Notebook

Il settore dei processori per notebook è l'unico in cui AMD si è mantenuta profittevole nel 2007. Il merito va imputato principalmente alle generale espansione del mercato mobile, ma è anche frutto dell'aggiornamento della piattaforma Kite con nuovi processori a 65nm, che assicurano prestazioni sufficienti ad un prezzo estremamente competitivo.

Visti i buoni risultati, il chipmaker di Sunny Vale ha intenzione di continuare sulla stessa strada anche nel 2008, introducendo una nuova piattaforma mobile denominata "Puma". Sarà composta dai processori dual-core Griffin e dal chipset AMD RS780 (con southbridge SB700). Quest'ultimo metterà anche a disposizione la nuova tecnologia Hybrid Graphics che permetterà di passare dinamicamente dal sottosistema grafico integrato (IGP, supporterà le API DirectX 10) ad una scheda video dedicata ATI M8x, o di congiungerle in caso siano necessarie maggiori performance.

 Image

 

Si tratterà di una piattaforma "aperta", secondo consuetudine di AMD, e comprenderà, pertanto, anche moduli aggiuntivi prodotti da altre aziende, come schede di rete Wi-Fi a/b/g/n e modem per reti cellulari 3G.

Nel 2009 AMD conta di riuscire a produrre in volumi di massa i processori "Swift". Saranno le prime Accelerated Processing Units (APU) di AMD, composte da una GPU e una o più CPU fuse su un unico die (inizialmente la "composizione" sarà di 3 CPU ed una GPU), fabbricate con processo produttivo a 45nm. Per questa ragione il progetto era in precedenza noto con il nome in codice "Fusion". I processori Swift saranno integrati all'interno di una nuova piattaforma per notebook chiamata Shrike, della quale si conoscono ancora ben pochi dettagli, se non che supporterà memorie DDR3 e si accompagnerà a schede video ATI M9x.

 Image

 

 

  • Indietro
  • Avanti

Commenti