Home News Piattaforma AMD Sabine per notebook nel 2011

Piattaforma AMD Sabine per notebook nel 2011

Piattaforma AMD Sabine per notebook nel 2011 AMD rivela nuovi dettagli circa le proprie soluzioni mobile dei prossimi anni: la nuova roadmap associa la APU Llano alla nuova piattaforma "AMD Sabine". Oltre all'introduzione di un nuovo southbridge, Sabine supporterà le API DirectX 11 di Microsoft.

Nel novembre dello scorso anno AMD espose la sua roadmap generale per il settore client desktop e mobile, estesa nelle previsioni fino al 2011. Per il 2011 venne annunciata la prima "Accelerated Processing Unit" del chipmaker di Sunnyvale, con il nome di Llano per il segmento mainstream desktop e notebook, ed Ontario per i sistemi ultramobile BGA. Negli ultimi giorni AMD ha rilasciato un aggiornamento della roadmap client mobile, rivelando alcune novità ed associando la versione mobile di Llano ad una nuova piattaforma per notebook, denominata "Sabine".

AMD Roadmap mobile

Stando alle nuove informazioni, Llano sfrutterà un design multichip comprendente la CPU ed una GPU integrata, un controller per memoria RAM DDR3 da 1600MHz, ed una unità di calcolo floating point a 128 bit. Il chip sarà realizzato con un processo produttivo a 32nm (il primo per AMD), e supporterà fino a 4 core CPU. Dal momento che sarà disponibile anche una versione BGA per soluzioni a basso consumo, non è chiaro se Ontario sia stato assorbito da Llano, o continuerà ad essere una entità distinta. La più importante novità riguarda le funzionalità della GPU integrata sul chip Llano: essa sarà infatti la prima soluzione IGP mobile a supportare le API Microsoft DirectX 11, nonchè l'unità di decoding video ATI UVD 3 (Universal Video Decoder).

AMD Roadmap mobile

Sabine incorporerà il nuovo southbridge AMD SB9xxM (che succederà al southbridge SB8xxM della piattaforma Danube, prevista per il 2010 e provvista ancora di northbridge separato AMD RS880M), con supporto per 16 porte USB 3.0, 6 controller SATA, RAID, DAC, ed un clock generator integrato. Se da una parte Sabine appare come una piattaforma molto promettente, dall'altra si evidenzia l'inasprimento del gap tecnologico che si sta scavando tra AMD e la rivale Intel: il chipmaker di Santa Clara prevede infatti il lancio delle prime CPU mobile Arrandale con grafica integrata, basate su architettura Westmere (shrink a 32nm di Nehalem), per il quarto trimestre del 2009.

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy