Home News Intel Reference Design per tablet Android. Produrli sarà più semplice, per tutti!

Intel Reference Design per tablet Android. Produrli sarà più semplice, per tutti!

Intel Reference Design per tablet Android. Produrli sarà più semplice, per tutti!Durante l'IDF 2014 di San Francisco, Intel ha fatto sapere che scenderà presto in campo per consentire ai produttori di rilasciare più velocemente e con costi minori tablet Android ovviamente equipaggiati con i propri processori. Il programma si chiama "Intel Reference Design for Android" e assicurerà tra l'altro il rilascio degli aggiornamenti entro 2 settimane dal debutto di ogni nuova release di Android.

I reference design sono una soluzione per incentivare i piccoli produttori ad entrare nel mercato con device già pronti, abbattendo così i costi di sviluppo e il time-to-market. Diverse sono già le aziende che fanno qualcosa di simile, da Nvidia a Qualcomm ed ora, durante l'IDF 2014, anche Intel ha annunciato il proprio programma, chiamato "Intel Reference Design for Android". Intel però ha introdotto delle caratteristiche che differenziano il suo progetto da quello dei competitor e non solo ovviamente perché i tablet saranno equipaggiati con i processori Atom.

Intel Reference Design for Android

Intel infatti non proporrà un solo reference ma darà l'opportunità ai produttori di "creare" la propria soluzione ideale, scegliendo ad esempio i componenti all'interno di una gamma già pre-selezionata da Intel stessa e garantita per funzionare senza problemi con Android. Intel infatti gestirà in prima persona per i propri reference la certificazione Google Mobile Services, evitando così alle aziende di dover testare la compatibilità tra software e hardware per sottoporre poi i device a Google, risparmiando così tempo e costi.

Molto interessante infine è anche la decisione di Intel di garantire l'update del sistema operativo Android entro due settimane dal rilascio di ogni nuova release. In questo modo quindi anche i produttori minori saranno in grado di lanciare prodotti con l’ultima versione dell’OS del robottino verde e di garantire ai propri utenti aggiornamenti veloci ed affidabili. Il supporto infine sarà garantito per almeno due anni dal lancio del tablet. Il chipmaker però non ha indicato alcuna finestra temporale precisa per l’avvio di questo nuovo progetto.

Via: Liliputing

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy