Home News Intel Atom Medfield a 32nm nel 2010

Intel Atom Medfield a 32nm nel 2010

Intel Atom Medfield a 32nm nel 2010 Intel ha svelato un ulteriore frammento della sua roadmap mobile: durante la seconda metà del 2010 verrà rilasciato il nuovo processore Atom Medfield con processo produttivo a 32nm e supporto per la riproduzione di contenuti ad alta definizione.

Un nuovo tassello va ad aggiungersi al puzzle della piattafoma mobile a basso costo Intel Atom: si chiama Atom Medfield e partirà alla conquista del mercato durante la seconda metà del 2010. Non è ancora chiaro su quale piattaforma Medfield verrà implementato, ma è certo che esso rappresenterà l'evoluzione di Atom Pineview e di Atom Lincroft, che nel 2009 raccoglieranno l'eredità rispettivamente di Atom Diamondville per il mercato netbook, e di Atom Silverthorne per il mercato MID ed UMPC.

Intel Atom Pineview

Atom Medfield usufruirà di un processo produttivo a 32nm, ed a differenza dei suoi predecessori su SoC (System on a Chip), che pur integrando sullo stesso chip il controller di memoria e quello grafico dovranno usufruire di un chip per la gestione I/O esterno, comprenderà al suo interno anche quest'ultima funzione. Trattandosi di anticipazioni per il 2010 non vi sono ancora informazioni precise circa la struttura del nuovo chip Atom: secondo alcuni si tratterebbe semplicemente di uno shrink combo delle soluzioni precedenti, mentre per altri Medfield sarà costituito da un design completamente innovativo.

Stando alle prime indiscrezioni, Atom Medfield sarà un prodotto polivalente capace di garantire la massima efficienza sia nell'utilizzo di applicazioni base per il web surfing, che nella riproduzione di contenuti digitali ad alta definizione. Il chip grafico integrato di Intel dovrebbe essere infatti sostituito da un chip PowerVR nei dispositivi MID ed UMPC, mentre per quanto riguarda le soluzioni netbook si continuerà ad optare per un IGP Intel based. Ad ogni modo già si attribuisce a Medfield la capacità di sprigionare performance superiori rispetto alle future piattaforme Atom del 2009, in connubio con un consumo energetico minore: le stime sono ancora grezze, ma i nuovi netbook Medfield based potrebbero essere in grado di garantire una autonomia della batteria di 2 o 3 ore superiore durante l'utilizzo di reti 3G.