Home News Intel Atom nel 5% dei notebook consumer

Intel Atom nel 5% dei notebook consumer

Intel AtomNonostante la penuria di unità, Intel valuta le sue vendite di processori Intel Atom. Dalle ultime stime sembrerebbe che le CPU Atom rappresentino il 3% del mercato consumer, con tendenza al 5%.

Intel ritiene che i suoi processori Intel Atom dovrebbero rappresentare il 3% delle vendite di CPU per le aziende OEM nel corso del terzo trimestre dell'anno, in riferimento alla categoria consumer. Questa cifra dovrebbe raggiungere il 5% nel quarto trimestre del 2008 e mantenersi a questo livello nel primo semestre del 2009. Per il momento, l'azienda di Santa Clara non prevede di vendere CPU Atom sul mercato business, almeno non le versioni single-core come N270.

Intel Atom

Rimanendo in tema di cifre, è necessario sapere che Intel Celeron 400 dovrebbe ritagliarsi il 7% del mercato di Intel nel secondo semestre, per abbassarsi al 6% nel primo semstre del 2009. E' chiaro che Atom ha incontrato e incontrerà un successo inaspettato sia presso le aziende che presso i consumatori, anche se sono ancora alte le difficoltà relative all'approvvigionamento di processori Intel. Tale situazione di emergenza dovrebbe terminare a settembre.

Attualmente infatti, i lanci dei netbook sono slittati e i modelli sul mercato sono in quantità limitata. Inoltre, Atom dovrà fronteggiare nei prossimi mesi l'avanzata di VIA Nano e Bobcat di AMD .

 

Commenti (4) 

RSS dei commenti
Attualmente penso che la gente veda i due segmenti netbook e notebook completamente separati, se non altro per via delle dimensioni dei display. Con l'avvento dei futuri processori Atom dual-core invece le prestazioni si avvicineranno, avvicinando i notebook di fascia ultrabassa da 400-500 euro ai netbook top di gamma. Per i Celeron la vedo assolutamente dura, anche se Otellini dice il contrario. Se vogliono vendere miliardi di chipset e processori come annunciato dovranno sacrificare qualcosa.  
0

Galadh

agosto 01, 2008

Notoriamente contrario ai NetBook, dico che sarà però interessante vedere sin dove si spingeranno. C'è infatti un confine: qusto confine si chiama prezzo. I Notebook più performanti (mi riferisco ai 12 ed agli 11") costano infatti una follia, e credo non senza motivo: sono macchine molto delicate e costruttivamente complesse. La domanda è: che ne sarà dei netbook di "fascia alta"? Passeranno il confine? E se sì, cosa accadrà? Credo altresì che più i Netbook si avvicineranno a questo limite e più diverranno macchine interessanti...certo che però non avranno più nulla a che vedere con i loro predecessori, i tanto acclamati (?!?) Eee...  
0

Mandi

agosto 01, 2008

io credo che gli uscendi netbook professionali.. sconvolgeranno la concezione dei laptop e le "gabbie" mentali e commerciali che abbiamo oggi e che in qualche modo vengono artificiosamente imposte.
Secondo me, se ASUS non farà marcia indietro, credo che nel giro di poco tempo i blasonati laptop ultra portatili a 2.500 euro che già se ne vendono pochi.. se ne venderanno ancora meno a tutto favore dei fratelli più "poveri", molto e molto meno costosi, ma idonei allo scopo :wink:
Questa è secondo me la vera novità. Abbassamento dei prezzi che oggi sono "esagerati" ed ai quali ormai tutti ci siamo abituati e consideriamo "normali". :roll:  
0

alfonso60

agosto 01, 2008

In parte sta già avvenendo. La domanda è...si riuscirà con prezzi bassi ad avere una componentistica performante? Centrino 2 risponderà definitivamente a questo quesito, ma pare proprio di sì...e forse un po' del merito va anche dato agli Eee...  
0

Mandi

agosto 01, 2008

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy