Home Recensioni Review Asus A6Va-Q021H

Review Asus A6Va-Q021H

ImageL'Asus A6V è un notebook desktop-replacement con un'ottimo rapporto qualità/prezzo. Una dotazione di buon livello, un case robusto in lega di magnesio e l'esperienza di Asus lo rendono adatta a chi non ama i fronzoli ma bada all'essenziale.

Specifiche 

  • Processore: Intel Pentium M Processor, MPM 740 1.73G ( Dothan), 2MB On-Die L2 Cache
  • Sistema Operativo: Microsoft Windows XP Professional Autentico
  • Chipset: Mobile Intel 915 PM Express Chipset
  • Memoria: DDR II -533 ; 2x DDR soDIMM Socket ; (max 2048MB)
  • Schermo: 15.4" (WXGA) (Color Shine), Risoluzione 1280x800
  • Scheda Video: ATI Mobility Radeon X700 PCI-Express con 128 MB DDR
  • Hard disk: 80 GB 4200 rpm
  • Drive Ottico: DVD-Dual D/L, Super Multi Dual Layer
  • Porte: 1 x EPP/ECP Parallel port/D-sub 25-pin, Audio-out jack, Mic-in jack, Line-in Jack, RJ11 Modem jack, RJ45 LAN Jack, 4 USB 2.0, 1 IEEE 1394, TV Out (S-Video), PCMCIA Tipo II, 2.1 compatibile, IrDA, VGA out, Lettore schede dimemoria (MMC/SD, Memory Stick, MS-Pro)
  • Networking: Wireless 802.11BG, Gigabit LAN, 56k V.92, Bluetooth
  • Audio: Azalia compliant audio chip, con 3D effetti & full duplex
  • Altro: Adattatore AC, 1.3 Milioni di Pixel Videocamera Integrata
  • Sicurezza: Password BIOS, Pass. Power-on, Password HDD, Aggancio Kensington Lock
  • Batteria: 8 celle 4400 mAh, circa 4 ore
  • Dimensioni: 354x284x35.2 mm   
  • Peso: 2.95 Kg
  • Software: ASUSDVD XP 5.0, Power Director V3.0 DE, Medi@Show V2.0 SE, Software Anti Virus & AccessoriSymantec Norton™ , Internet Security 2005, Adobe Acrobat Reader 7.0, NERO Express V6.0, Utility ASUS
    Garanzia: Due anni di garanzia con formula door-to-door, che prevede il ritiro e la riconsegna del portatile a domicilio a mezzo corriere espresso con tempi medi d’intervento di 5 giorni lavorativi (esclusi i tempi di trasporto).

Impressioni generali

Il notebook a mio parere è molto bello esteticamente: per fortuna non è argento chiaro perché lo preferisco color grigio fumo.  La finitura lucida lo rende molto elegante ma richiede un pò di cura perché è molto facile graffiarlo, quindi fate attenzione. 

Asus A6Va. Veduta frontale

Asus A6Va. Veduta frontale

Asus A6Va. Lato destro, sinistro e fronte

Asus A6Va. Lato destro, sinistro e fronte

Asus A6Va. Veduta posteriore

Asus A6Va. Veduta posteriore

Dispositivi di input 

Il touchpad ha i tasti in metallo ed è quasi a filo con il resto dell'uppercase, molto comodo direi.

 

Asus A6Va. Dettaglio della tastiera e touchpad

La tastiera, per quella che è la mia esperienza è di buona qualità, non ai livelli di quella di un mac che ho provato, ma comunque ampia e con una buona risposta dei tasti alla pressione. Devo, però, dare atto che altri utenti hanno riscontrato alcuni problemini, ovvero: il tasto spazio ogni tanto perde la battuta (cioè la pressione non viene rilevata, cosa che nel mio caso si verifica solo se viene premuto in basso a destra, altrimenti funziona senza problemi) e per ovviare a questo inconveniente bisogna cliccare con forza oppure (come sperimentato da un paio di utenti) bisona smontare la tastiera (operazione abbastanza semplice, basta svitare le viti nella parte inferiore del note contrassegnate con la lettera "k" e poi sganciare la tastiera applicando una leggera pressione in corrispondenza dei tasti esc, F8 e canc) e fissare bene la piattina della tastiera al note facendo attenzione a non romperla dato che è un pò delicata.
Sulla serie A6 sono stati montati due tipi diversi di tastiera, una con le lettere stampate, l'altra con le lettere applicate. Se vi capita la tastiera con le lettere stampate allora siete stati fortunati perchè è molto più "resistente" all'usura mentre quella con le lettere applicate tende a diventare liscia molto velocemente.

Video 

Lo schermo è a dir poco favoloso (se è il modello CPT138A e non l'AUO1974 , consultate l'Appendice B) per maggiori informazioni)!! Non rimpiango per nulla quello dei Sony: si vede veramente bene e il contrasto è ottimo (anche se avrei preferito una risoluzione maggiore dell'ormai classica WXGA) . La luminosità è particolarmente elevata: per rendere l'idea io, durante l'uso quotidiano, imposto la luminosità sulla quinta-sesta tacca... ce ne sono 15 in tutto!
Non posso dirmi, invece, particolarmente soddisfatto dell'angolo di visuale: spostando l'angolazione da cui si osserva l'LCD, i colori cambiano, pertanto chi lavora spesso con programmi di grafica tipo Photoshop potrebbe ritrovarsi spesso a cercare la "posizione" migliore.

La scheda grafica è una meraviglia, va davvero bene e non mi lamento di nulla. Anzi, ad essere sincero, c'è qualcosa che non va ma sembra che riguardi unicamente il mio notebook e pochissimi altri: giocando con Toca Race Driver 2 il portatile si piantava nel giro di pochissimi minuti e non mi restava altro che riavviare premendo il pulsante power...no comment. Ho "risolto" il problema disinstallando il gioco e non giocandoci più... Ad ogni modo ho fatto provare il gioco ad un mio amico che ha un notebook della stessa serie ma la prima versione senza BT, e a lui va liscio come l'olio. Vabbé, non voglio farne un dramma perché con tutti gli altri giochi con cui l'ho provato funziona benissimo. Ora gioco con GTR e GTA Sant Andreas con alta qualità dei dettagli e non dà il minimo problema, davvero favoloso! Voglio solo precisare, per concludere l'argomento, che ho formattato il Sistema Operativo preinstallato perché c'erano troppe applicazioni inutili e che al momento sto usando i Catalyst moddati con Dh Modtool anche se sul sito di ATI ora si trovano anche i mobility.

Aggiornando il BIOS a partire dalla versione A6VAAS.210 in poi, le ATI X700 avranno 128 MB in più di memoria che prenderanno dalla RAM. Praticamente la GPU avrà a disposizione 128 MB di memoria dedicata e 128 di memoria di sistema (attraverso la tecnologia HyperMemory). Da notare che, poiché l'HyperMemory non si può disattivare, sarebbe opportuno avere almeno un giga di RAM.

Pubblico in appendice un paio di guide su come fare l'upgrade dei driver per la scheda grafica.

Audio 

A mio parere la qualità dell'audio è veramente pessima: non riesco mai a gestire bene il volume e, a seconda dell'applicazione che si usa, a volte è troppo alto, altre davvero troppo basso. Una caduta di stile rispetto al livello complessivo del portatile. Però bisogna dire che c'è l'uscita ottica integrata, una caratteristica rara sui notebook che sicuramente verrà molto apprezzata dagli amanti, come me, del Dolby Digital!

Dispositivi di archiviazione 

Partiamo dal masterizzatore che negli ultimi modelli prodotti è un Matshita UJ-840D e che funziona senza problemi ma all'inizio (e tutt'ora su alcuni modelli) era un TSST TS L532A che, a quanto mi è stato riferito, dà invece parecchi grattacapi, non riesce a masterizzare supporti che non siano Verbatim e anche con questi ultimi ha una qualità di scrittura penosa. Consiglio di evitarlo.

Per tutti coloro che dovessero avere dei dubbi riguardo al TSST TS L532A inserisco una utilissima guida scritta da Cisto:
1) il TSST TS L532A masterizza correttamente CD, CDRW, DVD+/-RW mentre ha problemi a scrivere su DVD+/-R e DVD+R DL. In particolare, per i DVD+/-R risulta possibile scrivere correttamente solo i supporti inclusi nella sua scarna medialist tra i quali gli unici  comunemente disponibili in Italia sono i Verbatim. Evitate altri supporti, anche di ottime marche, come Sony, Philips, TDK, ecc. Sottolineo che il masterizzatore non produce mai un errore di fallimento di scrittura, ma la qualità della masterizzazione è così bassa da rendere il supporto inservibile. Il TSSTnon è in grado di masterizzare correttamente alcun DVD+R DL.
2) il TSST TS L532A è la versione OEM (Original Equipment Manufacturer, indica un componente che è stato prodotto per essere inserito nei prodotti di terzi) del Toshiba SD-R6472, e quindi su di esso il produttore non offre alcun supporto tecnico o eventualità di aggiornamento firmware.
3) i firmware per il lettore sono solamente due, il Tx50 e il Tx51, di volta in volta rinominati in vario modo dalle varie case assemblatrici. X indica se il drive è csel o r-csel. Esiste la possibilità di crossflashare il drive alla versione Toshiba, ma questo non apporta alcun miglioramento perchè i firmware sono sempre i Tx50 e Tx51. Non esiste nemmeno la remota possibiltà che Toshiba rilasci un firmware aggiornato, perchè il modello in questione figura già come "discontinued odd".
4) le nostre rimostranze a TSST (Toshiba Samsung Storage Technology Corporation) non hanno sortito alcun effetto. Ci è stato risposto che il drive è fornito "as is", punto e basta. Asus dal canto suo non riconosce il problema e non consente l'invio del solo masterizzatore in assistenza, poichè ciò invalida la garanzia in quanto il lettore non è del tipo estraibile.
5) di fatto, è possibile, abbastanza semplicemente, sostituire il masterizzatore senza aprire l'uppercase del notebook. Occore spegnere il pc col drive aperto, svitare le 2 viti in corrispondenza del lettore ed estrarre il lettore stesso con un paio di pinzette a becco piatto. Occorrerà rimuovere dal TSST le 2 staffe laterali che andranno installate sul nuovo lettore per non farlo "ballare" dentro il notebook. Se si sceglie come unità sostituitiva un Nec si potrà anche riciclare il vecchio frontalino del TSST che si integra col design del notebook.
Infine, l'asus A6Va adotta la specifica csel, quindi è compatibile con tutte le unità slim (nuove, non usate!!!) presenti sul mercato. Non occorre flahsare alcunché.

L'hard disk è abbastanza capiente, ma siccome lo spazio non basta mai, mi sento di consigliare a tutti quelli che prenderanno questo note di formattarlo installando Windows Xp Pro e togliendo un pò di "in-utility" Asus che peraltro rallentano anche il sistema.

Questi sono i driver e le applicazioni che ho installato dopo la formattazione:

Asus Probe V2.1 (serve per monitorare la temperatura della cpu)
Ati Catalyst link
ATK0100 ACPI Utility
BisonCam NB Pro (io personalmente uso quelli del cd Asus)
Bluetooth (sempre dal cd Asus)
Driver modem
High Definition Audio - KB888111
Realtek High Definition Driver
Intel PROSet/Wireless (meglio mettere l'ultima versione anche se non funzia la lucetta del wi-fi) link
Microsoft .NET Framework 2.0 (serve per utilizzare NHC) link
NHC (potete scegliere i settaggi voi o utilizzare quelli suggeriti da noi...) link
Synaptics (driver notepad) link
Win Flash (serve per aggiornare il bios)
INF intel (driver intel per la gestione del chipset) link
Driver per le memorie SD/MMC ecc. (sempre cd Asus, nel caso vi desse problemi scaricate questo file che è preso dai download della serie A6J)

Spero di non aver dimenticato nulla... in caso avvisatemi!
Per i driver aggiornati potete visitare i siti dei produttori dei rispettivi componenti o il sito di Asus.

Test 

 Superpi:

  • 1 mega ----> 43s ----> 45s con cpu downvoltata con NHC
  • 2 mega ----> 1m 43s
  • 4 mega ----> 3m 59s


3DMark2003 (con driver Ati di casa Asus):

  • con impostazioni di default ----> 5599
  • impostando tutte le opzioni sui valori massimi  ----> 1316


Qui potete trovare dei benchmark fatti da flippyrm con 3DMark2005 molto dettagliati…  

Batteria

L'autonomia è soddisfacente per un utilizzo medio: sono riuscito a raggiungere una durata massima di 4.10 ore con tutti i settaggi di Windows impostati al minimo e monitor alla prima tacca. Non male davvero se si considera che L'Asus A6V ha una GPU come la X700 che, quanto a consumi, è sicuramente più esigente di un chip integrato .
Nell'uso di ogni giorno, navigando con connessione wireless, si raggiungono tranquillamente le tre ore.

