Home News FXI Cotton Candy recensito

FXI Cotton Candy recensito

Cotton Candy recensitoDopo una lunghissima attesa il Micro PC FXI Cotton Candy è disponibile dallo scorso mese di ottobre. In questi giorni alcuni colleghi hanno avuto modo di testarlo: sarà migliorato?

FXI Cotton Candy è un PC dallo sviluppo travagliato, più volte rinviato e completamente riprogettato, ma alla fine ce l'ha fatta ed è arrivato sul mercato lo scorso mese di ottobre nella sua configurazione definitiva. L'aspetto è molto curato e gradevole, caratterizzato dalla disponibilità di diversi colori trendy, molto giovanili. Il device è grande grossomodo quanto una penna USB, misurando infatti 76.2 x 24.1 x 12.7 mm, con un peso di 19.8 g ed è dotato, sui due lati , di un contatto USB e uno HDMI, mentre sui fianchi ospita una porta microUSB e uno slot di tipo microSD da usare per lo storage locale.

FXI Cotton Candy in test

La piattaforma hardware prevede un SoC Samsung Exynos 4210 con processore dual core ARM Cortex A9 da 1.2 GHz e GPU ARM Mali 400MP abbinati a 1 GB di RAM e ai moduli WiFi e Bluetooth. Il sistema operativo può essere a scelta Google Android 4.0 Ice Cream Sandwich o Ubuntu Linux 12. Molto interessante anche la funzione Cotton Candy Any Screen, che consente di avviare automaticamente una schermata tramite cui usare il sistema operativo prescelto, semplicemente connettendo il dispositivo tramite USB e indipendentemente dall’OS presente sul computer.

Il prezzo di 199 dollari, basso ma non contenuto in assoluto per questa tipologia di prodotti, potrebbe dunque anche sembrare giustificato ma lo scorso ottobre i problemi non risolti erano ancora molti: mancava ad esempio l'accesso al Google Play Store, non tutti i formati video erano ancora supportati, non c'era una gestione integrata dell'alimentazione, cosa che avrebbe potuto causare problemi di funzionamento con determinate periferiche USB, e infine Android non era ancora del tutto stabile. Per sapere se in questo mese FXI sia riuscita a risolvere tutti questi limiti di gioventù vi proporremo allora oggi una sintesi della recensione fatta dai nostri colleghi di Laptopmag, che hanno avuto occasione di testarlo.

L'apprezzamento per la realizzazione, la dotazione e le funzionalità supportate è ovvio e non lo approfondiremo più di tanto, passiamo invece subito al funzionamento. Settare e utilizzare il Cotton Candy è semplice e veloce, tuttavia in modalità client, quella descritta prima, sembrano permanere ancora dei problemi. L'interfaccia appariva infatti poco definita e fluida, anche se stabile. Cotton Candy inoltre, nonostante l'annuncio di un nuovo sistema di gestione dell'alimentazione, diventa molto caldo dopo appena pochi minuti di funzionamento. Da questo punto di vista dunque c'è ancora molto lavoro di ottimizzazione da svolgere.

La situazione tuttavia è molto migliore se si connette il device direttamente a una TV tramite porta HDMI: in questo caso infatti le prestazioni sono ottime, l'avvio è rapido, l'interfaccia definita e priva di intoppi e il funzionamento semplice. Per quanto riguarda l'esperienza d'uso con i due sistemi operativi previsti, usare Android con mouse e tastiera non è mai la soluzione più comoda ma in ogni caso era perfettamente possibile farlo senza troppi problemi, mentre Ubuntu Linux è apparso lento e pesante e richiedeva tempi lunghi anche per avviare app semplici come il browser. Poiché i benchmark svolti per la piattaforma ne hanno invece confermato le ottime doti ancora una volta i problemi sono da imputare essenzialmente all'ottimizzazione dei due OS, ancora insoddisfacente in entrambi i casi.

Le connessioni wireless inoltre sono apparse lente e poco stabili e Android non ha ancora l'accesso allo store Google Play. E' ovvio ed evidente dunque che il dispositivo si trovi ancora in una fase beta, come del resto ammette lo stesso CEO dell'azienda, che però promette anche che molti dei bug incontrati durante la recensione saranno presto risolti tramite update. Invece di esprimere un giudizio dunque i nostri colleghi di Laptopmag si sono giustamente limitati a prendere atto della nascita di una nuova e interessante piattaforma che, soprattutto grazie alla funzione client, ha enormi potenzialità, che saranno sicuramente espresse al meglio quando il Cotton Candy raggiungerà una maturità sufficiente.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy