ImageIl passaggio di Warner Bros al Blu-Ray ha causato un crollo delle vendite di HD-DVD. Il futuro del formato per l'alta definizione proposto da Toshiba è fortemente incerto.

Da qualche giorno circolano in rete due coppie di grafici a torta (diagrammi circolari, per i più pignoli) che mostrano i risultati di una ricognizione del mercato dell'alta definizione compiuta dalla società di analisi NPD.

Dal rapporto si evince che HD-DVD, concludendo una rincorsa durata per tutto il 2007, era riuscito a portare il mercato in una situazione di sostanziale equilibrio nella prima settimana di Gennaio. Ma la settimana successiva, l'annuncio di Warner Bros di abbandonare HD DVD Promotion Group, il cartello di produttori capeggiato da Toshiba che promuove l'adozione del formato HD-DVD, ha causato un vero crollo delle vendite: i grafici mostrano HD-DVD ridotto ad una fetta 7,47%, letteralmente fagocitata dal Blu-Ray!

Image

Allargando lo sguardo al lungo periodo, la settimana nera dell'HD-DVD è costata una perdita di competitività pari a circa il 10%, relegando il formato di Toshiba in una nicchia del 30%. Va detto, però, che questi dati non comprendono le unità Blu-Ray o HD-DVD installate sulle console PS3 e XBox 360.

Image

Nonostante i proclami di Toshiba, le speranze che il formato HD-DVD possa sopravvivere al durissimo colpo che gli è stato inferto sono ridotte al lumicino. Alla luce di queste informazioni appare del tutto giustificata la scelta di annullare la conferenza stampa al CES 2008, che inizialmente aveva suscitato aspre critiche fra gli addetti ai lavori.

Toshiba sembra non rassegnarsi alla sconfitta, tanto che al CES 2008 ha presentato nuovi modelli di notebook equipaggiati con lettori e masterizzatori HD-DVD. Date le premesse, però, c'è da chiedersi quali possano essere le prospettive future per questi apparecchi.

 

Commenti