Networking

Il Bluetooth è ok, non mi ha dato problemi fino ad ora. Ho provato a creare un collegamento con il mio auricolare BT Nokia e si è collegato senza problemi! Ottimo!

Per configurare almeglio la scheda di rete wireless ho seguito le istruzioni riportate su questa guida.

Altro 

Moduli Ram compatibili per il Dual Channel:
- Kingston Kvr533d2s4
- Kingmax KSBC28K-A84 e KSBC28F-A84

Come utilizzare gli 1.3 megapixel della webcam
Andate qui e salvatevi il programma, dopo impostate il programma così:
Options->Video Capture Pin...->Color Space/Compression select YUY2 -> Output Size choose 1280X1024

Controlliamo le temperature con Notebook Hardware Control (NHC) 

Se non vi convince l'Asus Power4gear (utility Asus per impostare la frequenza del processore a seconda delle necessità) installate il Notebook Hardware Control (per funzionare richiede l'installazione del Microsoft .NET Framework 2.0) che è davvero ottimo! Pensate che abbassando un pò i voltaggi ora riesco a stare tranquillamente sui 42 gradi navigando o usando semplici applicazioni e intorno ai 62 gradi durante le sessioni di gioco, sempre chiaramente con alimentazione in rete elettrica. Prima le mie temperature variavano fra un minimo di 50 gradi (di solito si assestava sui 55-60) fino a raggiungere un massimo di 76 gradi giocando!! Così ora la ventola (nel caso voi abbiate un BIOS precedente al A6VAAS.210 nel quale si attiva già a 41 gradi circa) parte a bassa velocità quando si oltrepassano i 43-44 gradi per poi spegnersi quando raggiunge i 40-41.
Si perde un pò in prestazioni (SuperPi da 1 mega segna uno score di 45 secondi circa invece dei 43 secondi che segnava precedentemente) ma ne vale la pena! Qui gli utilissimi settaggi di Christian Troy.

Conclusioni 

In conclusione mi sento di dire che è un ottimo notebook, c'è qualche imperfezione ma, come si dice "nessuno è perfetto" e poi per la fascia di prezzo che ha non penso che ci si possa proprio lamentare! Sono soddisfatto del mio acquisto, e questo è l'importante.

Spero che tutte queste informazioni vi possano tornare utili!

Link utili

Driver aggiornato per la scheda Wi-Fi Intel 2200BG
Driver Ati Mobility
Ultimi INF della Intel
NHC Notebook Hardware Control
Settaggi Christian Troy per il CHC
Asus downloads
Driver Synaptics con scroll attivo anche per Firefox

Appendice A) Guida all’aggiornamento dei Catalyst Mobility Radeon

Guida rapida: 

Qui trovate gli ultimi driver mobility mentre a questo link trovate i driver da moddare con Dh Modtool, nel caso in cui i primi non vadano...

Seguite questo procedimento:

  • Installateli dopo aver disinstallato sia il vecchio control panel che i vecchi driver video.
  • Poi andate in modalità provvisoria ed eseguite questo programmino ripulente dell'Ati.
  • A questo punto tornate in modalità normale ed installate i nuovi driver (senza Catalalyst Control Center che secondo me, oltre ad essere inutile, occupa molte risorse di sistema all’avvio. Scegliete quindi l’installazione custom e disabilitate il CCC);
  • Infine reinstallate il control panel originale che avevate già o scaricatevi quello nuovo dal sito Ati.

Guida dettagliata (a cura di jigenz):

Pubblico questa mini-guida sperando di far chiarezza in modo definitivo sui driver della scheda video in ambiente Windows XP.

Voglio subito sgombrare il campo da dubbi dicendo che per far funzionare la scheda video l'unica cosa fondamentale sono i driver.
Associati ai driver esistono due Programmi\Utilities per la gestione delle funzioni della GPU: il CONTROL PANEL (a volte abbreviato CP) o il CATALYST CONTROL CENTER (a volte abbreviato CCC).

Per quel che riguarda i driver la ATI (produttore della nostra X700) mette a disposizione due tipi di pacchetti:
1 - i Catalyst X.xx per Windows XP
2 - i Catalyst Mobility X.xx per Windows XP

Ora, ATI mette a disposizione sul suo sito i propri Driver Mobility (appositamente sviluppati i notebook) ma nonsono mai riuscito ad installarli sul nostro Asus perché si viene forzati a installare prima un programmino che verifica la compatibilità del sistema e che blocca la procedura riconoscendo il nostro portatile come non supportato.

Detto questo le possibilità (o almeno quelle sperimentate fra gli utenti con cui sono stato in contatto) sono sostanzialmente 2:

1 - Scaricare i Catalyst per Windows che possiamodefinire "normali", cioè la versione per Desktop

  • scompattare i file in una cartella, ad esempio c:\ATI
  • se parte l'installazione interromperla
  • avviare DHmodtool e MODDARE, cliccando su Go Mobile!, i file contenuti nella cartella di cui sopra
  • seguire le istruzioni a schermo e il gioco è fatto

2 - Scaricare i Catalyst Mobility per Windows da questo link , bypassando il programmino di controllo compatibilità.

In entrambi i casi fate l'installazione "personalizzata" in modo tale da poter scegliere se installare solo i driver o anche il CCC, generalmente associato al pacchetto dei driver (ma sul sito ATI, per i Catalyst normali, potete anche scaricare i soli driver)
Se avete deciso di non installare il CCC ma solo i driver a questo punto potete eventualmente installare il CP, scaricabile da qui (versione 5.11).

Attenzione: a scanso di equivoci va segnalato che sia il CCC che il CP hanno come parte integrante il POWER PLAY, utility ATI per il risparmio energetico della scheda video.

Infine, io sinceramnte consiglio di installare i Driver Mobility senza CCC e mettere poi il CP. Almeno io ho fatto così e non ho trovato nessun problema e soprattutto non ho regalato RAM all'ingombrante CCC.

E' anche consigliabile, prima di installare nuovi driver, fare una bella pulizia del sistema così come descritto:

  • disinstallare tutto ciò che riguarda ATI
  • riavviare in modalità provvisoria e dare una bella pulita con un programma tipo DriverCleaner ancora riguardo tutto ciò che concerne ATI.
  • riavviare e fare l'installazione dei nuovi driver

Spero sia stato utile..

Appendice B) Differenti versioni. Componentistica

Visto che l'argomento ha suscitato vasto interesse, in questa appendice cercherò di chiarire le differenze nella componentistica interna fra le varie versioni dell'Asus A6V. 
Premetto subito che in genere le versioni più recenti hanno componenti interni di qualità migliore delle versioni più datate, quindi sperate di non incappare in qualche residuo di magazzino.

In pratica quasi tutti gli ultimi A6V arrivati sul mercato montano HDD da 5400 RPM e masterizzatore Matshita UJ840D (come spiegato nella sezione "Dispositivi di archiviazione" il Matshita è molto pià affidabile del TSST montato sui primi modelli. Ad ogni buon conto, se il notebook viene mandato in assistenza vi sostituiranno il masterizzatore con il Matshita.
Non dipendono, invece, dalla data di produzione, la tastiera e lo schermo con cui può essere equipaggiato il vostro acquisto.
Gli schermi usati possono essere di due tipi: il CPT138A che è considerato il migliore e l'AUO1974 che è considerato il peggiore.
Anche la tastiera può essere didue differenti fatture: una ha le lettereapplicate sui tasti e quindi è molto delicata, l'altra invece è più robusta e tende a rovinarsi di meno (ha le lettere stampate direttamente sui tasti).

Queste informazioni possono essere ricavate solo via software, attraverso qualche utility apposita come CPUz o dalla Gestione Periferiche di Windows, perchè non ci sono nè etichette nè seriali che ci facciano capire quali sono i componenti utilizzati.

Commenti (2) 

RSS dei commenti
Avete copiato spudoratamente la recensione dal topic ufficiale presente su hwupgrade, senza mettere nemmeno un accenno di link.. VERGOGNATEVI! :roll:
A questo punto mi viene il dubbio anche sulle altre recensioni.. Ahh, e sotto avete anche il simbolo di copyright... Ma lasciate stare...

http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=964331  
0

Vergogna

gennaio 16, 2009

Questa recensione è stata scritta da Raptor21, un utente di Notebookitalia, e regolarmente pubblicata dopo aver ricevuto autorizzazione scritta da parte dell'autore.

Se l'autore ha deciso di pubblicarla anche su altri forum, è un suo diritto.  
0

Staff

gennaio 16, 2009

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy