Home Articoli Guida agli HotSpot WiFi gratuiti - All'Estero

Guida agli HotSpot WiFi gratuiti - All'Estero

Guida al WiFi gratis in italiaNella precedente guida alla connessione durante le vacanze estive abbiamo visto come collegarsi ad Internet grazie alle offerte dei gestori di telefonia mobile. Adesso vedremo se e come è possibile connettersi agli hotspot WiFi gratuiti (e non) sparsi per l'Italia.

Molte, troppe volte, confrontare aspetti del nostro Paese che non hanno a che vedere con clima, storia, cucina o paesaggio con i nostri “vicini” d'oltralpe o con realtà anche molto lontane come quelle degli USA o del Giappone, può lasciare l'amaro in bocca. Questo è tanto più vero nel campo dell'innovazione informatica e telematica, settore in cui l'Italia è da sempre un esempio di realtà contraddittoria.

Discutere delle possibilità di connettersi a reti Wi-Fi pubbliche durante le proprie vacanze all'estero sarebbe un argomento troppo vasto da trattare, anche con un articolo dedicato. In generale comunque possiamo dire con sicurezza che  la densità di reti wireless pubbliche all'estero sia molto superiore rispetto all'Italia. Basti pensare che molti aeroporti europei offrono già connettività senza fili gratuita, come quello di Bristol e il London City Airport in Gran Bretagna, l'aeroporto di Merignac e Nice in Francia, l'aeroporto Gardemeon di Oslo in Norvegia, l'aeroporto internazionale di Ginevra in Svizzera, quello di Helsinki-Vantaa in Finlandia o quello di Norresundby in Danimarca, e molti altri.

WiFi gratuito a New York

Oltre a McDonald's all'estero sono presenti altri grandi marchi della ristorazione che offrono connessioni wireless gratuite. Tra tutti uno dei più importanti (e dei primi ad aver introdotto il servizio) è Starbucks Coffee, l'ibrido tra fast-food e bar che conta più di 17 mila esercizi in tutto il mondo ma che non è riuscito mai ad attecchire fino ad oggi in Italia, nonostante continui a riscuotere un successo crescente tra i giovani.

Se la vostra destinazione per le vacanze di quest'anno sarà fuori dall'Italia, sappiate dunque che avrete buone probabilità di poter appagare le vostre necessità di navigazione in Internet senza pagare un centesimo e soprattutto senza dover ricorrere al roaming dati da rete mobile (caratterizzato da costi notoriamente elevati).


Commenti (2) 

RSS dei commenti
ciao,
recentemente sono stato negli Stati Uniti, a New York e vi posso dire che non è poi così semplice trovare un Hot-Spot gratuito in città. Inoltre non è vero che Starbucks offre connessione wi-fi internet gratuita, sono stato in più di cinque negozi della catena e tutti chiedevano il pagamento di una certa somma per collegarsi. Così come Central Park, nemmeno uno straccio di hot-spot.. L'unica volta che sono entrato in un locale è ho beccato una rete aperta è stato in un McDonald's e allora mi sono potuto leggere la mail in santa pace. Per il resto bisogna andare in giro per le strade e sperare di beccare qualche rete wireless trasmessa da qualche albergo, ma stando in piedi, altro che seduti a bersi il caffè..

Nessuna connessione gratuita all'aeroporto di New York, né a Madrid dove ho fatto scalo, né a Bruxelles, dove sono andato per un altro viaggio. Ma, incredibilmente, l'aeroporto Marco Polo di Venezia ha hot-spot gratuiti, e vanno che è una meraviglia senza nemmeno il bisogno di registrazione.

Io penso che At&T e Verizon non abbiano nessuna convenienza a far si che si diffonda il wi-fi gratuito e stanno spingendo i proprietari di locali a bloccare le proprie reti sennò addio abbonamenti salatissimi ai cittadini newyorkesi che entrano nelle tasche dei provider di telefonia.

Questa non è una critica verso niente e nessuno, ho solo raccontato la mia esperienza ed espresso un mio pensiero finale.
Ciao a tutti! smilies/wink.gif  
Scott

Scott

luglio 15, 2010

Ciao,
in base alla mia esperienza posso confermare che in Central Park è difficile trovare reti free
mentre in giro per New York se ne trovano
Starbucks mi sembra di ricordare che richiede una card, ma credo che fosse free
in compenso moltissime caffetterie offrono la connessione ad Internet
E' coperto da WiFi gratuito tutto Bryant Park anche se bisogna chiedere le credenziali nella biblioteca
C'era anche qualche access point totalmente libero in Bowling Green  
Dgenie

Dgenie

luglio 15, 2010

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy