Home News Qualcomm: Quick Charge 3.0 funziona e piace. Tanto

Qualcomm: Quick Charge 3.0 funziona e piace. Tanto

Qualcomm: Quick Charge 3.0 funziona e piace. TantoLa tecnologia Quick Charge di Qualcomm supporta un numero crescente di esperienze mobile e sempre più produttori scelgono questa tecnologia per i nuovi smartphone, tablet e accessori. Qualcomm è soddisfatta.

Qualcomm ha annunciato notevoli progressi nell'espansione e nell'adozione della sua tecnologia Qualcomm Quick Charge 3.0. Dal lancio del processore Qualcomm Snapdragon 820, molti degli ultimi smartphone flagship lanciati sul mercato sono dotati dell'ultima versione di Quick Charge: la rapida crescita del numero di dispositivi consumer dotati di Quick Charge dimostra l'alto valore di questa tecnologia per i consumatori e per i produttori di dispositivi mobili.

Qualcomm Quick Charge 3.0

"I consumatori non vogliono collegare i loro telefoni a prese a muro. Pertanto, siamo in grado di fornire valore aggiunto integrando le più recenti tecnologie Quick Charge di Qualcomm nei nostri power bank," ha dichiarato Zhu Jiwei, CEO, Elejar. "Abbiamo lavorato a stretto contatto con Qualcomm Technologies per semplificare il processo di sviluppo, consentendo a ODM e OEM di offrire ai consumatori power bank dotati di Quick Charge 3.0 in maniera economica e tempestiva."

Tra i dispositivi oggi in commercio, capaci di sfruttare le funzionalità di Quick Charge 3.0, troviamo HP Elite x3, HTC 10, LG G5 e Xiaomi Mi 5 nonché molti dei terminali LeEco. Altri dispositivi compatibili con Quick Charge e accessori certificati (power bank, caricatori da muro e da auto...) verranno annunciati nei prossimi mesi, ma intanto Qualcomm si gode il suo successo e la soddisfazioni di produttori e clienti.

Quick Charge 3.0 rappresenta la terza generazione di questa tecnologia ed è la prima di questo tipo a impiegare l'Intelligent Negotiation for Optimum Voltage (INOV), un nuovo algoritmo sviluppato da Qualcomm Technologies, progettato per consentire ai dispositivi portatili di determinare il livello di ricarica necessario in qualsiasi momento al fine di garantire il trasferimento di energia ottimale, massimizzando al contempo l'efficienza. Stando ai primi dati, si può ricaricare la batteria di un classico smartphone in circa 35 minuti per l'80%, partendo da una batteria completamente scarica.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy