Home Articoli Guida: usare la webcam di notebook e netbook come videocamera di sorveglianza remota

Guida: usare la webcam di notebook e netbook come videocamera di sorveglianza remota

Guida: webcam di notebook e netbook come videocamera di sorveglianzaScopriamo come avvantaggiarci di un portatile (notebook o netbook) con webcam lasciato a casa durante le vacanze, trasformandolo rapidamente in una videocamera di sorveglianza remota. Per andare in vacanza senza preoccupazioni.

Notebook e netbook, si sa, sono ormai compagni di lavoro e tempo libero spesso irrinunciabili. Li portiamo con noi per controllare l'email d'ufficio, per tenerci in contatto con amici e parenti o per navigare sul web.

A volte però una vacanza non è veramente tale se non ci si sente un po' più lontani dalla quotidianità, sia del lavoro che dei propri contatti personali. In queste occasioni si tende a lasciare a casa tutto quello che non possa risultare strettamente indispensabile, e per molti un computer rientra in questa categoria di oggetti.

Data l'importanza e il valore intrinseco dell'oggetto (soprattutto quando si tratta di un neo-acquisto), qualche scrupolo a lasciare incustodito un portatile mentre si sta in viaggio può venire. La soluzione è però molto semplice: utilizzare la webcam del proprio portatile come una vera e propria videocamera di sicurezza controllabile da remoto! In questo modo oltre ad avere la certezza che il vostro computer è al sicuro potrete anche tenere sotto controllo la vostra abitazione.

Webcam integrata in un netbook

Esistono molti software che permettono di trasformare in pochi passaggi un comune portatile in un vero notebook “da guardia”, sia gratuiti che a pagamento. Molto spesso gli stessi pacchetti software sono disponibili in più versioni, con costi di licenza o canoni mensili variabili a seconda delle funzioni offerte.

In questo articolo porremo particolare attenzione alle soluzioni gratuite mostrando il funzionamento di alcuni software molto diversi tra loro, e concluderemo con una panoramica di ciò che i software con licenze commerciali a pagamento hanno da offrire in più rispetto alle soluzioni free. Per condurre i nostri test ci siamo avvalsi di un netbook Intel Atom di prima generazione, un Asus Eee PC 1000H con sistema operativo Windows XP Home Edition equipaggiato con una webcam da 1.3 megapixels.

Un netbook usato come sistema di videosorveglianza remota


Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy