Intel Horseshoe Bend: foto e video anteprima italianaIntel ha presentato in anteprima un nuovo prototipo di tablet con schermo OLED pieghevole, chiamato "Horseshoe Bend". Basato su processori Intel Tiger Lake, questo terminale ha dimensioni simili a quelle di un notebook da 12 pollici, con un touchscreen pieghevole che può essere aperto fino a diventare uno schermo da oltre 17 pollici.

Stando agli annunci del CES 2020, sembra proprio che quest'anno assisteremo al debutto dei primi computer portatili con display pieghevole ed il nuovo Lenovo ThinkPad X1 Fold con schermo flessibile da 13.3 pollici (avete visto la nostra anteprima?) sarà il "capo della banda". Secondo Intel, però, c'è una piccola fetta di utenti che è interessata a notebook con display più ampi, e proprio per loro gli ingegneri di Santa Clara hanno sviluppato un prototipo di tablet foldable più grande.

Intel Horseshoe Bend

Il suo nome in codice è "Horseshoe Bend" ed è un dispositivo con display OLED da 17 pollici, pieghevole a metà fino ad occupare lo spazio di un notebook da 12 pollici. Abbiamo avuto la possibilità di dargli un'occhiata da vicino e studiarlo nei minimi dettagli al termine del keynote di Intel, anche se non ci è stato permesso toccarlo e ripiegarlo con le nostre mani: con l'aiuto degli operatori, abbiamo girato una veloce anteprima sul dispositivo, che vi permetterà di avere un'idea su come sarà fatto e cosa ci consentirà di fare.

Intel Horseshoe Bend potrà essere utilizzato "aperto" in modalità tablet per la visione di un video a schermo intero o "ripiegato" in modalità notebook con la parte inferiore del display che mostra una tastiera virtuale (o un'immagine diversa dalla parte superiore dello stesso display). Il prototipo ha un display da 17 pollici con aspect ratio di 4:3 ed una kickstand sul retro, che consente di sostenere il dispositivo aperto per poterlo utilizzare in combinazione con una tastiera wireless. Stando a quanto riferito, è fanless (senza ventole) ed integra processori Intel Tiger Lake da 9W con quattro speaker stereo (due per lato), un paio di porte USB Type-C che dovrebbero supportare Thunderbolt 4 e due webcam (una in alto ed una laterale).

Horseshoe Bend è solo un reference design e la versione esposta è chiaramente un prototipo (lo schermo è davvero troppo lucido), ma vale la pena notare come questo tablet abbia fatto il suo ingresso sul palco del keynote di Intel proprio nella parte dedicata a Project Athena, la certificazione dei computer portatili che soddisfano determinati requisiti di "usabilità" come un'autonomia (reale) superiore alle 9 ore, la capacità di riattivarsi dallo sleep mode in meno di un secondo ed il supporto per la ricarica rapida (fino a 4 ore di autonomia con 30 minuti di ricarica, per esempio).

Alcuni produttori hanno annunciato nuovi notebook "Project Athena", dichiarandoli "co-ingegnerizzati con Intel". Dunque, Santa Clara non certifica semplicemente questi dispositivi ma lavora gomito-a-gomito con i suoi partner allo sviluppo e alla progettazione. Alla luce di queste ultime novità, non saremmo sorpresi di vedere un tablet pieghevole da 17 pollici (ma anche più di uno) sul mercato entro la fine dell'anno. Chissà.

Intel Horseshoe Bend

Commenti