Home News IDF 2007 Beijing: Intel Santa Rosa diventa piattaforma per il mobile gaming

IDF 2007 Beijing: Intel Santa Rosa diventa piattaforma per il mobile gaming

ImageCon l'Intel Developer Forum 2007 (IDF) alle porte, iniziano a circolare le prime indiscrezioni sui progetti di Intel per il prossimo futuro, a partire da una piattaforma appositamente disegnata per il mobile gaming, con processori overclockabili e grafica Nvidia SLI.

Una delle principali novità che emergeranno durante i cicli di conferenze dell'Intel Developer Forum 2007 (17-18 Aprile, Beijing, Cina) sarà la nascita di una piattaforma mobile per il gaming, basata sui componenti dell'attesissima piattaforma per notebook Santa Rosa.

Per raggiungere questo obiettivo, la multinazionale di Santa Clara ha studiato attentamente la tribù, sempre più numerosa, dei gamers e li ha suddivisi in due categorie: Enthusiast e Mainstream. Nel primo gruppo rientrano i giocatori più accaniti, appassionati di tecnologia, esperti di computer, sperimentatori e creatori di trend, alle volte veri e propri professionisti che comprano i notebook più veloci e potenti senza badare al prezzo. Alla seconda categoria, invece, appartengono tutti coloro che giocano abitualmente e acquistano hardware specifico per il gaming, ma senza particolari pretese e sempre con un occhio attento a cogliere il prezzo più conveniente.

La piattaforma per il mobile gaming di Intel si indirizzerà ad entrambe le categorie di videogiocatori, anche se, come vedremo, ci saranno delle piccole ma significative differenziazioni.

Image

Un sistema di gioco, a qualsiasi destinatario si rivolga, deve possedere un unico fondamentale requisito: eccellenti prestazioni. I fattori che più influenzano le performance sono processore (architettura, multi-core, frequenza e cache), chipset (controller di memoria, BUS...), memoria (frequenza e latenza), grafica e unità di archiviazione (velocità di trasferimento dati, buffer e RAID): per ciascuno di essi, la piattaforma per il gaming di Intel si preoccuperà di garantire quanto di meglio potrà esprimere la tecnologia in quel momento.

Partendo dal processore, la scelta cade inevitabilmente sulle prossime CPU Intel Core 2 Duo per la piattaforma Santa Rosa, dotate di FSB a 800MHz e 4MB di cache L2. Fra queste spiccheranno in particolare i processori della famiglia Intel Core 2 Extreme: i primi due modelli previsti sono l'X7800 a 2,6GHz e l'X7900 a 2,8GHz (per un approfondimento su questo argomento rinviamo a questo nostro precedente contributo).

La particolarità dei processori Core 2 Extreme risiede nel fatto di avere il moltiplicatore delle frequenze sbloccato e di poter essere, quindi, overclockate attraverso un particolare sistema chiamato DAT (Dynamic Acceleration Technology). Questa tecnologia consentirà di overclockare uno dei due core, riducendo di conseguenza il voltaggio del secondo core per far sì che la CPU, nel suo complesso, non superi i suoi ordinari limiti di consumo energetico ed emissione di calore.

Sempre con riferimento ai processori, ricordiamo che Mooly Eden, VicePresidente di Intel Mobile Products Group, interpellato dai giornalisti sulle CPU per il gaming, non ha escluso che in futuro questa linea di processori possa arricchirsi di versioni quad-core, anche se non ha fornito nessun ulteriore dettaglio al riguardo.

Sarà parte integrante della piattaforma Intel per il gaming anche il chipset Intel Mobile 965 Express (che con il nome in codice "Crestline" è uno dei componenti cardine della piattaforma Santa Rosa). A quest'ultimo riguardo dobbiamo dare una piccola delusione a quanti speravano nell'introduzione, con questo chipset, delle memorie DDR2 a 800MHz: le informazioni emerse in queste ore confermano la presenza del supporto solo per i moduli di RAM DDR2 a 667MHz.

Questa scelta, come avevamo già sottolineato in precedenza, è imputabile ai limiti, in tema di temperature e dissipazione del calore prodotto, delle memorie DDR2 a 800MHz. Per questa ragione, Intel sta collaborando con Corsair per la realizzazione di modulidi memoria dotati di sistemi evoluti di dissipazione del calore e adatti all'overclock: l'obiettivo è di ottenere delle RAM capaci di massimizzare le performance durante sessioni di gioco più intense attraverso un overclock controllabile dall'utente, ma anche di ottimizzare il risparmio energetico, minimizzando il consumo durante le fasi di idle e riducendo il voltaggio e la frequenza.

Il chipset Mobile 965 comprenderà anche il sistema sonoro Intel High Definition Audio, compatibile con Dolby Digital e 7.1 surround sound (attraverso il southbridge ICH8M).

Intel Mobile Gaming Platform nvidia

Come sanno molti appassionati di extreme gaming, spesso i dispositivi di archiviazione (hard disk e drive ottico) costituiscono un vero e proprio collo di bottiglia nelle prestazioni di un sistema da gioco. Per evitare questo problema, la piattaforma per il gaming di Intel farà uso di dispositivi dotati di interfaccia SATA a 3Gb/s e della tecnologia Intel Turbo Memory. Quest'ultima (nota con il nome in codice "Robson") dona prestazioni migliori del 2% nelle applicazioni e del 20% nei tempi di boot perché consente di conservare i file in attesa di scrittura in una memoria NAND Flash e di immagazzinare i file in lettura utilizzando  gli algoritmi di predizione Microsoft Windows Superfetch. Inoltre, limitando l'accesso al file di paging dell'hard disk, permette di risparmiare energia.

In questa categoria di portatili il comparto grafico sarà, ovviamente, affidato ad una GPU dedicata, con la possibilità per gli enthusiast gamers di optare per una doppia scheda grafica Nvidia in configurazione SLI. Quest'ultima soluzione farà uso di due moduli MXM coordinati dal chip NForce 100 attraverso un algoritmo Dynamic Load Balancing Algorithms, consentendo non solo la migliore qualità di gioco, ma anche la possibilità di effettuare futuri aggiornamenti dell'hardware.

Maggiori informazioni nella sezione gaming del sito Intel.  

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy