Il Mobile World Congress 2020 è cancellato. Ci rivediamo nel 2021Dopo che (quasi) tutte le principali aziende hanno cancellato la partecipazione, l'ente organizzatore del Mobile World Congress ha deciso di annullare l'evento e tutte le attività correlate. L'appuntamento è rinviato al 2021, dall'1 al 4 marzo.

Il Mobile World Congress è una delle più grandi fiere annuali dedicate alla telefonia mobile, ma l'edizione 2020 è stata cancellata a pochi giorni dal suo inizio a causa dell'epidemia del coronavirus. La GSM Association (GSMA), l'ente organizzatore, ha preso questa difficile decisione nella serata di ieri, in una riunione di emergenza, dopo che (quasi) tutte le principali aziende avevano già annullato la partecipazione all'evento.

MWC 2020

Anche se la GSMA aveva annunciato misure precauzionali per evitare la diffusione del virus, molte delle aziende hi-tech hanno deciso di non partecipare o limitare la propria presenza in fiera. Il rischio era alto: il Mobile World Congress riunisce più di 100 mila persone da tutto il mondo, che si stringono la mano, parlano, mangiano insieme e toccano dispositivi per circa 8 ore di fila. Sarebbe stata una sfida persa in partenza, perché le buone pratiche non avrebbero fermato la diffusione dei germi e - considerando che il periodo di incubazione del virus può toccare i 24 giorni - il pericolo di un nuovo focolaio proprio in Europa sarebbe stato molto alto.

Insomma sarebbe stato un MWC da dimenticare. Noi abbiamo seguito la vicenda passo per passo, fino al triste epilogo. Qui sotto l'elenco delle defezioni più illustri al momento della cancellazione ufficiale da parte della GSMA:

  • Amazon
  • ASUS
  • Sony
  • NVIDIA
  • LG
  • Ericsson
  • Gigaset
  • Intel
  • NTT DoCoMo
  • BT
  • Ulefone
  • UMIDIGI
  • Vivo
  • AT&T
  • Deutsche Telecom
  • Vodafone
  • Western Digital
  • Mediatek
  • Cisco
  • Marvell
  • Rakuten
  • Facebook
  • McAfee
  • Royole
  • Sprint
  • HMD Global

La cancellazione tardiva della fiera porti alcune conseguenze inevitabili (soprattutto dal punto di vista economico): molte aziende e giornalisti hanno già speso tempo e denaro per pianificare la settimana a Barcellona, tenere presentazioni, allestire stand, partecipare a riunioni e summit. E difficilmente saranno risarciti, fatta eccezione per chi è coperto da un'assicurazione di viaggio o cancellazione gratuite last-minute. Non sappiamo quali siano i piani delle aziende ma è probabile che tutti i lanci previsti a fine febbraio - nel corso del Mobile World Congress 2020 - saranno onorati con comunicati stampa e nuovi prodotti in test.

Intanto l'epidemia avanza, soprattutto in Cina, con oltre 60 mila contagiati confermati e quasi 1500 vittime (nel momento in cui scriviamo). Se non verrà trovato un vaccino al più presto, il MWC 2020 sarà solo la prima delle tante fiere cancellate in tutto il mondo.

Per ora la GSMA ha confermato il MWC 2021, che si terrà dall'1 al 4 marzo. Siamo certi che tra un anno l'emergenza sarà rientrata.

Commenti