Il pannello montato su questo notebook è un 14.1 pollici IPS con finitura opaca, dettaglio che aiuta non poco nella gestione dei riflessi soprattutto nell’utilizzo all’esterno. Questo, unito ad una buona luminosità, un aspect ratio di 3:2, buona densità di pixel e discreti angoli di visione, non può che farcelo valutare in maniera positiva grazie anche ad una risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel) che è tutt’altro che scontata in questa fascia di mercato.

KUU K2 display

Dove questo display soffre e rivela la sua anima di IPS di fascia media è nella profondità dei neri, insufficienti e tendenti più al grigio, e in una calibrazione dei colori che lascia un po’ a desiderare. Soprattutto utilizzandolo in condizioni di scarsa luminosità è facile notare come il pannello zoppichi in questi ambiti, ma non riusciamo a giudicarlo negativamente nel complesso (sempre rapportandolo al prezzo da pagare per portarci a casa il notebook in questione).

La diagonale da 14.1 pollici è il giusto compromesso tra usabilità e portabilità. Il notebook infatti si rivela molto versatile grazie al connubio tra dimensioni e peso, rendendo piacevole sia lavorare in movimento che farlo per lunghi frangenti senza affaticare eccessivamente gli occhi. Punto decisamente a favore per il rapporto d’immagine in 3:2 con cui ci siamo trovati benissimo in ambito lavorativo perché offrono un maggiore spazio in verticale e necessitano di scroll meno frequenti rispetto ai pannelli in 16:9. Ottima mossa da parte di KUU.

KUU K2 display

Nella cornice superiore del display, per quanto molto sottile, è stata inserita una webcam da 0.9MP che potremmo considerare il minimo indispensabile per videoconferenze di lavoro o videochiamate ad amici e parenti. La qualità dell'immagine è bassa, soprattutto in condizioni di scarsa luminosità, ma riesce comunque a distinguersi per la presenza di uno shutter meccanico che protegge la privacy dell'utilizzatore quando la fotocamera non è in uso.

  • Indietro
  • Avanti

Commenti