Home News Intel Calpella e CPU Core i7 nel 2009

Intel Calpella e CPU Core i7 nel 2009

Intel Calpella e CPU Core i7La piattaforma che succederà all'attuale Intel Centrino 2, contraddistinta dal nome in codice "Calpella" e caratterizzata dalla nuova architettura di processori Nehalem anche per notebook, sarà rilasciata solo a metà del 2009.

L'attuale architettura di CPU Intel Core Microarchitecture ha ormai i mesi contati: Intel ha infatti annunciato che a novembre, la nuova architettura Nehalem andrà ad insediarsi nel settore desktop con il nome commerciale di Intel Core i7. Per quanto riguarda il settore mobile invece, nonostante alcuni rumors avessero fatto sperare per l'introduzione di Nehalem già nel mese di gennaio 2009, bisognerà aspettare la metà del prossimo anno . I processori Nehalem per notebook si avvarranno della futura piattaforma mobile Intel, nome in codice Calpella, che già qualcuno comincia a chiamare Centrino 3, e dovrebbero essere costruiti con processo produttivo a 32nm (non vi è ancora la conferma ufficiale).

Intel Calpella

Se consideriamo l'andamento "tick-tock" di Intel, tuttavia, Calpella si preannuncia perfettamente in orario. Calpella rappresenta la transizione dalle precedenti piattaforme a triplo-chip, con processore, northbridge e southbridge, a dual-chip, composta dal processore con architettura Nehalem e dal chipset Ibex Peak-M. Il processore sostituirà quindi le funzionalità del vecchio northbridge, integrando sia il controller per la memoria (IMC), sia il bus PCI-Express 16x (GFX) per il comparto video dedicato; Ibex Peak-M invece comprenderà le funzionalità di Input/Output (I/O), la logica per la gestione del display (Display), e l'Intel Manageability Engine (ME). I primi processori per notebook annunciati avranno core Clarksfield ed Auburndale.

Le CPU basate su Auburndale saranno dual-core, ed avranno completo supporto per le memorie RAM DDR3. Sono caratterizzati dalla presenza di 4MB di cache, e soprattutto dall'integrazione, all'interno del package, di un comparto grafico IGP con funzionalità avanzate per la riproduzione di contenuti HD (vi sarà il supporto per interfaccia HDMI). Auburndale supporterà soo una scheda grafica dedicata. I processori con core Clarksfield invece, contraddistinti da 4 core, integreranno 8MB di cache, e supporteranno solo grafica discreta: in questo caso vi sarà il supporto per scheda video singola o doppia. Chiaramente saranno supportare le memorie DDR3 (1333MHz), ma non vi è spazio per l'integrazione di un comparto video IGP nel package.

Entrambe le CPU disporranno della tecnologia Turbo Boost, che abbiamo già descritto in precedenza, e Hyper-Threading. La nuova piattaforma Calpella potrà contare infine sulla tecnologia Anti-Theft, presentata all'IDF Fall 2008 di San Francisco, e Remote PC Assist Technology, con la quale sarà possibile effettuare diagnosi e correzioni al sistema da remoto, via internet. Tra le varie novità, delle quali tuttavia Intel non ha ancora rivelato informazioni precise, vi saranno un controller integrato per il supporto di memorie Flash NAND (chiamato Fast Flash NAND controller), e nuovi moduli per il WiFi/WiMAX ed Ethernet.

Le future soluzioni per il WiFi e WiMAX avranno nome in codice Puma Peak (soloWiFi 802.11n) e Kilmer Peak (ibrido WiFi/WiMAX). Non è ancora conosciuto invece il nome in codice per il nuovo controller Ethernet Gigabit LAN, che succederà all'attuale Boazman di Centrino 2.