Tra tastiera e schermo si nota facilmente una griglia continua dove sono nascosti gli speaker stereo. In termini assoluti si tratta di altoparlanti senza infamia e senza lode, dal volume non altissimo ma esente da distorsioni. La qualità è appunto solo mediocre, con una spiccata preferenza verso gli alti e i medi e un’assenza importante di bassi (cosa abbastanza comune quando si parla di componenti non al top). D’altronde non potevamo certo aspettarci un audio di prima qualità su un prodotto così economico, e in qualunque caso non avrete alcun problema ad immergervi nel vostro film preferito.

KUU K2

Il microfono invece registra audio di buona qualità, più che sufficiente per le videochiamate, e non abbiamo mai rilevato alcun problema.

Capitolo batteria: già sappiamo che il KUU K2 è ricaricabile esclusivamente tramite il suo connettore e non con la porta USB Type-C presente sul lato, e questo comporta dei tempi di ricarica di circa 3 ore e mezza per ravvivare totalmente la batteria da 5000 mAh. Una volta carica, questa unità ci regalerà circa 4-5 ore di autonomia con un utilizzo normale e 12 ore circa in standby. Non è tantissimo ma è un compromesso accettabile, peccato solo per dei tempi di ricarica non esattamente brevi.

KUU K2

  • Indietro
  • Avanti

Commenti