Samsung Galaxy Gear: foto e video prova in italianoSamsung Galaxy Gear ha fatto il suo debutto ufficiale ad IFA 2013. A poche ore dal suo lancio, noi ve lo mostriamo in una ricca galleria fotografica e in un video hands-on in italiano, che ne descrive funzionalità e potenzialità.


Con il Galaxy Note 3 e il Galaxy Note 10.1 (2014 Edition), uno dei protagonisti del Samsung Unpacked 2013 "Episode 2" è stato Galaxy Gear, il primo smartphone dell'azienda coreana. Come previsto, è un orologio da polso basato su sistema operativo Google Android e progettato per accoppiarsi ad uno smartphone o ad un tablet per poter effettuare chiamate, visualizzare notificihe e rispondere senza sfilare il telefono dalla tasca. Se però il contenuto arrivato richiede più di una veloce occhiata è possibile visualizzare l’intero testo semplicemente prendendo il proprio smartphone grazie alla funzionalità Smart Relay che permette di visualizzare sullo smartphone lo stesso contenuto guardato su Galaxy Gear in quel momento.

Samsung Galaxy Gear

Samsung Galaxy Gear è dotato di un display da 1.63 pollici, con risoluzione di 320 x 120 pixel, Super AMOLED, processore single core da 800 MHz e batteria da 315 mAh per un'autonomia massima di un giorno. Integra 512MB di memoria RAM e 4GB di memoria interna. Lo smartwatch Samsung pesa 74 grammi e sarà disponibile in 6 colori: Jet Black (nero), Mocha Gray (grigio), Wild Orange (arancione), Oatmeal Beige (beige), Rose Gold (oro) e Lime Green (verde). A sorpresa, nel cinturino dell'orologio, è incastonata una fotocamera da 1.9 megapixel con auto focus, Memographer. Basterà puntare il polso verso il nostro obiettivo, premere un pulsante e scattare una foto o registrare brevi video da 720p (10 sec). Voice Memo permette invece di registrare messaggi vocali o conversazioni direttamente dal proprio polso (il microfono è installato nella chiusura del cinturino) e di trasformarle in appunti visualizzabili sui dispositivi della famiglia Galaxy.

Samsung Galaxy Gear

Samsung Galaxy Gear

Al momento del lancio, in Galaxy Gear saranno pre-installate alcune app, tra cui RunKeeper, MyFitnessPal, Pocket, Evernote ed altre. L'altoparlante integrato consente di effettuare chiamate in vivavoce, inviare messaggi di testo, creare nuovi appuntamenti nel calendario, impostare alert o controllare il meteo direttamente da GALAXY Gear. Tutto ciò anche se si hanno entrambe le mani occupate grazie al comando vocale S Voice. Il sistema di sicurezza Auto Lock, ad esempio, blocca automaticamente lo schermo dello smartphone ogni volta che GALAXY Gear si trova a più di 1,5 metri di distanza e lo sblocca quando sono nuovamente vicini. Find My Device è la risposta a tutte le volte che ci si dimentica dove si sono messi i propri dispositivi mobili, rivelandone la posizione attivando segnale acustico, illuminazione dello schermo e/o vibrazione dello smartphone smarrito. E ancora, permette di controllare la musica caricata sullo smartphone semplificandone la navigazione, scegliendo quale canzone ascoltare o mettendola in pausa. Con Pedometer, la funzione contapassi che tiene traccia delle calorie bruciate, del numero di passi e della distanza percorsa, si tiene infine sotto controllo la propria forma fisica. Supporterà comunque anche applicazioni di terze parti, tra cui quelle dedicate al fitness e agli appunti.

Samsung Galaxy Gear

Samsung Galaxy Gear

Samsung Galaxy Gear

Purtroppo per ora lo smartwatch Samsung sarà disponibile e compatibile solo con gli ultimi dispositivi dell'azienda coreana, come Galaxy Note 3 e Galaxy Note 10.1 (2014 Edition), ma presto l'aggiornamento ad Android 4.3 dovrebbe portare supporto per altri terminali "più datati" come Galaxy Note II, e gli smartphone Galaxy S3 e S4. Gear Galaxy si collega al telefono o al tablet via Bluetooth 4.0 e non sarà in grado di effettuare chiamate o utilizzare Internet sull'orologio se non è connessi allo smartphone. Come il Galaxy Note 3, anche Samsung Galaxy Gear sarà lanciato sul mercato a livello mondiale il 25 settembre. Sarà disponibile negli Stati Uniti a partire da ottobre a 299 dollari. E in Europa?

Commenti