggiungere. A parte questo, l’utilizzo come normale touchpad è molto piacevole: è grande, risponde bene e immediatamente ai comandi e anche la pressione dei tasti non risulta fastidiosa. Il poggiapolsi ha una dimensione in linea con quella di un notebook 14 pollici e, tutto sommato, si rivela sufficientemente comodo.


Tra tastiera e schermo si nota facilmente una griglia continua dove sono nascosti gli speaker stereo. In termini assoluti si tratta di altoparlanti senza infamia e senza lode, dal volume non altissimo ma esente da distorsioni. La qualità è appunto solo mediocre, con una spiccata preferenza verso gli alti e i medi e un’assenza importante di bassi (cosa abbastanza comune quando si parla di componenti non al top). D’altronde non potevamo certo aspettarci un audio di prima qualità su un prodotto così economico, e in qualunque caso non avrete alcun problema ad immergervi nel vostro film preferito.

KUU K2

Il microfono invece registra audio di buona qualità, più che sufficiente per le videochiamate, e non abbiamo mai rilevato alcun problema.

Capitolo batteria: già sappiamo che il KUU K2 è ricaricabile esclusivamente tramite il suo connettore e non con la porta USB Type-C presente sul lato, e questo comporta dei tempi di ricarica di circa 3 ore e mezza per ravvivare totalmente la batteria da 5000 mAh. Una volta carica, questa unità ci regalerà circa 4-5 ore di autonomia con un utilizzo normale e 12 ore circa in standby. Non è tantissimo ma è un compromesso accettabile, peccato solo per dei tempi di ricarica non esattamente brevi.

KUU K2


KUU K2 è il notebook per chi vuole spendere poco e avere la possibilità di vivere tutte le operazioni quotidiane senza particolari patemi. Estetica che salta all’occhio e soluzioni sulla carta interessanti, anche se non proprio tutte riuscitissime.

KUU K2

Navigare, guardare film e serie TV, lavorare in mobilità e togliersi qualche sfizio con le proprie foto non sarà un problema, ma bisogna fermarsi qui (e per il prezzo richiesto è giusto così). D’altronde chi ha bisogno di performance estremamente brillanti o di batteria infinita sa già che deve alzare l’asticella del prezzo, ma se si ha un utilizzo medio e non particolarmente pretenzioso è difficile trovare molto di meglio sotto i 300€. Vi ricordiamo che ancora per qualche giorno, KUU K2 sarà in offerta lampo su Gearbest al prezzo di 253 euro. Potete acquistarlo cliccando direttamente su questo link. Aggiungete il codice coupon Y523FFB724227001 nell'apposito campo nel carrello. Il modello da 512GB di spazio di archiviazione, ha invece un prezzo di 279€ con coupon E524001CAF627000.

Commenti