Prezzi e processor number dei primi processori Intel Core i7 Clarksfield per notebookIntel avrebbe pianificato il lancio della sua nuova piattaforma per notebook Calpella, e dei primi tre microprocessori quad-core Clarksfield basati su architettura Nehalem, per il 23 del mese di settembre.

Stando ad alcuni documenti scovati da X-bit labs, il lancio della nuova piattaforma mobile Intel Calpella sarebbe stato definitivamente programmato per il 23 settembre. La prima incarnazione di Calpella sarà costituita dai processori quad-core Intel Clarksfield, e dal chipset Intel PM55, conosciuto anche con il nome in codice di Ibex Peak-M.

Prototipo di notebook con processore Intel Clarksfield

Come già annunciato in precedenza, inizialmente saranno disponibili solamente tre processori Clarksfield, distribuiti secondo la nuova classificazione Intel con il brand Core i7: Core i7-920XM, i7-820QM e i7-720QM.

Le tre nuove CPU saranno contraddistinte da una frequenza di clock di base rispettivamente pari a 1.6GHz, 1.73GHz ed 2GHz, ed avranno un prezzo di 364, 546 e 1054 dollari, relativamente a volumi di 1000 unità.

Clarksfield può essere considerato come la variante mobile della controparte desktop Intel Lynnfield. Questi processori saranno basati sulla nuova architettura Nehalem, e beneficeranno sia della tecnologia HyperThreading (HT), che permetterà di eseguire 8 thread in contemporanea, che del nuovo bus Intel QuickPath Interconnect (QPI), nonostante precedenti indiscrezioni riservassero quest'ultima innovazione tecnologica in campo mobile a processori di generazione futura.

Intel Core i7-720QM si avvarrà di 6MB di cache L3, mentre Core i7-920XM ed i7-820QM avranno a disposizione 8MB di cache L3; tutti i processori monteranno 256KB di cache L2, e utilizzeranno il socket mPGA da 989 pin.

Le informazioni relative al consumo energetico delle CPU Clarksfield confermano le nostre precedenti assunzioni: la variante Extreme Core i7-920XM avrà un TDP massimo di 55W, che scenderà a 45W con i Core i7-820QM ed i7-720QM. Va ricordato che tutti i processori saranno realizzati ancora con processo produttivo a 45 nanometri, avranno la possibilità di raggiungere frequenze di clock elevatissime grazie alla modalità "Turbo", ed integreranno il controller MHC (Memory Controller Hub) per memorie DDR3 da 1333MHz dual-channel.

Commenti