Google Chrome OS: foto e video ufficialiIeri sera, Google ha tenuto una conferenza stampa molto attesa sul suo prossimo sistema operativo, battezzato Chrome OS. Ecco le prime immgaini ufficiali ed il video di presentazione in inglese.

Annunciato all'inizio del mese di luglio, Chrome OS è basato su un kernel Linux nel quale verrà implementata un'interfaccia "finestrata" relativamente minimalista. Il sistema è in primo luogo destinato ai netbook. Sundar Pichai, vicepresidente dello sviluppo dei prodotti Google, comincia il suo discorso partendo dal browser Google Chrome introdotto nel mese di settembre 2008. Precisa quindi: "Google Chrome è il riassunto di tutto ciò che noi facciamo in Chrome OS" e aggiunge, "40 milioni di utenti utilizzano Chrome come primo browser sui propri computer".

Google Chrome OS

Grazie al suo motore JavaScript, Chrome sarebbe 39 volte più rapido di Internet Explorer. La versione per Mac è sempre in sviluppo e sarà resa pubblica molto presto, come la release per Linux, base fondamentale di Chrome OS. Il sistema operativo di Google si avvia in 7 secondi, tempo che si riduce a 3 secondi quando il sistema riconosce l'internauta. Ad immagine del browser, Chrome OS è basato su tre idee: la rapidità, la semplicità e la sicurezza.

Google Chrome OS

Notiamo quindi che l'insieme delle applicazioni nell'ambito di Chrome OS sarà dato da applicazioni web. In caso di smarrimento del netbook/notebook, l'utente dovrebbe essere capace di identificare e trovare istantaneamente anche su un altro computer l'insieme delle sue applicazioni preferite, elencate al centro di una speciale pagina personalizzata dall'utente. Una volta aperta, l'applicazione sarà dunque lanciata al centro di una pagina web o potrà essere nascosta in un piccolo pannello in fondo a destra dello schermo (molto simile al pannello di Gmail).

Pichai spiega che gli sviluppatori hanno integrato un sistema di desktop virtuali, che offre la possibilità di avere molte finestre in primo piano e dunque molti elenchi di tab aperte. Quando l'utente collega una fotocamera digitale, il sistema aprirà una piccola finestra che elenca le immagini, che potranno essere archiviate in più cartelle. Google riconosce d'altra parte che la suite per l'ufficio di Microsoft è particolarmente efficiente, quindi se un utente riceve per posta elettronica un file nel formato Excel, quest'ultimo si aprirà sulla pagina di Office Online. In caso di crash, Chrome OS sarebbe capace di lanciare autonomamente un processo di autoriparazione.

Sottolineamo comunque che il sistema operativo di Google non è compatibile con i netbook dotati di memoria SSD e non sarà possibile installare Chrome OS su un computer esistente, obbligando quindi gli utenti a comprare un netbook/notebook con Chrome OS per usufruire del sistema operativo. L'azienda di Mountain View è attualmente in trattative con vari partner per poter implementare il suo prodotto su un alto numero di computer. Fra questi segnaliamo i nomi di Acer, Adobe, ASUS, Freescale, Hewlett-Packard, Lenovo, Qualcomm, Texas Instruments e Toshiba.

Entro la fine dell'anno, "appena prima di Natale", vedremo sul mercato i primi notebook/netbook con Chrome OS. Google, nel corso della conferenza stampa, ha anche pubblicato il codice sorgente di Chrome OS per gli sviluppatori sul sito ufficiale Chrome. Ecco un video introduttivo in inglese del nuovo OS.

 

Commenti